Apple acquisisce LinX Imaging: il prossimo iPhone con fotocamera composita?

Apple acquisisce LinX Imaging: il prossimo iPhone con fotocamera composita?

La Mela, con un esborso di 20 milioni di dollari, si porta in casa una compagnia israeliana che sviluppa moduli fotocamera compositi che permettono di registrare immagini anche tridimensionali da smartphone, con la possibilità di mettere a fuoco dopo lo scatto

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Apple
Apple
 

Con un esborso attorno ai 20 milioni di dollari Apple ha acquisito la compagnia israeliana LinX Imaging specializzata nella realizzazione di moduli fotocamera avanzati per dispositivi mobile. In particolare LinX si dedica allo sviluppo di moduli compositi, che potrebbero trovare spazio all'interno dei prossimi dispositivi iOS.

Lo scorso anno LinX ha annunciato il lancio di una serie di moduli di piccole dimensioni, caratterizzati di fatto da un reticolo di più microcamere similmente a quanto proposto da Pelican Imaging della quale abbiamo avuto modo di parlare lo scorso anno in questa notizia. La tecnologia di LinX permette pertanto di registrare una stessa immagine da prospettive leggermente differenti offrendo perciò varie possibilità creative in fase di post produzione (ricostruzione tridimensionale dell'immagine o messa a fuoco "postuma" come nel caso di Lytro) nonché nuovi ambiti di impiego.

Utilizzando infatti più di due fotocamere - LinX offre moduli da due, tre e quattro lenti - è possibile ricostrure la mappa delle profondità di ciò che è stato registrato ed effettuare misurazioni degli oggetti presenti nell'immagine. Nel complesso è inoltre possibile ottenere immagini di miglior qualità, soprattutto in condizioni di scarsa illuminazione.

Apple ha confermato al Wall Street Journal l'operazione di acquisizione, con l'ormai ben nota e laconica dichiarazione: "Apple acquisisce piccole compagnie tecnologiche di quando in quando, e di norma non riveliamo quali siano le nostre intenzioni in merito o i piani futuri".

Considerando comunque che le prime indiscrezioni riguardanti la prossima generazione di smartphone iPhone indicano la forte possibilità della presenza di un modulo fotocamere a doppia lente, sono elevate le probabilità per cui le tecnologie LinX possano essere utilizzate fin da subito e debuttare all'interno degli iPhone che verranno presentati nel corso del prossimo autunno.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
acerbo15 Aprile 2015, 12:09 #1
20 milioni di dollari?
In pratica é come se io esco a prendermi il caffé al bar ...
Simonex8415 Aprile 2015, 12:14 #2
La speranza è che grazie a LinX riescano a far sparire quell'orrendo obiettivo sporgente sul retro
K-Line15 Aprile 2015, 12:24 #3
immagini stereoscopiche, immagini composte da i megapixel di ogni singola fotocamera che si sommano formando un immagine unica... 8mpixel x 4 = 36 mpixel regolabili via software... ciao ciao concorrenza
demon7715 Aprile 2015, 12:56 #4
Originariamente inviato da: K-Line
immagini stereoscopiche, immagini composte da i megapixel di ogni singola fotocamera che si sommano formando un immagine unica... 8mpixel x 4 = 36 mpixel regolabili via software... ciao ciao concorrenza


E si.. calma calma. Non è mica così semplice.
L'immagine "composita" di quattro fotocamere è una gran boiata perchè c'è lo sfalsamento dei quattro punti di presa.
Se vuoi una immagine da 36 mpx (e a che cavolo serve poi) affidati piuttosto a Nokia che è l'unica con una soluzione valida sotto questo aspetto.

Proseguendo, ok le immagini stereoscopiche, anche se per essere efficaci le fotocamere devono essere due e non così vicine altrimenti perdi l'effetto della profondità troppo in fretta all'aumentare della distanza.
Ti ricordo oltretutto che non molto tempo fa è stata tentata la strada degli smartphone con visuale 3D e fotocamere per scatti 3D.. il tutto naufragato rovinosamente dopo pochissimo per totale disinteresse del pubblico.

L'applicazione più plausibile è fare foto con messa a fuoco variabile tipo Lytro.. altra tecnologia che ha avuto accoglienza piuttosto fredda.. e in effetti dopo breve interesse iniziale in mano resta pochino.

