I nuovi iMac non supporteranno la modalità Target Display

I nuovi iMac non supporteranno la modalità Target Display

Nonostante la presenza della connessione Thunderbolt 3 che avrebbe permesso di pilotare la risoluzione nativa dei display 4K e 5K, Apple ha deciso di non reintrodurre la funzionalità che permetteva di sfruttare iMac come schermo per un altro sistema

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Apple
AppleiMac
 

Apple ha dichiarato in maniera inequivocabile che i nuovi iMac presentati le scorse settimane in occasione della WWDC non supporteranno la modalità Target Display, una funzionalità presente in alcuni modelli iMac commercializzati dal 2009 al 2014 che permetteva di utilizzare il sistema anche come monitor esterno per un altro Mac connesso tramite Mini DisplayPort o Thunderbolt.

La modalità Target display è stata introdotta per la prima volta con il sistema iMac 27 pollici immesso sul mercato nella tarda parte del 2009, e rappresentava un modo per trasformare iMac in un monitor così da poterne sfruttare lo schermo anche collegandovi altri sistemi.

La funzionalità è stata riproposta anche negli anni successivi, ma non è stata inserita nei sistemi iMac 5K di fine 2014, poiché una singola connessione Thunderbolt 2 non sarebbe stata in grado di pilotare la risoluzione nativa del display. Da allora nessun iMac ha più supportato la modalità Target Display.

La presenza di Thunderbolt 3 nei nuovi iMac 4K e 5K presentati ad inizio giugno ha lasciato sperare in una possibile reintroduzione della modalità. Apple ha però raffreddato gli animi chiarendo ufficialmente ad Appleinsider che la funzionalità Target Display non sarà presente nei nuovi sistemi e che non è prevista una sua reintroduzione nemmeno nel futuro.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
jepessen16 Giugno 2017, 10:18 #1
Peccato. Capisco che usarlo come monitor e' uno spreco, e che se hai anche un portatile Apple da agganciarci a questo punto puoi usarli entrambi, ma non capisco perche' eliminare una funzionalita' che gia' avevano, e che quindi non dovevano sviluppare...

Ho come l'impressione che vogliano spingere sul loro sistema di cloud in modo che tu lavori sul portatile fuori sede e quando arrivi invece di collegarlo al desktop per continare a lavorarci, devi avere i files disponibili pure sul fisso (oltre alle licenze dei programmi che gia' hai sul portatie)....
MadMax of Nine16 Giugno 2017, 10:30 #2
Originariamente inviato da: jepessen
Peccato. Capisco che usarlo come monitor e' uno spreco, e che se hai anche un portatile Apple da agganciarci a questo punto puoi usarli entrambi, ma non capisco perche' eliminare una funzionalita' che gia' avevano, e che quindi non dovevano sviluppare...

Ho come l'impressione che vogliano spingere sul loro sistema di cloud in modo che tu lavori sul portatile fuori sede e quando arrivi invece di collegarlo al desktop per continare a lavorarci, devi avere i files disponibili pure sul fisso (oltre alle licenze dei programmi che gia' hai sul portatie)....


Però se ci pensi bene, ora con il desktop e le cartelle iCloud allineati su tutti i tuoi dispositivi che senso ha lavorare su un notebook quando puoi lavorare sul fisso con molta più potenza e comodotà ? Io per esempio i file in corso che sto elaborando in Photoshop li tengo sul desktop o in una cartella iCloud, così li posso continuare da qualsiasi dispositivo, MacBook Air o iMac, per le licenze sia Adobe che Apple (FCP X per esempio) te lo fanno installare su più dispositivi.
francesko9416 Giugno 2017, 10:41 #3
peccato.. anche io credevo che la avrebbero reintrodotta con thunderbolt 3. ma comunque era una funzione utile quando non c'era iCloud, oggi non ha senso. Magari per trovare un utilizzo a un vecchio iMac obsoleto visto che i display sono ottimi ancora oggi, ma tanto vale venderlo e comprare un display.
recoil16 Giugno 2017, 10:51 #4
Originariamente inviato da: francesko94
peccato.. anche io credevo che la avrebbero reintrodotta con thunderbolt 3. ma comunque era una funzione utile quando non c'era iCloud, oggi non ha senso. Magari per trovare un utilizzo a un vecchio iMac obsoleto visto che i display sono ottimi ancora oggi, ma tanto vale venderlo e comprare un display.


