Apple indaga sui decessi in Pegatron: condizioni di lavoro e morti non sono collegate

Apple indaga sui decessi in Pegatron: condizioni di lavoro e morti non sono collegate

La notizia della morte di Shi Zhaokun, operaio quindicenne di Pegatron, ha scosso ieri il mondo IT. Apple ha già investigato sull'ondata di decessi, concludendo che non c'è alcun legame fra le condizioni lavorative e gli avvenimenti riportati

di pubblicata il , alle 11:01 nel canale Apple
ApplePegatron
 

Apple ha chiamato in causa una squadra di medici specialisti per indagare sui numerosi casi di decesso negli ultimi mesi in Pegatron. All'interno di uno stabilimento preposto alla produzione di iPhone 5C sono morti recentemente cinque dipendenti, fra cui ha suscitato particolare clamore il caso di Shi Zhaokun, operaio quindicenne disposto ad eludere le leggi sul lavoro cinesi pur di lavorare nella società.

Apple, fornitore Pegatron

Shi Zhaokun è morto di polmonite, come riportato da China Labor Watch, organizzazione attivista per i diritti dei lavoratori, che ha denunciato le dure condizioni lavorative negli stabilimenti Pegatron, e come queste abbiano giocato un ruolo fondamentale nel caso del quindicenne e di altri quattro operai negli ultimi mesi.

I medici specialisti indipendenti hanno confermato quanto riportato da Pegatron nei giorni scorsi. In una dichiarazione riportata da Reuters oggi, infatti, si legge che l'indagine nella fabbrica specifica occorsa il mese scorso non ha portato alla luce prove esplicite che possano dimostrare che le dure condizioni lavorative abbiano fattivamente causato la morte dei dipendenti, anche se la società si rende conto che la notizia "non è di conforto alle famiglie che hanno perso i loro cari".

I fornitori di Apple in Cina sono stati criticati per lunghi periodi riguardo alle dure condizioni lavorative dei propri dipendenti. Il più eclatante è stato il caso di Foxconn, che nel 2010 è stata coinvolta in un grosso numero di suicidi operati all'interno dei propri stabilimenti. Fra le cause dei decessi degli ultimi mesi in Pegatron ipotizzate dalla CLW venivano riportati turni lavorativi eccessivi e altre violazioni delle leggi sul lavoro cinesi.

In una dichiarazione la stessa Pegatron aveva informato di essere al lavoro con medici e specialisti sulla sicurezza in modo da offrire un ambiente lavorativo sicuro per tutti i dipendenti delle proprie fabbriche. Anche Apple ha confermato nuovamente il proprio impegno nel fornire un posto di lavoro sicuro a tutti i lavoratori delle proprie catene di fornitura, dichiarando che un team è al lavoro con Pegatron per assicurare che le condizioni dei dipendenti soddisfino gli standard Apple e del settore.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
doc198013 Dicembre 2013, 11:35 #1
Mah! Siamo tornati ai primi periodi della rivoluzione industriale dove l'essere umano era solo un semplice pezzo di ricambio sostituibile in qualsiasi momento e le persone pur di non perdere il posto di lavoro lavoravano in condizioni disumane. Stiamo tornando proprio in quella direzione e non solo in paesi come la Cina. Quanti di noi Italiani stanno accettando compromessi pur di non perdere il posto di lavoro?
thrawn13 Dicembre 2013, 11:48 #2
Sono d'accordo solo in parte... Quanto si prende lo stato del tuo stipendio e quanto si prende dal datore di lavoro? Ma soprattutto per farne cosa? Corruzione, stipendi da favola di funzionari statali e peggio ancora di politici, soldi buttati in opere pubbliche inutili e si potrebbero riempire decine di pagine...

Per dare 1.000 € al mese ad un dipendente il datore di lavoro ne "spende" quasi 3.000 !!! E' questo l'assurdo...

Senza nulla tolgiere ai disgraziati che fanno lavorare i propri dipendenti in condizioni pessime...

Ma se si potesse dare ad un lavoratore 2000 € "spendendone" i soliti 3000 ed aumentando la soddisfazione di entrambi non sarebbe meglio!!!

