Niente novità da AMD per i processori della famiglia FX

Niente novità da AMD per i processori della famiglia FX

Una nuova roadmap delle CPU desktop del produttore americano conferma come nel futuro non vi saranno più aggiornamenti per i processori della famiglia FX; nel futuro di AMD solo APU

di pubblicata il , alle 09:31 nel canale Processori
AMD
 

Abbiamo già avuto occasione di segnalare come i piani di AMD di sviluppare nuove versioni di processore della famiglia FX siano stati accantonati, ma giungono ora nuove conferme da una roadmap non ufficiale pubblicata dal sito SweClockers. Da essa emerge un dato molto chiaro: le CPU della famiglia FX basate su architettura Vishera, quindi quelle attualmente presenti in commercio, continueranno a venir proposte da AMD sino al 2015 senza alcun tipo di aggiornamento architetturale.

roadmap_amd_fx.jpg (53501 bytes)

L'implicazione diretta di questo è l'abbandono da parte di AMD del segmento di fascia più alta nel mercato delle CPU, quello dei processori desktop cosiddetti enthusiast. Del resto non è questo da tempo l'ambito nel quale AMD brilla per pure prestazioni velocistiche rispetto a quanto proposto da Intel con i propri processori della famiglia Core.

AMD continua a sviluppare nuove architetture di processore, con le declinazioni Steamroller attesa nel corso del 2014 all'interno delle APU Kaveri e Excavator in quelle Carrizo nel 2015, ma senza che questo venga portato anche in CPU di fascia più alta appartenenti alla famiglia FX.

Ecco quindi una conferma di come il futuro di AMD sia sempre più legato alle sole proposte APU, nelle quali CPU e GPU trovano posto affiancate. Se per Kaveri già sappiamo che AMD integrerà quale massimo 4 core di processore in alcune delle versioni, per le APU Carrizo attese sul mercato nel corso del 2015 è ipotizzabile la presenza di versioni con un numero di core superiore, anche pensando alle CPU della famiglia FX disponibili al momento in declinazioni a 6 e a 8 core. Per Carrizo i documenti attualmente disponibili riportano un valore di TDP massimo pari a 65 Watt, con la possibilità di poter configurare le soglie a seconda delle specifiche esigenze del partner produttore di PC.

Con riferimento alle APU Carrizo segnaliamo come la piattaforma a queste abbinate continuerà a rimanere quella socket FM2+, dotata di chip della famiglia Bolton per la gestione delle connessioni di I/O. Si tratta della stessa piattaforma presentata da AMD con le APU della famiglia Richland attualmente presenti in commercio, chiara indicazione di come AMD intenda continuare a mantenere le proprie piattaforme di fascia media stabili per il più lungo periodo possibile.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

140 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bivvoz05 Dicembre 2013, 09:55 #1
Io la trovi una buona notizia.
Meglio lasciar perdere una linea che comunque non è in grado di reggere il confronto con la concorrenza e concentrarsi su prodotti più strategici e innovativi come le APU.
s0nnyd3marco05 Dicembre 2013, 10:01 #2
Originariamente inviato da: Bivvoz
Io la trovi una buona notizia.
Meglio lasciar perdere una linea che comunque non è in grado di reggere il confronto con la concorrenza e concentrarsi su prodotti più strategici e innovativi come le APU.


Non sono per niente d'accordo: vuol dire che in una fascia di mercato c'e' un solo produttore che puo' alzare i prezzi quanto gli pare. Senza contare il mercato server: che fine hanno fatto/faranno gli opteron? Anche quelli sarenno delle APU?
Lanzus05 Dicembre 2013, 10:11 #3
Malissimo. In questo modo intel si ritrova senza competitor nella fascia alta del mercato.
sniperspa05 Dicembre 2013, 10:13 #4
Considerando la potenza della cpu presenti nelle attuali console probabilmente non se ne sentirà troppo la mancanza sul lato utilità...anche se a me personalmente dispiace

Speriamo sfornino APU anche da tdp più elevati e con moltiplicatore sbloccato che permettano di divertirsi ancora un'altro pò con l'oc

La questione server invece è una bella incognita
Il nabbo di turno05 Dicembre 2013, 10:19 #5
Ad amd per tornare in quella fascia di mercato gli basterebbe un kaveri x6.
Comunque mi pare sensato.
Pat7705 Dicembre 2013, 10:20 #6
Bisogna prima vedere se la roadmap è vera.
Era comunque una mossa che mi aspettavo, faranno semplicemente una serie di APU che andrà a sostituire la fascia FX.
coschizza05 Dicembre 2013, 10:23 #7
Originariamente inviato da: Pat77
Bisogna prima vedere se la roadmap è vera.
Era comunque una mossa che mi aspettavo, faranno semplicemente una serie di APU che andrà a sostituire la fascia FX.


non ha senso una cosa simile perche nessuna apu ne oggi ne mai puo avere prestazioni di una cpu nata per fare solo quello. In un apu parte del die e del tdp deve essere condiviso anche per la gpu quindi le prestazioni velocistiche della singola cpu sono limitate.
calabar05 Dicembre 2013, 10:26 #8
Quello che molti non colgono è che nell'ottica di AMD le APU non sono processori con grafica integrata, ma come unità di calcolo capaci di utilizzare risorse differenti a seconda del tipo di elaborazione che devono fare.
In questo contesto un processore tradizionale è un'unità di elaborazione castrata, perchè mancante di una risorsa interna presente nelle APU.

Vista la situazione attuale, ossia l'incapacità di competere in fascia alta con la sola CPU e la necessità di razionalizzazione delle risorse evitando di progettare una cpu comunque non competitiva, nonché l'evoluzione e la maturazione delle APU e del loro mercato), mi pare plausibile che abbiano deciso che è giunto il momento di abbandonare il ramo vecchio (le CPU tradizionali) e concentrarsi sul nuovo (le APU).

Questo non significa che abbiano abbandonato del tutto la fascia alta, ma che vi torneranno appena saranno pronti a farlo con le APU grazie sia all'affinamento delle architettura attuali che allo sfruttamento di tutte le risorse al loro interno ("conditio sine qua non" per il successo di questo tipo di soluzioni).

Il risultato di questo, come qualcuno sopra di me ha fatto notare, è che purtroppo lascia in questo momento una fascia di mercato interamente in mano ad Intel, e questa potrebbe non essere una buona notizia per chi acquista in quella fascia.
Pat7705 Dicembre 2013, 10:37 #9
Originariamente inviato da: coschizza
non ha senso una cosa simile perche nessuna apu ne oggi ne mai puo avere prestazioni di una cpu nata per fare solo quello. In un apu parte del die e del tdp deve essere condiviso anche per la gpu quindi le prestazioni velocistiche della singola cpu sono limitate.


I limiti sono di TDP più che altro, un A10 5800K va esattamente uguale al corrispettivo FX 2 moduli di medesima frequenza, Kaveri avrà un 2 moduli SR a 3.7 che andrà a collocarsi, credo, tra 4300 e 6300 in ambito performance, ma con tutte le novità architetturali che potrebbero in futuro contare qualcosa.
L'A10 7800K potrebbe diventare interessante e collocarsi tra 6350 e 8350 e iniziare a sostituire la fascia più alta, questo intendevo dire.

Se non puoi combattere su tutti i fronti combatti dove sei più competitivo, nelle APU quantomeno hanno un lato GPU che è sicuramente in vantaggio rispetto a Intel.
Littlesnitch05 Dicembre 2013, 10:46 #10
ragazzi forse vi sfugge che intel, tranne la linea LGA2011 produce solo APU!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^