esatto, quando l'hardware diventa obsoleto ti rimane comunque un monitor, peccato non poterlo usare...
Rubberick16 Giugno 2017, 11:00 #5
Si vacci a lavorare in cloud con file da gb e gb..
eureka8516 Giugno 2017, 11:08 #6
continuate a comprare Apple ...... usano gli stessi processori e schede video delle altre marche molto + economiche.
Ognuno spende i propri soldi come crede meglio.
Loro devono soltanto convincervi e darvi un motivo per farlo.
sleeping16 Giugno 2017, 11:28 #7
Originariamente inviato da: Rubberick
Si vacci a lavorare in cloud con file da gb e gb..


È la stessa cosa che stavo pensando io...
Marko#8816 Giugno 2017, 14:12 #8
Ennesima mossa volta a far comprare il giochino nuovo ai clienti fedeli. Il ciclo di vita di un monitor (specie un ottimo monitor come questi) è molto più lungo del ciclo di vita dell'hw che c'è dentro...ma così facendo cambi tutto quando vuoi aggiornare la macchina. Per loro va benissimo, non fa una piega.
Pino9016 Giugno 2017, 14:28 #9
Originariamente inviato da: MadMax of Nine
Però se ci pensi bene, ora con il desktop e le cartelle iCloud allineati su tutti i tuoi dispositivi che senso ha lavorare su un notebook quando puoi lavorare sul fisso con molta più potenza e comodotà ? Io per esempio i file in corso che sto elaborando in Photoshop li tengo sul desktop o in una cartella iCloud, così li posso continuare da qualsiasi dispositivo, MacBook Air o iMac, per le licenze sia Adobe che Apple (FCP X per esempio) te lo fanno installare su più dispositivi.


Quanto spazio hai a disposizione su iCloud?

E quanto su un iMac?

Qual è la velocità di trasferimento in Italia per iCloud? (hint: le linee fisse viaggiano in media intorno agli 8 mbs)

Qual è la velocità di trasferimento via TB3 o USB3/C?

Cosa fai se la linea internet non è disponibile? Cosa fai se rimani solo con il mega garantito?

No cioé sul serio il cloud è ancora a livello Clementoni per un ambiete produttivo
MadMax of Nine16 Giugno 2017, 14:58 #10
Originariamente inviato da: Pino90
Quanto spazio hai a disposizione su iCloud?

E quanto su un iMac?


Ho 200GB su iCloud (espandibili a 2TB) e 512GB sull'iMac + 6TB sul NAS


Originariamente inviato da: Pino90

Qual è la velocità di trasferimento in Italia per iCloud? (hint: le linee fisse viaggiano in media intorno agli 8 mbs)

Qual è la velocità di trasferimento via TB3 o USB3/C?


In Italia lo so che siete messi male, ma Apple non basa le sue tecnologie sul mercato Italiano, io ho una FTTH 300/300 e scarico o carico a circa 42MB/s, 1GB di dati equivale a circa 30 secondi, in Europa avere connessioni di questo tipo è ormai normale anche nei paesi periferici.
Un disco esterno chiaramente è più veloce, ma non ne sento l'esigenza viste le velocità scritte sopra.

Originariamente inviato da: Pino90

Cosa fai se la linea internet non è disponibile? Cosa fai se rimani solo con il mega garantito?

No cioé sul serio il cloud è ancora a livello Clementoni per un ambiete produttivo


Anche qua, pur avendo una comunissima linea consumer, mi danno il 100% di banda garantita, ed effettivamente viaggia sempre sui 305/308 sia in up che in down, se poi dovesse andare giù (mai successo in 3 anni) c'è sempre il NAS o il disco esterno.

Il punto che voglio arrivare è che Apple ha un servizio impeccabile sotto tutti i punti di vista (struttura e features, disponibilità, velocità e prezzi), se poi in certi stati le connessioni sono da terzo mondo, loro che ci possono fare ?
Ma ormai i servizi Cloud sono il futuro, le aziende che non sono in digital divide stanno già iniziando a migrare molti servizi, e i privati anche loro seguiranno, purtroppo al passo dei provider.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^