Processori Intel Ivy Bridge-E al debutto dopo metà 2013

Processori Intel Ivy Bridge-E al debutto dopo metà 2013

Nuova linfa per le schede madri socket 2011 LGA, che potrannno venir aggiornate dalla metà del prossimo anno con i processori Ivy Bridge-E; con questi non si andrà comunque oltre i 6 core in sistemi desktop

di pubblicata il , alle 10:46 nel canale Processori
Intel
 

La piattaforma socket 2011 LGA, quella per i sistemi desktop top di gamma proposta da Intel, è destinata ad avere una seconda vita a partire dalla seconda metà del 2013. Le schede madri dotate di questo socket, infatti, potranno utilizzare le future CPU Ivy Bridge-E grazie ad un semplice aggiornamento del bios.

Questi processori, come il nome in codice indica chiaramente, utilizzeranno architettura Ivy Bridge mantenendo le stesse caratteristiche tecniche delle proposte Sandy Bridge-E attualmente in commercio. Ricordiamo che per queste ultime sia previsto il debutto di un nuovo modello, Core i7-3970X, caratterizzato da architettura a 6 core e da frequenza di clock di 3,5 GHz.

Le CPU Ivy Bridge-E saranno proposte in versioni con un massimo di 6 core, stando a quanto anticipato dal sito MyDrivers a questo indirizzo: Intel non andrà quindi ad aumentare il numero massimo di core messi a disposizione in sistemi desktop, così da non raggiungere valori di consumo troppo elevati che vadano a superare un TDP di riferimento di 130 Watt.

Verrà quindi mantenuta una dotazione di memoria cache L3 di 15 Mbytes, in abbinamento a controller memoria DDR3 di tipo quad channel. E' ipotizzabile che questa stessa architettura verrà proposta anche in processori della famiglia Xeon, destinati all'utilizzo in sistemi server, così come avvenuto con le proposte Sandy Bridge-E. In questo caso saranno presentati anche modelli dotati al proprio interno di 8 core, abbinati a frequenze di clock non così elevate come per le CPU desktop a 6 core e dotati di cache L3 in quantitativo di 20 Mbytes.

Per queste CPU della famiglia Xeon l'avere a disposizione due core di processore in più compensa la riduzione nella frequenza di clock massima, alla luce del particolare scenario di utilizzo tipico per questi processori. Considerazione differente vale invece per i sistemi desktop, nei quali è più difficile sfruttare un elevato numero di core in parallelo mentre è preferibile una frequenza di clock più elevata così da sfruttare al meglio le applicazioni single threaded.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
aaasssdddfffggg03 Novembre 2012, 11:28 #1
in ambito professionale su socket lga2011 ci sarano anche gli XEON su base Ivy Bridge-EP fino ad un massimo di 12 core fisici / 24 threads per CPU.
AceGranger03 Novembre 2012, 11:41 #2
"Intel non andrà quindi ad aumentare il numero massimo di core messi a disposizione in sistemi desktop, così da non raggiungere valori di consumo troppo elevati che vadano a superare un TDP di riferimento di 130 Watt."

come minimo con i 22 nm in 130 Watt ci stanno tranquilli tranquilli 8 core a 3,5 GHz, visto che gia ora in 135 Watt ci stanno 8 core a 2,9...



"In questo caso saranno presentati anche modelli dotati al proprio interno di 8 core, abbinati a frequenze di clock non così elevate come per le CPU desktop a 6 core e dotati di cache L3 in quantitativo di 20 Mbytes."

ma se girano gia da una vita i sample a 10 core.... e indiscrezioni parlano dei 12 core...
nn02003 Novembre 2012, 11:43 #3
Originariamente inviato da: Nemesis Elite
in ambito professionale su socket lga2011 ci sarano anche gli XEON su base Ivy Bridge-EP fino ad un massimo di 12 core fisici / 24 threads per CPU.


E non vedi l'ora di averli vero?
newtechnology03 Novembre 2012, 11:51 #4
Si vede che manca concorrenza , se AMD fosse stata agli stessi livelli come una volta i prossimi core i7 sarebbero stati 8 core, mentre in questa situazione , Intel può permettersi di "rallentare"
TecnologY03 Novembre 2012, 12:14 #5
Non ci credo che venderanno dei sei core fino a fine 2014... che se li tengano, dovevan esser 10 core secondo rumors.