Io penso che apple se la sia comprata perchè veniva via ad un tozzo di pane.. giusto come knowhow per qualche esperimento.
Pier220415 Aprile 2015, 12:58 #5
Originariamente inviato da: K-Line
immagini stereoscopiche, immagini composte da i megapixel di ogni singola fotocamera che si sommano formando un immagine unica... 8mpixel x 4 = 36 mpixel regolabili via software... ciao ciao concorrenza


Quindi dopo lo schermo grande inutile, in Apple cade anche un altro dogma, i millemila pixel non servono a niente
FirePrince15 Aprile 2015, 13:11 #6
I millemila megapixel non servono a niente se aggiungono solo rumore digitale e ingrandiscono i file (ovvero cio' che succede con la tecnologia attuale per quelle dimensioni del sensore). Se aggiungono dettaglio (tutto da dimostrare) allora servono a qualcosa. Comunque e' proprio grazie allo sfalsamento dei punti di ripresa che questa tecnologia dovrebbe garantire immagini di qualita' superiore. Ma e' tutto da vedere, aspettiamo e vediamo cosa tirano fuori dal cilindro.
Mparlav15 Aprile 2015, 13:25 #7
Ma non aggiungono solo rumore digitale e dimensione del file, ma anche dettaglio, grazie a sensori più grandi.
La possibilità di cambiare il focus, o per l'HDR, dopo lo scatto usando una doppia fotocamera, è stato introdotto da HTC, ma in ultimo, lo adotta lo Huawei Honor 6 Plus (doppio sensore 1/3.05" da 8Mpx).
^Alex^15 Aprile 2015, 13:32 #8
Originariamente inviato da: FirePrince
I millemila megapixel non servono a niente se aggiungono solo rumore digitale e ingrandiscono i file (ovvero cio' che succede con la tecnologia attuale per quelle dimensioni del sensore). Se aggiungono dettaglio (tutto da dimostrare) allora servono a qualcosa. Comunque e' proprio grazie allo sfalsamento dei punti di ripresa che questa tecnologia dovrebbe garantire immagini di qualita' superiore. Ma e' tutto da vedere, aspettiamo e vediamo cosa tirano fuori dal cilindro.


Si dicevano le stesse cose anche quando acquisì la società che ha sviluppato e affinato il sensore di impronte.
A parte che hanno talmente tanti soldi nelle casse da potersi comprare quasi chiunque.
Se lo hanno fatto, avranno avuto le loro buone ragioni...
Marko#8815 Aprile 2015, 13:41 #9
Originariamente inviato da: K-Line
immagini stereoscopiche, immagini composte da i megapixel di ogni singola fotocamera che si sommano formando un immagine unica... 8mpixel x 4 = 36 mpixel regolabili via software... ciao ciao concorrenza




Originariamente inviato da: demon77
E si.. calma calma. Non è mica così semplice.
L'immagine "composita" di quattro fotocamere è una gran boiata perchè c'è lo sfalsamento dei quattro punti di presa.
Se vuoi una immagine da 36 mpx (e a che cavolo serve poi) affidati piuttosto a Nokia che è l'unica con una soluzione valida sotto questo aspetto.

Proseguendo, ok le immagini stereoscopiche, anche se per essere efficaci le fotocamere devono essere due e non così vicine altrimenti perdi l'effetto della profondità troppo in fretta all'aumentare della distanza.
[B][COLOR="DarkRed"]Ti ricordo oltretutto che non molto tempo fa è stata tentata la strada degli smartphone con visuale 3D e fotocamere per scatti 3D.. il tutto naufragato rovinosamente dopo pochissimo per totale disinteresse del pubblico.[/COLOR][/B]

L'applicazione più plausibile è fare foto con messa a fuoco variabile tipo Lytro.. altra tecnologia che ha avuto accoglienza piuttosto fredda.. e in effetti dopo breve interesse iniziale in mano resta pochino.

Io penso che apple se la sia comprata perchè veniva via ad un tozzo di pane.. giusto come knowhow per qualche esperimento.


Mi tocca mio malgrado ricordarti il potere di Apple. Se HTC o Nokia (nomi a caso) tirano fuori la tal tecnologia non se la fila nessuno (anche fosse valida). Se lo fa Apple viene vista come la rivoluzione, la feature di cui non si poteva fare a meno, il miracolo.
C'è da dire in loro favore che quando implementano qualcosa lo fanno bene, senza ombra di dubbio. Ma i fan della casa si esalterebbero comunque, vedi schermo grande che prima era una merda, poi una necessità (e fa ridere perchè in una scocca enorme rispetto alla concorrenza).
FirePrince15 Aprile 2015, 14:11 #10
Comunque lo schermo grande merda era e merda rimane. Il 6+ e' assolutamente grottesco (come i vari Note e compagnia cantando). Lo stesso iPhone 6 e' troppo grande, anche se e' quantomeno usabile, cosa che non si puo' dire del fratello maggiore.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^