Apple presenta il nuovo iOS 14: arrivano per la prima volta i widget e tante altre novità. Eccole tutte

Apple presenta il nuovo iOS 14: arrivano per la prima volta i widget e tante altre novità. Eccole tutte

Apple presenta il nuovo iOS 14 ossia il sistema operativo per i suoi iPhone. Cambia il modo di interagire con le applicazioni ma cambia anche la grafica con l'introduzione dei widget e molto altro. Ecco tutte le novità.

di pubblicata il , alle 20:14 nel canale Apple
AppleiOS
 

Apple presenta il nuovo iOS 14, il sistema operativo per gli iPhone. Abbiamo visto il sistema operativo per gli smartphone di Apple maturare e modificarsi nei suoi anni e abbiamo visto come proprio negli ultimi anni il sistema sia cambiato in modo meno importante a livello grafico ma con novità a livello di sicurezza e soprattutto di stabilità con un iOS 13 che ha cambiato le carte in tavola e ha permesso agli utenti di avere sui propri iPhone il sistema operativo tra i più maturi di tutti gli anni di Apple.

Oggi è un momento fondamentale per Apple che decide di introdurre novità sostanziali che cambiano fortemente quello che gli utenti hanno visto finora con il sistema operativo dell'azienda di Cupertino. Apple ha ripensato ad alcuni elementi iconici dell'esperienza di iPhone e si è cercato di aggiornmare ed arricchire quanto fatto in passato per stare al passo con i tempi. Ma cosa cambia in IOS 14 rispetto a quello che avevamo prima?

iOS 14: arrivano App Library, i Widget e il Picture in Picture

iOS 14 introduce App Library, un elemento del sistema operativo di Apple che si presenta come una nuova schermata in grado di raccogliere le applicazioni in maniera più ordinata. Una versione più efficiente delle directory già viste sempre in Apple.

Con App Library l'utente non dovrà fare altro che attivarla e le app verranno organizzate automaticamente senza la necessità di mantenere tutte le icone nella classica visualizzazione a cui siamo abituati. Non solo perché sarà disponibile anche una nuova visualizzazione ad elenco in modo da poter trovare più velocemente le applicazioni ma anche in modo da poter ordinare pià app contemporaneamente in base all'utilizzo o ad altro.

Novità assoluta per iOS sono i widget che si animeranno direttamente nella schermata della Home. I widget li conosciamo perché li abbiamo già visti in Android ma qui si adattano chiaramente alla grafica di Apple e del suo sistema operativo. Sono sostanzialmente informazioni che possono essere visti al volo tramite una semplice vista sulle schermata di iPhone.

Sono ricchi di informazioni e vengono mostrati anche in dimensioni diverse adattando le stesse informazioni anche in base proprio alla dimensione. Possono anche essere inseriti direttamente all’interno delle varie Home Screen, accanto alle icone delle app, con il massimo della personalizzazione. Le app si spostano automaticamente per lasciare spazio ai widget a cui si può accedere tramite la ''Galleria dei widget'', con diverse opzioni di dimensionamento.

Su iOS 14 arriva anche il Picture in Picture. In questo caso il nome ciò di cui è capace la nuova funzione del sistema operativo per iPhone. Con il Picture in Picture è possibile vedere un video in sovraimpressione mentre si eseguono altre attività. In questo caso il video rimane in sovraimpressione anche mentre si passa da un’appa all’altra. Una comodità che abbiamo già visto sempre con iOS ma anche su Android e che in questo caso però viene proposta in modo più marcato e soprattutto in modo più completo e sicuro per gli utenti.

iOS 14: Siri e i messaggi si potenziano e si ''parlano'' tra loro

Per Siri arriva un aggiornamento importante perché viene ristrutturata l'interfaccia visuale, che in precedenza oscurava il contenuto che si stava guardando. Ora è tutto molto più semplicemente con un’animazione in sovraimpressione nella parte bassa del display in modo da non oscurare il contenuto dello schermo e garantire meno fastidio. Non solo perché è presente ora la funzione di dettatura pronta ad usare lo stesso motore di riconoscimento di Siri.

