Huawei P30 batte Samsung Galaxy S10e: ecco il confronto dei top a 600 Euro

Huawei P30 batte Samsung Galaxy S10e: ecco il confronto dei top a 600 Euro

In ambito Android sono i due dispositivi di fascia alta più convenienti: Huawei P30 e Samsung Galaxy S10e offrono molte delle caratteristiche hardware e software dei top di gamma assoluti (S10/S10+ e P30 Pro) ad un prezzo decisamente più concorrenziale e con qualche piccolo compromesso. Ma fra i due c'è un vincitore, ed è Huawei P30. Nella pagina trovate tutte le nostre considerazioni.

di pubblicato il nel canale Telefonia
HuaweiSamsungGalaxy
 

Huawei P30 vs Samsung Galaxy S10e

Comprare un top di gamma, specie se non ci si affida ad una soluzione in contratto, significa dover considerare una spesa più che consistente. Non sono ormai rari gli esempi di smartphone flagship da oltre 1.000 euro e, con l'arrivo dei dispositivo pieghevoli, dovremo abituarci a soglie di prezzo ancor più elevate. È per questo che tutte le compagnie propongono, proprio sotto la fascia "top", una soluzione con il numero più basso possibile di compromessi caratterizzata da prestazioni elevate, da hardware ricercato e qualche piccolo limite tipicamente nella fotocamera, nelle dimensioni e nel design. Appartengono a questa interessante categoria di mercato Huawei P30 e Samsung Galaxy S10e, dispositivi che si equivalgono ai flagship per molti versi ma che rinunciano ad alcune caratteristiche. In questo articolo vedremo quali sono i compromessi e quale scegliere se si ha un budget da spendere di circa 600 euro (prezzo online).


A sinistra Huawei P30, a destra Samsung Galaxy S10e

INDICE

Specifiche tecniche, differenze fra Huawei P30 e Galaxy S10e


Huawei P30
Samsung Galaxy S10e
OS (al lancio)
Android 9 Pie con EMUI 9.1
Android 9 Pie con One UI
Processore
HiSilicon Kirin 980 a 7-nm
2 x Cortex-A76 @ 2,6 GHz
2 x Cortex-A76 @ 1,92 GHz
4 x Cortex-A55 @ 1,8 GHz
Exynos 9820 980 a 8-nm
2 x Mongoose M4 @ 2,73 GHz
2 x Cortex-A75 @ 2,31 GHz
4 x Cortex-A55 @ 1,95 GHz
Memorie
6 GB di RAM
128 GB
Espansione via NM Card
6 - 8 GB di RAM
128 - 256 GB
Espansione via microSD
Display
6,1" OLED (19.5:9)
2340x1080 px
5,8" Dynamic OLED (19:9)
2280x1080 px (438 PPI)
Fotocamere

Retro (3 fotocamere):
Normale (27 mm): 40 MP SuperSpectrum f/1.8
Ultra-wide (16 mm): 16 MP f/2.2
Tele 3x Zoom: 8 MP f/2.4 OIS

AIS - Ottiche Leica
Video Ultra HD @ 30 fps
Slow-mo 720p @ 960 fps

Fronte:
32 MP f/2.0 (normale)

Retro (2 fotocamere):
Normale (26 mm): 12 MP f/1.5-2.4 OIS
Ultra-wide (12 mm): 16 MP f/2.2

Video Ultra HD @ 60 fps
Slow-mo 720p @ 960 fps

Fronte:
10 MP f/1.9 (normale)

Extra

4G LTE Cat. 16 (1.000 Mbps)
Wi-Fi ac 2.4-5GHz
Bluetooth 5.0
NFC
Dual SIM (Nano)
Sensore d'impronte
IP-53

4G LTE Cat. 20 (2.000 Mbps)
Wi-Fi ax 2.4-5GHz
Bluetooth 5.0
NFC
Dual SIM (Nano, ibrido)
Sensore d'impronte laterale
IP-68