Quelli si che sarebbero stati fighi, sti qua porterebbero un aumento prestazionale ridicolo rispetto anche ad un vecchio i7 990x.

Speravo con il successore di haswell (Broadwell) sarebbero usciti degli esacore per la fascia media, ma se questo è il trend.....alla fine si ritroverebbero con ivy-E vs Broadwell entrambi 6 core, e chi mai comprerebbe i primi...


mah spero di sbagliarmi, magari gli ivy-e 8 core li butteran fuori in seguito
coschizza03 Novembre 2012, 12:46 #6
Originariamente inviato da: TecnologY
Speravo con il successore di haswell (Broadwell) sarebbero usciti degli esacore per la fascia media, ma se questo è il trend.....alla fine si ritroverebbero con ivy-E vs Broadwell entrambi 6 core, e chi mai comprerebbe i primi...


intel con haswell ha puntato come anche nelle cpu odierne piu sull'IPC che sul numero di core come AMD e anche nella prossima generazione nel campo consumer i core saranno 4, questo è un bene perche alla fine in questo mercato avere un IPC maggiore è meglio di avere una soluzione piu multithread come amd quindi alla fine la decisione puo infastidire noi appassionati (che non siamo mai contenti ) ma si è dimostrata vincente.
TecnologY03 Novembre 2012, 15:17 #7
sui portatili ok, dato che più core consumano....

ma sui fissi pretendo più core, un aumento di ipc del 15% mi incrementa la potenza computazionale massima del 15%, un aumento dei core, ad esempio da 4 a 6 del 50%.

Se riuscissero ad abbinare le cose sarebbe meglio ancora... altrimenti abbiamo uno sviluppo tecnologico col freno a mano, anche perchè buona parte della potenza viene sottratta dalla GPU integrata nel processore, una gpu inutile per chi ha un desktop serio.
coschizza03 Novembre 2012, 15:46 #8
Originariamente inviato da: TecnologY

ma sui fissi pretendo più core, un aumento di ipc del 15% mi incrementa la potenza computazionale massima del 15%, un aumento dei core, ad esempio da 4 a 6 del 50%.

Se riuscissero ad abbinare le cose sarebbe meglio ancora... altrimenti abbiamo uno sviluppo tecnologico col freno a mano, anche perchè buona parte della potenza viene sottratta dalla GPU integrata nel processore, una gpu inutile per chi ha un desktop serio.


non è esattamente cosi;
un umento di ipc del 15% mi aumenta la potenza del 15% nella stragrande maggioranza dei casi mentre aumentare i core da 4 a 6 ti puo portare un aumento prestazionale solo teorico del 50% in casi particolari ma puoi avere un incremento medio persini inferiore al 15% iniziale perche dipende dai software che usi, e parlando del mercato consumer dove l'utilizzo dei pc non è certo spinto molto su software multithread questo conta.
TecnologY03 Novembre 2012, 15:50 #9
infatti ho parlato di potenza computazionale massima, che è quella che conta su una cpu, in genere software single thread non richiedono cpu veloci

per il resto a me non basta l'IPC... di questo passo prima che un quad core vada come un 3930k ad esempio su un rendering o ci passano decinaia e decinaia di anni.. basta guardare il punteggio del cinebench
leddlazarus03 Novembre 2012, 21:46 #10
Originariamente inviato da: newtechnology
Si vede che manca concorrenza , se AMD fosse stata agli stessi livelli come una volta i prossimi core i7 sarebbero stati 8 core, mentre in questa situazione , Intel può permettersi di "rallentare"


ma sei sicuro di quello che dici?

intel potrebbe benissimo mettere in commercio un modello ivyBridge-E top di gamma con 8 core fisici a 1500€ e lo venderebbe comunque. A chi usa questi processori (in genere professionisti o amatori evolutissimi ma comunque consumatori di nicchia) gli farebbe comodo un processore del genere.

in questa fascia di mercato (prezzo e/o prestazioni) AMD non ha mai creato un concorrente da anni, pero' intel ha prodotto lo stesso gli esacore.
secondo il tuo ragionamento sarebbero bastati dei quad-core ancora per un ble po'

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^