Apple iWork: svolta verso il cloud computing?

Apple iWork: svolta verso il cloud computing?

Anche Apple parebbe intenzionata allo sviluppo di nuove web application da integrare nella propria proposta iWork

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 09:39 nel canale Apple
Apple
 

Nei prossimi progetti di Apple potrebbe esserci una rivisitazione della suite di produttività personale iWork con nuove opzioni legate al cloud computing, ovvero alla possibilità di accedere a documenti condividendoli e editandoli utilizzando un'applicazione web. Al momento Apple mette a disposizione dei propri utenti le risorse di iWork.com anche se un confronto tra le potenzialità offerte dal servizio rispetto a simili prodotti della concorrenza mette in evidenza alcune grosse mancanze.

Infatti, in iWork.com non è possibile editare direttamente un documento con strumenti specifici: l'utente ha la possibilità di condividere gli elementi o di aggiungere ai documenti eventuali commenti. Con Google Docs o soluzioni alternative le funzionalità disposinibili sono ben superiori anche se va riconosciuto a Apple un miglior look & feel dell'interfaccia grafica.

La notizia relativa all'interesse di Apple verso un iWork completo di maggiori opzioni cloud deriva da una ricerca di personale comparsa sulle pagine del sito della società. Apple sarebbe alla ricerca di un personale per lo sviluppo di un'applicazione internet altamente scalabile e tra i titoli richiesti viene fatto siferimento alla conoscenza delle tecnologie legate ai browser e al linguaggio JavaScript. Tutti i dettagli sono disponibili qui.

Apple non è solita rilasciare anticipazioni o dichiarazioni relative a progetti ancora in corso di sviluppo. E' quindi probabile che il tutto verrà presentato e commentato solo nel momento in cui il servizio sarà messo a disposizione degli utenti. La notizia in sè rimane comunque verosimile infatti una svolta simile in iWork permetterebbe a Apple di proporre alla propria utenza servizi e tecnologie su cui molti competitor da tempo hanno posto il proprio interesse.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Spec1alFx04 Gennaio 2010, 09:52 #1
La cosa che mi sono sempre chiesto è cosa stia aspettando Apple per lanciarsi sul web: attualmente l'impiego che ne fa è del tutto marginale, mentre i competitor ci stanno investendo parecchio (chi domina e ne fa il core business - Google - chi invece insegue e ci investe grandi risorse - Microsoft).
Lanfi04 Gennaio 2010, 10:14 #2
Beh un servizio come MobileMe non mi pare che sia del tutto marginale...e il fatto che stiano mettendo su una server farm da un miliardo di dollari in North Carolina mi lascia supporre che abbiano deciso di investire ancora di più sui servizi legati ad internet.
khelidan198004 Gennaio 2010, 10:29 #3
Originariamente inviato da: Lanfi
Beh un servizio come MobileMe non mi pare che sia del tutto marginale...e il fatto che stiano mettendo su una server farm da un miliardo di dollari in North Carolina mi lascia supporre che abbiano deciso di investire ancora di più sui servizi legati ad internet.


Speriamo non con le stesse sorti di MobileMe

P.s: mi piacerebbe sapere quando si mettono d'accordo con M$ per un supporto totale ai formati Office,da lo hanno fatto con Exchange,almeno quei poveri figlioli possono abbandonare lo sviluppo di quell'aborto di Office:Mac
Scezzy04 Gennaio 2010, 13:52 #4
La differenza, cari miei, e' che Apple puo' entrare in qualsiasi momento in qualsiasi settore e diventare subito il punto di riferimento. Ancora non vi siete resi conto che questi signori, non ne stanno sbagliando una !!!
djbill04 Gennaio 2010, 16:36 #5
Originariamente inviato da: Lanfi
Beh un servizio come MobileMe non mi pare che sia del tutto marginale...e il fatto che stiano mettendo su una server farm da un miliardo di dollari in North Carolina mi lascia supporre che abbiano deciso di investire ancora di più sui servizi legati ad internet.


Tralasciando come MobileMe è partito, Apple di cloud ha ben poco vista la politica closed e individual dei suoi prodotti (MacOSX in primis).

L'unica cosa che potrebbe servire una server farm (sperando che non siano Xserve altrimenti poteva metterci 1/3 di potenza elaborativa in più ) per gestire il catalogo iTunes/iPhone o per fare i render della Pixar...
Gurzo200704 Gennaio 2010, 16:57 #6
@Scezzy

apple tv? mondo mac?(scarso 5% del mercato personal computer), browser?

al momento da quel che vedo sono punti di riferimento nei lettori mp3 e nella fascia alta degli smartphone touch...
Insaneweb05 Gennaio 2010, 01:27 #7
Originariamente inviato da: Gurzo2007
@Scezzy

apple tv? mondo mac?(scarso 5% del mercato personal computer), browser?



ti rispondo subito... Apple TV negli USA è un successo gigantesco. è chiaro che non sai tutte le questioni riguardanti gli accordi con le major cinematografiche.
negli USA con 4,99$ si comprano gli ultimissimi film appena usciti al cinema se li scaricano in HD e hanno 30 giorni per vederselo...
In Europa non lo possono ancora fare a causa di gente come Sky e Mediaset per i quali non posso prendere i giusti accordi con le major cinematografiche.


Il mondo Mac ... ? Apple non ha mai puntato sulla quantità e mai lo farà... ma con quel 5% di mercato che ha preso lo sai che negli USA nei primi 3 quarti del 2009 ha fatto più guadagno di TUTTI i produttori di pc ?
Vogliamo parlare dei portatili ?! Ti sfido a trovare un portatile fatto alla maniera di un MacBook Pro unibody o anche del nuovo MacBook... anche se costano i soldi li valgono tutti come li vale un iPhone che ho felicemente pagato 700€

a livello di browser sono d'accordissimo con te... non sono capaci a fare un browser come si deve come non sono capaci a far diventare iTunes un programma di rispetto... è un mattone incredibile e fa schifo
Lord Macros05 Gennaio 2010, 13:10 #8
Originariamente inviato da: Insaneweb
In Europa non lo possono ancora fare a causa di gente come Sky e Mediaset per i quali non posso prendere i giusti accordi con le major cinematografiche.

quoto in pieno, tali realtà puntano sugli abbonamenti più che ad offerte sul prodotto singolo.

Originariamente inviato da: Insaneweb
Il mondo Mac ... ? Apple non ha mai puntato sulla quantità e mai lo farà... ma con quel 5% di mercato che ha preso lo sai che negli USA nei primi 3 quarti del 2009 ha fatto più guadagno di TUTTI i produttori di pc ?


Apple ci tiene alle quantità, se no perchè fare tanta pubblicità ingannevole chiamandola PC vs MAC sottointendendo windows, è normale che un'azienda punti ad espnadersi se no non avrebbe fondi per svilupparsi.

Originariamente inviato da: Insaneweb
a livello di browser sono d'accordissimo con te... non sono capaci a fare un browser come si deve come non sono capaci a far diventare iTunes un programma di rispetto... è un mattone incredibile e fa schifo

Spero per loro che vorranno sviluppare sia il cloud computing che il loro browser perchè è inutile publicizzare tanto la presunta assenza di virus e poi tenere un safari che è un colabrodo, per di più a volte sostituito dagli utenti con firefox che mostra anche più vulnerabilità causate dai plugin aggiuntivi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^