Porte
USB Type-C
Porta audio 3.5mm
USB Type-C
Porta audio 3.5mm
Batteria
3.650 mAh
Ricarica rapida 22,5W SuperCharge

3.100 mAh
Ricarica rapida 15W
Ricarica wireless 15W
Reverse Wireless Charging 9W
Dimensioni
149,1 x 71,4 x 7,6 mm
142,2 x 69,9 x 7,9 mm
Peso
165 grammi
150 grammi

Come abbiamo già anticipato, entrambi gli smartphone utilizzano piattaforme top, il massimo che i produttori sono riusciti a sfornare in questa generazione. Da una parte Huawei P30 sfodera il suo processore HiSilicon Kirin 980 octa-core stampato a 7-nm con quattro core Cortex-A76 di cui due da 2,6 GHz. Dall'altra parte abbiamo un'altra soluzione proprietaria, il Samsung Exynos 9820 a 8-nm, anch'esso un octa-core ma con due core proprietari da 2,73 GHz delegati ai carichi computazionali più gravosi. Entrambi i processori Samsung e Huawei usano una struttura 2 x 2 x 4 per i tre cluster di core presenti nel package, ma solamente Kirin 980 può disporre di una Dual NPU per quanto riguarda l'esecuzione via hardware dei calcoli necessari per le funzioni di Intelligenza Artificiale e machine learning.


A sinistra Huawei P30, a destra Samsung Galaxy S10e

Huawei P30 viene proposto in un'unica versione da 6 GB di RAM e 128 GB di storage, mentre Galaxy S10e viene venduto in due varianti: una da 6 GB di RAM e 128 GB di storage, l'altra - ben più rara - da 8 GB di RAM e 256 GB di storage integrato. I due smartphone danno la possibilità di espandere lo spazio di archiviazione con uno slot condiviso con la seconda SIM (nelle versioni Dual SIM): Galaxy S10e utilizza le tipiche microSD, dando grande possibilità di scelta all'utente; Huawei P30 invece è compatibile solo ed esclusivamente con il formato proprietario NM Card, preferendo quindi una maggiore compatibilità e prestazioni garantite sempre estremamente elevate.

Un'altra differenza fondamentale è data dal display: entrambi gli smartphone usano pannelli AMOLED di qualità sopraffina, ma le dimensioni sono diverse. Samsung Galaxy S10e può essere definito uno smartphone molto compatto (il display è da 5,8"), mentre Huawei P30 vanta dimensioni più comuni costringendo l'utente a qualche compromesso in meno in termini di usabilità con i suoi 6,1" di diagonale. Sia l'uno che l'altro supportano la risoluzione Full HD+, ma cambia l'aspect-ratio (19:9 per S10e, 19.5:9 per P30) con lo smartphone di Huawei che è leggermente più lungo. Ci sono piccole differenze anche per quanto riguarda il modem: Galaxy S10e è compatibile con connessioni 4G LTE fino alla Cat. 20 (2.000 Mbps), mentre Huawei P30 si ferma alla Cat. 16 (1.000 Mbps). È praticamente impossibile distinguere differenze di prestazioni in tale ambito, anche perché si tratta di limiti non ancora raggiunti in Italia.

I due smartphone sono certificati per la resistenza ai liquidi (S10e IP-68, P30 IP-53), possono essere sbloccati via sensore d'impronte (Galaxy S10e ha però il sensore in una posizione un po' strana e difficile da raggiungere) e via riconoscimento facciale bidimensionale. Le batterie sono da 3.100 e 3.650 mAh rispettivamente per S10e e P30, ricaricabili rapidamente (22,5W per P30 contro i 15W di Galaxy S10e). Solo Galaxy S10e supporta la ricarica wireless, e può essere utilizzato per caricare senza l'uso di fili anche dispositivi esterni compatibili con lo standard Qi (ma sconsigliamo di farlo con una batteria da 3.100 mAh, soprattutto se Galaxy S10e è lo smartphone che utilizzerete tutti i giorni). Non mancano su entrambi i modelli: Bluetooth 5.0, Wi-Fi ac dual-band, NFC, porta USB Type-C. In termini di dimensioni Galaxy S10e è certamente più compatto, ma P30 non è sicuramente un "padellone".