Come detto con Siri arrivano novità anche per i messaggi. Qui ci sono novità per le conversazioni come anche per le memoji e i gruppi. Le conversazioni vengono migliorate con la possibilità di avere la possibilità di ''bloccare'' alcune conversazioni in modo tale da mantenerle sempre in alto e dunque più velocemente accessibili. Le memoji si arricchiscono di nuovi elementi grafici per meglio rispecchiare la personalità dell’utente, e ci sono anche nuove opzioni di età. Infine i Gruppi che introducono ora delle risposte dirette al messaggio di uno specifico utente. Non solo perché permettono anche le menzioni ad uno specifico utente per l'invio di un messaggio diretto. 

iOS 14: nuove funzionalità per le Mappe

Apple Maps si concede un miglioramento andando a segnalare indicazioni per percorsi ciclabili (addirittura con i dislivelli) ma anche per i veicoli elettrici (chiaramente con le stazioni di ricarica). Quando si parla di Apple Maps si pensa anche all'auto ed è per questo che Apple ha deciso di portare novità in iOS 14 anche per CarPlay ossia l'applicazione per la navigazione in auto.

Cosa cambia? CarPlay introduce nuovi sfondi da porre sul display dell'infotnaiment dell'auto ma anche nuove applicazioni come applicazioni per il parcheggio o ancora per ricaricare la batteria dell'auto o per trovare velocemente un fast food o un ristorante. Ma soprattutto arriva la nuova funzionalità CarKey che permette di sbloccare l’auto direttamente da iPhone. Si può condividere l’accesso tramite Messaggi su altri telefoni o ancora restringere l’accesso. E’ basato sul chip U1 e sulla tecnologia Ultrawideband e i pass NFC sono archiviati in Secure Enclave di Apple.

iOS 14: AppStore cambia e arriva anche l'app ''Translate'' per tradurre

Apple decide di cambiare il proprio store delle applicazioni introducendo una nuova funzione "Clip App" ossia dei veloci frammenti dell'applicazione basati sulla scheda che consentono di accedere a piccole parti dell'app quando se ne ha bisogno senza richiedere agli utenti di installare un'app completatamente. In quesrto caso Apple ha fatto vedere App Clip su di un'app di parcheggio tramite un tag NFC o un programma di ricompensa in una caffetteria. 

Su Clip App sarà possibile avere l'accesso con il sistema proprietario "Accedi con Apple" per evitare di dover creare nuovi account e dunque accedere più velocemente oltre a poter lavorare con Apple Pay. Assieme ad App Clip, Apple sta lanciando un nuovo formato di codice QR che utilizza sia i codici visivi che NFC per accedere rapidamente alle App Clip.

Arriva anche per la prima volta la nuova app Translate su iOS 14 che consente di tradurre in maniera automatica qualsiasi conversazione e funziona in modo completamente offline. Basta toccare l’icona del microfono e l’app traduce il parlato nella lingua scelta. L’app è perfettamente integrata con Siri. Al lancio, saranno supportate queste lingue (anche l'italiano):

  • Inglese
  • Cinese mandarino
  • Francese
  • Tedesco
  • Spagnolo
  • Italiano
  • Giapponese
  • Coreano
  • Arabo
  • Portoghese
  • Russo

iOS 14: AirPods migliorano con il nuovo sistema operativo per le cuffie

Arrivano novità anche per le cuffie di Apple. Gli AirPods possono ora automaticamente passare da un dispositivo all’altro in maniera automatica senza dover fare manualmente il passaggio. Non solo perché la tecnologia riconosce le applicazioni che richiedono l’audio su diversi dispositivi e passa automaticamente da uno all’altro. Ad esempio, se si sta ascoltando qualcosa sull'iPhone e poi si inizia a riprodurre un video sul proprio laptop, l'audio passerà automaticamente al computer. O se si risponde ad una telefonata sull'iPhone, gli AirPods passeranno automaticamente dal Mac all'iPhone.

Novità importante a livello software riguarda l’audio spaziale per AirPods Pro. La nuova funzionalità offrirà un audio in stile surround 3D su AirPods Pro per replicare ''un'esperienza cinematografica'' e si ricalibrerà costantemente in base alla posizione della testa su qualsiasi dispositivo che si sta utilizzando. Saranno presenti anche dei filtri audo direzionale, e la rimappatura della scena audio anche quando si muove la testa o il dispositivo sorgente.