Il problema è che se un azienda fattura 100 gli rimane 10 e di quello che rimane forse và tolto ancora qualcosa!!! Che vergogna... Altro che condizioni della Cina, sarebbe meglio guardare in casa nostra... :-(
marconi.g13 Dicembre 2013, 13:47 #3

Falsi e ipocriti

Il problema non è (solo) se è morto per le condizioni gravose di lavoro.
Il problema è che ha lavorato oltre il massimo sindacale senza che nessuno lo abbia bloccato. Il problema è che nel 2000 non si dovrebbe morire di polmonite. Il problema è se negli stabilimenti della Pegatron hanno un'infermeria decente. Il problema è se le assenze (giustificate) di malattia) vengono pagate anche in Cina (come avviene ancora nei paesi civili) oppure se ha dovuto lavorare fino all'ultima ora per poter portare quattro spiccioli a casa.
KampMatthew13 Dicembre 2013, 15:37 #4
Originariamente inviato da: marconi.g
Il problema non è (solo) se è morto per le condizioni gravose di lavoro.
Il problema è che ha lavorato oltre il massimo sindacale senza che nessuno lo abbia bloccato. Il problema è che nel 2000 non si dovrebbe morire di polmonite. Il problema è se negli stabilimenti della Pegatron hanno un'infermeria decente. Il problema è se le assenze (giustificate) di malattia) vengono pagate anche in Cina (come avviene ancora nei paesi civili) oppure se ha dovuto lavorare fino all'ultima ora per poter portare quattro spiccioli a casa.



Bravo, concordo, e aggiungo anche

I medici specialisti indipendenti


Quando ci sono di mezzo colossi come questi, di indipendente non c'è proprio nulla. I medici o chi per essi scrivono quello che gli viene detto di scrivere, e basta, tanto a loro che gli frega, si ritroveranno solo il portafogli un po' più gonfio.
Littlesnitch14 Dicembre 2013, 13:01 #5
Originariamente inviato da: thrawn
Sono d'accordo solo in parte... Quanto si prende lo stato del tuo stipendio e quanto si prende dal datore di lavoro? Ma soprattutto per farne cosa? Corruzione, stipendi da favola di funzionari statali e peggio ancora di politici, soldi buttati in opere pubbliche inutili e si potrebbero riempire decine di pagine...

Per dare 1.000 € al mese ad un dipendente il datore di lavoro ne "spende" quasi 3.000 !!! E' questo l'assurdo...

Senza nulla tolgiere ai disgraziati che fanno lavorare i propri dipendenti in condizioni pessime...

Ma se si potesse dare ad un lavoratore 2000 € "spendendone" i soliti 3000 ed aumentando la soddisfazione di entrambi non sarebbe meglio!!!

Il problema è che se un azienda fattura 100 gli rimane 10 e di quello che rimane forse và tolto ancora qualcosa!!! Che vergogna... Altro che condizioni della Cina, sarebbe meglio guardare in casa nostra... :-(


10 minuti di applausi!!!
san80d15 Dicembre 2013, 13:03 #6
Originariamente inviato da: thrawn
Per dare 1.000 € al mese ad un dipendente il datore di lavoro ne "spende" quasi 3.000 !!! E' questo l'assurdo...


SaggioFedeMantova16 Dicembre 2013, 18:42 #7
Originariamente inviato da: thrawn
Sono d'accordo solo in parte... Quanto si prende lo stato del tuo stipendio e quanto si prende dal datore di lavoro? Ma soprattutto per farne cosa? Corruzione, stipendi da favola di funzionari statali e peggio ancora di politici, soldi buttati in opere pubbliche inutili e si potrebbero riempire decine di pagine...

Per dare 1.000 € al mese ad un dipendente il datore di lavoro ne "spende" quasi 3.000 !!! E' questo l'assurdo...

Senza nulla tolgiere ai disgraziati che fanno lavorare i propri dipendenti in condizioni pessime...

Ma se si potesse dare ad un lavoratore 2000 € "spendendone" i soliti 3000 ed aumentando la soddisfazione di entrambi non sarebbe meglio!!!

Il problema è che se un azienda fattura 100 gli rimane 10 e di quello che rimane forse và tolto ancora qualcosa!!! Che vergogna... Altro che condizioni della Cina, sarebbe meglio guardare in casa nostra... :-(


è proprio questo il problema... ma tutti considerano le aziende brutte e cattive

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^