Clicca per ingrandire

Le differenze non sono enormi (soprattutto in larghezza), ma la diagonale superiore di Huawei P30 si fa sentire abbastanza nell'uso di tutti i giorni (senza scomodare l'autonomia). Meritano un capitolo a parte le fotocamere, di cui parleremo più avanti nell'articolo.

Huawei P30 e Galaxy S10e, dotazioni e prezzi

Le dotazioni dei due smartphone sono molto simili, ma non identiche: entrambi hanno infatti caricabatterie, cavo USB Type-C per la ricarica, auricolari con connettore da 3.5mm, clip per l'estrazione del vano SIM e vari manuali più o meno utili. Galaxy S10e ha auricolari AKG di qualità leggermente superiore rispetto a quelli marchiati Huawei presenti nella scatola del P30, tuttavia il caricabatterie di P30 è più veloce e di qualità superiore, con specifiche migliori: 5V e 2.4A per i cinesi, contro i 9V e 1.67A per i coreani. Galaxy S10e viene fornito con due adattatori abbastanza utili: abbiamo un adattatore OTG da USB Type-A a USB Type-C (utile per usare chiavette USB sfruttando la porta Type-C del dispositivo) e un adattatore da microUSB a USB Type-C. Per quanto riguarda la dotazione, quindi, il top compatto di Samsung ha un leggero vantaggio rispetto al modello Huawei.

I prezzi ufficiali sono sostanzialmente identici, quindi nei canali di vendita tradizionali è lecito attendersi la stessa situazione:

  • Huawei P30: 799,90€
  • Samsung Galaxy S10e: 799,00€

Cambiano invece gli street-price, che vedono Samsung in leggero vantaggio in questo preciso momento per via di una svalutazione più consistente. Galaxy S10e si può comprare a circa 570€ su Amazon; Huawei P30 fra i 620€ e i 650€.

Software

Huawei P30 e Samsung Galaxy S10e vengono venduti entrambi con il sistema operativo Android 9 Pie, il primo con la EMUI 9.1, il secondo con la Samsung One UI. Questi nomi identificano due delle personalizzazioni più celebri e profonde di Android, caratteristica che probabilmente fa storcere il naso ai puristi della versione "stock" ma che al tempo stesso consente di avere numerose funzionalità aggiuntive che a volte anticipano le funzioni presenti sulla versione pura del sistema operativo di Google. Sia P30 sia Galaxy S10e abbracciano l'esperienza d'uso full-screen attraverso le gesture, eliminando quindi la barra di navigazione inferiore a favore di un sistema di controllo più moderno.


Huawei P30 - Interfaccia utente

Per quanto riguarda la navigazione abbiamo preferito l'approccio di Huawei P30, che offre la navigazione a tre tasti tradizionale, quella con gesture e con un menu "veloce" attraverso un unico piccolo tasto circolare che può essere spostato lungo tutta la schermata. Il sistema con le gesture è invece fra i più riusciti in ambito Android e ricorda un po' quello di iPhone X: con uno swipe dalla parte inferiore verso l'alto si torna alla Home, con uno swipe orizzontale dai due bordi si torna indietro, mentre con uno swipe dalla parte inferiore verso l'alto in maniera prolungata si accede alle app in background. Il sistema con gesture di Galaxy S10e è invece meno intuitivo e porta l'utente a sbagliare input con più facilità: tutte le azioni si attivano con uno swipe dal basso verso l'alto dalla parte inferiore della schermata. Se si compie la gesture al centro si torna alla Home, mentre a destra o sinistra si può selezionare se tornare indietro o passare alle app in background.


