Apple, 39 miliardi di dollari di tasse negli USA: ecco l'enorme piano di investimenti

Apple, 39 miliardi di dollari di tasse negli USA: ecco l'enorme piano di investimenti

In risposta alle nuove leggi fiscali americane volute da Trump, Apple ha annunciato un enorme piano di rimpatrio delle finanze mantenute oltreoceano e di investimenti per i prossimi cinque anni

di pubblicata il , alle 19:01 nel canale Apple
Apple
 

Apple ha appena evidenziato i piani per contribuire nella crescita economica americana attraverso la creazione di nuovi impieghi e l'attuazione di investimenti con l'obiettivo di contribuire nell'economia nazionale con 55 miliardi di dollari durante quest'anno e circa 350 miliardi di dollari nei prossimi 5 anni. Il contributo di lungo termine sarà garantito da nuovi posti di lavoro diretti, investimenti con fornitori americani, e con l'economia di App Store. La società aumenterà anche il suo Advanced Manufacturing Fund da 1 miliardo a 5 miliardi di dollari.

Si tratta, quest'ultimo, di un fondo nato per creare posti di lavoro negli Stati Uniti con investimenti a favore dei fornitori. Apple ha già investito 200 milioni di dollari in Corning, società produttrice di Gorilla Glass, e 390 milioni in Finisar, produttore di alcuni dei componenti che si trovano sulla True Depth Camera di iPhone X: "Apple è una storia di successo che poteva accadere solamente in America, e siamo orgogliosi di costruire la nostra lunga storia di supporto per l'economia americana", ha dichiarato Tim Cook in una lunga lettera in cui ha diffuso i piani.

Inoltre, Apple intende rimpatriare molti dei profitti tenuti fuori dagli USA accettando di pagare tasse di circa 38 miliardi di dollari. Si tratta con molte probabilità del pagamento più ingente mai fatto dalla società, e fra i più grandi nella storia nazionale. Le tasse di rimpatrio e gli investimenti annunciati dalla Mela ammontano a circa 75 miliardi di dollari come contributo nell'economia americana all'interno dei 350 miliardi annunciati. La compagnia pagherà il 15,5% di tasse per rimpatriare le casse oltreoceaniche, riportando negli USA circa 245 miliardi di dollari.

Apple ha promesso la creazione di 20 mila nuovi posti di lavoro, con una spesa stimata in 30 miliardi di dollari per l'ingaggio di nuovi impiegati nel campus esistente e in un nuovo campus di prossima apertura la cui località verrà annunciata nel 2018. Più di 10 miliardi di dollari verranno investiti in data center posizionati all'interno dei confini nazionali, come ad esempio una nuova struttura in Nevada. Infine, la compagnia investirà parte del suo capitale nell'educazione, con iniziative che aiuteranno la gente a sviluppare con Swift e altri progetti.

In risposta delle nuove leggi fiscali americane, gli impiegati della compagnia riceveranno inoltre un bonus di 2.500 dollari in azioni della società, che arriveranno in tutto il mondo nei prossimi mesi a tutti coloro che non hanno un ruolo dirigenziale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Klontz19 Gennaio 2018, 10:30 #1

e questo è l'altro volto di Trump !!

e questo è l'altro volto di Trump !!
Io lavoro per una grande compagnia americana, oggi mi ha inviato una email dove grazie a questa nuova legge fiscale, mi verrà erogato un bonus di 500 dollari, così senza aver fatto un kaiser !! e lavoro in Italia !!!
Non ho mai ricevuto una cippa lippa perché un qualche governo italiano aveva fatto qualcosa per le imprese nostrane e non in cui ho lavorato negli ultimi 20 anni... questi invece pagano pure i dipendenti oltreoceano !!
predator8719 Gennaio 2018, 10:37 #2
Come no? E gli 80€ di Renzi? Io mi son fatto la villa con piscina
Unrue19 Gennaio 2018, 10:52 #3
Trump è un imprenditore, e da questo punto di vista è imbattibile. Sicuramente sa muoversi e discutere con le varie aziende. il problema è quando inizia a parlare al di fuori dell'ambito imprenditoriale.
ComputArte20 Gennaio 2018, 01:00 #4

Tutto bello...ma da dove vengono i soldi?!?!

Quando inizia a tirare aria "brutta" chi ha "ruspato" in barba alle leggi ed ai regolamenti extra americani ( ....quelli europei , per esempio ) , ora si affretta a far rientrare i capitali dove potrà beneficiare di protezione ed agevolazioni....
Dopo aver depredato le economie mondiali, con un Trump che minaccia sanzioni VERE, far rientrare l 'enorme liquidità è l'unica opzione...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^