47 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ThE cX MaN22 Giugno 2020, 21:43 #1
Devi cambiare nick... rosicone84 é meglio.
ziozetti22 Giugno 2020, 23:05 #2
Originariamente inviato da: emiliano84
un saluto dalle live tiles di wp 2010

Se non ricordo male gli widget c'erano già su Android 2.0/2.1, circa 2009.
EletTony22 Giugno 2020, 23:28 #3
e la ruota quando è stata inventata?... soltanto che una ruota di legno di un carro non è una Pirelli Pzero

Ma smettiamola, anzi diciamo che sono anni e anni che android ci tenta e ci ha tentato leggermente di più con jellybean (mi pare) fallendo miseramente. I famosi widget sono sempre stati molto statici e banali (e aggiungo, brutti, tutti differenti e sconnessi, e mangiabatteria all'ennesima potenza). Come sempre Apple fa le cose solo quando vengono davvero bene, che sia prima o dopo non importa.


ps. i tiles di microsoft sono diversi, quelli erano delle "icone informative" con qualche animazione, qui stiamo parlando di ben altro, vere e proprie mini finestre per non dover aprire sempre l'intera app, e finora nessuno ci era riuscito.
ziozetti23 Giugno 2020, 00:13 #4
Originariamente inviato da: EletTony
ps. i tiles di microsoft sono diversi, quelli erano delle "icone informative" con qualche animazione, qui stiamo parlando di ben altro, vere e proprie mini finestre per non dover aprire sempre l'intera app, e finora nessuno ci era riuscito.

Urca, livelli di fanboysmo over 9000 già al 4° post. Mi ritiro per manifesta inferiorità!
mattia.l23 Giugno 2020, 00:16 #5
Copia\incolla da Android 4, non male
Notturnia23 Giugno 2020, 00:47 #6
Io sono contento che ci siano i widget e faccio presente che non sono un’invenzione di Android visto che nel 2006 window Vista li aveva già e prima di lui c’erano nel mondo Unix all’università nel ‘94... per cui sono cose vecchiotte.. ma erano comode e sono comode..
ziozetti23 Giugno 2020, 00:54 #7
Originariamente inviato da: Notturnia
Io sono contento che ci siano i widget e faccio presente che non sono un’invenzione di Android visto che nel 2006 window Vista li aveva già e prima di lui c’erano nel mondo Unix all’università nel ‘94... per cui sono cose vecchiotte.. ma erano comode e sono comode..

Invenzioni di Android no di certo ma credo che siano apparsi lì per la prima volta su smartphone. Sempre che non ci fosse qualcosa anche su Symbian, sinceramente non ricordo.
EletTony23 Giugno 2020, 00:55 #8
Originariamente inviato da: mattia.l
Copia\incolla da Android 4, non male


per te la carrozza è uguale all'automobile solo perché entrambe hanno 4 ruote? Android 4 ha lavorato sui widget, Apple ha lavorato su mini finestre che evitano di aprire l'intera app per fare qualcosa, i widget Android sono informativi e scorciatoie per le app e basta, nient'altro. Quelli Apple invece sono mini finestre non banali icone animate come i tiles microsoft o i widget android.


Mi sa che qui dentro si usa pochissimo iOS ma poco anche android visto che non si riconoscono tali differenze...
magicken23 Giugno 2020, 01:00 #9
WOW! Nel 2020 sono arrivati i widget! 14 major release per arrivare a cio'!
EletTony23 Giugno 2020, 01:05 #10
Originariamente inviato da: magicken
WOW! Nel 2020 sono arrivati i widget! 14 major release per arrivare a cio'!


pensa che quelli android sono ancora uguali come all'inizio... è come se nel 2020 anziché girare con la Tesla avessi ancora una carrozza con cavalli. Contento tu, io sinceramente come utente preferisco qualcosa che funzioni piuttosto che arrivare prima, non a caso su android ho sempre odiato i widget, banali shortcut per l'app che mostrano qualche informazione a discapito di uno spazio sullo schermo notevole (anche il solo orologio prende talmente spazio che su molti marchi di telefoni non è possibile mettere un secondo widget, per avere Keep ben visibile per dire io ho sempre dovuto metterlo in una seconda schermata).

Sinceramente non ne andrei fiero di tale roba...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^