Samsung Galaxy S10e - Interfaccia utente

Per quanto riguarda le funzionalità presenti si mostra in leggero vantaggio Galaxy S10e, ad esempio con Samsung Pay integrato nativamente (Huawei Pay in Italia non è ancora arrivato, ma dovrebbe essere questione di mesi) o il pannellino App Edge che può essere richiamato con uno swipe da uno dei due lati e consente di lanciare rapidamente le app preferite (la lista è personalizzabile). A controbilanciare la situazione per Huawei c'è però una maggiore ottimizzazione software e un miglior controllo dei consumi energetici (che funziona davvero bene), quindi difficile decretare un vincitore fra i due modelli: offrono entrambi un'esperienza software di altissima qualità, affermazione che solo pochi anni fa, ai tempi della TouchWiz o delle prime release della EMUI, sarebbe stata impossibile da pronunciare.

Esperienza d'uso e autonomia - Meglio Huawei P30

Sia Huawei P30 che Samsung Galaxy S10e sono in grado di sfoderare prestazioni molto elevate in tutti i frangenti: grande fluidità, reattività massima in tutte le circostanze, compatibilità piena con tutti i software di Google Play Store, totale assenza di crash e impuntamenti gravi. A voler essere pignoli Samsung Galaxy S10e mostra una maggiore predisposizione al micro-lag, ad esempio durante lo scorrere delle pagine, e anche nel corso del tempo il software coreano tende ad appesantirsi e a richiedere con più frequenza il ripristino del dispositivo per ritornare alle prestazioni "originali". La UI di Samsung (adesso si chiama One UI) è migliorata parecchio nel corso delle ultime generazioni, ma in termini di ottimizzazione ed efficienza è un po' indietro alla EMUI. Se sul piano grafico le differenze non sono poi così eclatanti ed entrambi danno la possibilità di cambiare tema (oltre ad altri elementi), a nostro avviso la E-MUI funziona meglio e offre prestazioni più consistenti e prevedibili.

Parlando di esperienza d'uso non possiamo che descrivere materiali e dimensioni dei due terminali. Entrambi usano scocche di natura premium con vetro e frame metallici, ed entrambi dispongono di una piccola tacca frontale nel display: in realtà Galaxy S10e fa uso di un foto per la fotocamera anteriore, P30 invece ha una notch a goccia. Sono due soluzioni diverse che non danno troppe noie, con la notch di P30 che è più semplice da gestire: basta mettere una barra nera in alto per sacrificare un po' di schermo ma nascondere l'elemento, cosa che non si può fare con Galaxy S10e. Con il top compatto di Samsung troveremo inesorabilmente il foro in mezzo ai contenuti, ad esempio con foto o app a pieno schermo. Inoltre, esteticamente Huawei P30 è più simile al top dei top di Huawei, P30 Pro, di quanto Galaxy S10e non sia simile a Galaxy S10 o S10+. L'estetica è più curata sul device cinese, mentre alcuni dettagli della scocca di S10e danno una vaga sensazione di economico.

Non abbiamo apprezzato molto la posizione del sensore d'impronte su Galaxy S10e, posto troppo in alto nel frame laterale del dispositivo. È difficile da raggiungere e costringe a posizionare la mano in modo innaturale. Huawei P30 utilizza invece un sensore d'impronte sotto-vetro molto più raffinato e funzionale, molto veloce e abbastanza affidabile nel rilevare correttamente l'impronta dell'utente.


Clicca per ingrandire

Per quanto invece riguarda le dimensioni Galaxy S10e è leggermente più compatto rispetto a Huawei P30 ma, come scrivevamo in sede di recensione del coreano, siamo davvero disposti a tornare indietro? Anche gli amanti del "compatto a tutti i costi" potrebbero non voler più sacrificare l'esperienza d'uso che può dare un pannello più ampio a favore dell'uso con una mano, con Galaxy S10e che è più scomodo di altri top di gamma quando si vogliono compiere operazioni un po' più complesse del normale. Lo stesso discorso possiamo farlo per la tastiera, che è più piccola ed è più facile sbagliare. Troviamo oggettivamente migliore l'approccio di Huawei P30, che a nostro avviso integra una scocca dalle dimensioni ideali: né troppo grandi né troppo piccole, per un uso sia normale sia un po' più avanzato. Huawei P30 è uno smartphone comodo da usare, anche con una mano, pur offrendo un'ottima leggibilità degli elementi.

L'autonomia è senza mezzi termini molto superiore su Huawei P30. Le dimensioni compatte di Galaxy S10e hanno obbligato Samsung a inserire una unità da soli 3.100 mAh, laddove P30 può sfoderare ben 3.650 mAh. Non solo nel nostro test d'autonomia P30 surcalassa Galaxy S10e, ma nell'uso di tutti i giorni le differenze sono anche superiori. Questo perché la E-MUI di Huawei è molto meglio ottimizzata in termini di gestione dei consumi in stand-by e delle frequenze operative del SoC, offrendo una modalità di risparmio energetico molto più bilanciata rispetto a quella di default del Galaxy S10e. Il dispositivo coreano, invece, se usato in maniera massiccia richiede una ricarica prima di cena, cosa che non succede su P30.

Display - Vince Galaxy S10e

Come abbiamo scritto poco sopra Samsung Galaxy S10e e Huawei P30 utilizzano entrambi pannelli flat con tecnologia Dynamic AMOLED, per il primo, e AMOLED per il secondo. Si tratta di pannelli di qualità estremamente elevata, anche se Galaxy S10e ha un discreto vantaggio sul modello concorrente. Samsung può sfruttare tecnologie proprietarie ai vertici della categoria sui propri smartphone, e di anno in anno sfoggia quella che è considerata quasi in maniera unanima la migliore tecnologia del settore. Lo stesso si può dire con Galaxy S10e che, se si escludono le dimensioni, ha un display pazzesco da tutti i punti di vista. Raggiunge una luminosità massima di ben 1108 cd/m² (drogando un po' la curva del gamma per migliorare la visibilità delle ombre sotto la luce del sole), offre un bilanciamento cromatico perfetto e riesce a coprire interamente il gamut DCI-P3.


Huawei P30


Samsung Galaxy S10e

È di grandissima qualità anche il pannello di Huawei P30, ma non raggiunge i livelli di Samsung: la luminosità massima è elevatissima, ma si ferma a 730 cd/m², il bilanciamento cromatico è ad alti livelli e il triangolo DCI-P3 è un po' meno esteso rispetto al pannello installato su S10e. C'è da dire che a massima luminosità la curva del gamma rimane più fedele al riferimento (e le ombre più corrette), ma si tratta di una correttezza difficile da percepire sotto la luce del sole. In questo ambito Samsung ha chiaramente un vantaggio difficile da colmare.

Fotocamere - Stravince Huawei P30

Fino a qualche anno fa Samsung era imbattibile anche nell'ambito fotografico, tuttavia con P20 Pro Huawei ha scombussolato l'intero mercato attraverso soluzioni sofisticate e al contempo dalla grande qualità d'immagine. E con i nuovi flagship pare che Samsung non sia stata in grado di rispondere in maniera efficace: se da una parte l'obiettivo periscopico di P30 Pro ha portato aria nuova nel mercato, anche per quanto concerne i top compatti Huawei ha un discreto vantaggio rispetto a Samsung. Questo vale sia in termini di qualità delle immagini, sia - soprattutto - in termini di versatilità.


Clicca per ingrandire

Huawei P30, caratteristiche della fotocamera

  • Standard
    • Sensore SuperSpectrum da 40 MP
    • Obiettivo grandangolare con apertura f/1.8
    • AIS (AI Image Stabilization)
  • Ultra-wide
    • Sensore da 16 MP
    • Obiettivo 0.5x con apertura f/2.2
  • Zoom
    • Sensore da 8 MP
    • Obiettivo 3x Optical Zoom con apertura f/2.4
    • Zoom digitale 5x
    • OIS
  • Video 4K Ultra HD @ 30 fps
  • Slow-motion HD @ 960 fps

Fotocamera anteriore (P30 e P30 Pro)

  • Standard
    • Sensore da 32 MP
    • Obiettivo con apertura f/2.0

Samsung Galaxy S10e, caratteristiche della fotocamera

  • Standard
    • Sensore da 12 MP
    • Obiettivo con apertura variabile f/1.5-2.4
    • OIS
  • Ultra-wide
    • Sensore da 16 MP
    • Obiettivo 0.5x con apertura f/2.2
  • Video 4K Ultra HD @ 60 fps
  • Slow-motion HD @ 960 fps

Fotocamere anteriori

  • Standard
    • Sensore da 10 MP
    • Obiettivo con apertura f/1.9
  • Video 4K Ultra HD @ 30 fps

Su Huawei P30 abbiamo quindi tre moduli diversi, su Galaxy S10e solo due e manca lo zoom ottico. Una carenza imperdonabile, a nostro avviso, soprattutto considerando che il concorrente diretto implementa un ottimo teleobiettivo con fattore d'ingrandimento 3x con un potere risolutivo molto elevato e capace di raccogliere tantissimi dettagli in più rispetto al modulo standard. Abbiamo già affrontato l'argomento in maniera oggettiva sul nostro confronto fotografico pubblicato il mese scorso. Dal canto suo Galaxy S10e risponde con un modulo principale stabilizzato otticamente (Huawei usa la stabilizzazione via Intelligenza Artificiale) e obiettivo ad apertura di diaframma variabile, caratteristica che comunque nell'uso di tutti i giorni non si fa sentire molto.

La fotocamera di Huawei P30 è oggettivamente migliore rispetto a quella di Galaxy S10e, con una modalità a 40 MP letteralmente impressionante e con una serie di funzionalità accessorie presenti nella fotocamera nativa davvero interminabile. I moduli ultra-grandangolari più o meno si equivalgono, ma anche in questo caso il cinese mantiene una precisione migliore nei colori e la possibilità di attivare l'Intelligenza Artificiale se si vuole aumentare la saturazione o preferire altre impostazioni sulla base di quello che effettivamente la fotocamera sta inquadrando. Sono inferiori le possibilità di scelta su Galaxy S10e e leggermente peggiore la qualità delle immagini e la precisione dei colori, anche se comunque ci troviamo di fronte a un'ottima fotografica.

Entrambi gli smartphone dispongono di una "modalità notte" che consente di scattare foto luminose anche in condizioni di scarsissima luminosità. In questo caso si fa sentire in positivo la presenza della stabilizzazione ottica su Galaxy S10e, anche se le foto notturne del modello di Samsung appaiono sì più nitide del corrispettivo Huawei, ma anche con un rumore di fondo più marcato.

Huawei P30 e Galaxy S10e: esempi di scatto

Clicca sulle immagini per ingrandire a risoluzione piena

e
Huawei P30 (40 MP) - Obiettivo grandangolare
Clicca qui per la versione a 10 MP

e
Samsung Galaxy S10e (12 MP) - Obiettivo grandangolare


Dettaglio (Foto P30 ridimensionata per rendere le dimensioni degli elementi simili)

e
Huawei P30 (16 MP) - Obiettivo ultra-grandangolare

e
Samsung Galaxy S10e (16 MP) - Obiettivo ultra-grandangolare


Dettaglio (Foto P30 ridimensionata per rendere le dimensioni degli elementi simili)

e
Huawei P30 (10 MP) - Obiettivo grandangolare

e
Samsung Galaxy S10e (12 MP) - Obiettivo grandangolare


Dettaglio (Foto S10e ridimensionata per rendere le dimensioni degli elementi simili)

e
Huawei P30 (16 MP) - Obiettivo ultra-grandangolare

e
Samsung Galaxy S10e (16 MP) - Obiettivo ultra-grandangolare


Dettaglio (Foto P30 ridimensionata per rendere le dimensioni degli elementi simili)

e
Huawei P30 (10 MP) - Obiettivo grandangolare

e
Samsung Galaxy S10e (12 MP) - Obiettivo grandangolare


Dettaglio - Crop 100%

e
Huawei P30 (10 MP) - Obiettivo grandangolare

e
Samsung Galaxy S10e (12 MP) - Obiettivo grandangolare


Dettaglio - Crop 100%

e
Huawei P30 (8 MP) - Obiettivo Zoom 3x

e
Samsung Galaxy S10e (12 MP) - Obiettivo grandangolare. Zoom 3x digitale


Dettaglio (Foto S10e ridimensionata per rendere le dimensioni degli elementi simili)

e
Huawei P30 (8 MP) - Obiettivo Zoom 3x

e
Samsung Galaxy S10e (12 MP) - Obiettivo grandangolare. Zoom 3x digitale


Dettaglio (Foto S10e ridimensionata per rendere le dimensioni degli elementi simili)

e
Huawei P30 (32 MP) - Fotocamera frontale

e
Samsung Galaxy S10e (10 MP) - Fotocamera frontale


Dettaglio - (Foto P30 ridimensionata per rendere le dimensioni degli elementi simili)

Nelle foto che abbiamo pubblicato si possono vedere alcune caratteristiche abbastanza evidenti dei due dispositivi. Huawei P30 riesce a catturare un quantitativo di dettaglio superiore rispetto a Galaxy S10e in quasi tutte le circostanze nonostante l'assenza della stabilizzazione ottica nel modulo principale. Quando si scatta a 40 MP si perde un po' di lucentezza nei colori ma i dettagli raccolti sono sensibilmente superiori rispetto a quelli delle foto del concorrente. La fotocamera ultra-grandangolare del device cinese è superiore senza possibilità di replica rispetto a quella di S10e: dettagli, colori, incisività della foto e correzione della distorsione sono semplicemente a un altro livello su Huawei P30. In tutte le condizioni lo smartphone cinese ha la meglio e, in aggiunta, ha un modulo in più con teleobiettivo. Gli scatti con zoom 3x che riportiamo non necessitano di commenti: quando non ci si può avvicinare con i piedi e serve un aiuto da parte dell'obiettivo P30 risponde, e lo fa benissimo con uno zoom 3x di ottima qualità, S10e rimane in silenzio affidandosi all'ingrandimento digitale, per quel che può fare. Al buio non si notano grandi differenze fra i due top compatti, mentre per quanto riguarda la gestione del flash è un po' più equilibrata e meglio bilanciata quello del P30. Anche la fotocamera frontale è di qualità superiore su P30, dove aiutano i 32 MP del sensore implementato dai cinesi. Quando manca la luce, invece, i due moduli più o meno si equivalgono.

Huawei P30 o Galaxy S10e: quale comprare?


Huawei P30 è uno smartphone più concreto e si configura come una soluzione superiore rispetto a Galaxy S10e

Alla luce delle considerazioni che trovate in questa pagina non è difficile individuare un vincitore fra i due super top compatti. Se alcuni anni fa probabilmente non ci saremmo neanche posti il quesito nella scelta fra smartphone top delle due compagnie, con Samsung che avrebbe avuto la meglio, nell'attuale generazione la situazione si è decisamente ribaltata. Galaxy S10e vince a nostro avviso solo nella qualità del display, ma in tutto il resto è preferibile il modello dell'agguerrita concorrente diretta. Huawei P30 è uno smartphone più concreto e sfruttabile nell'uso di tutti i giorni, non è poi così tanto più grande e vanta dimensioni a metà strada fra Galaxy S10e e iPhone XR. Un approccio, quello di Huawei, che riteniamo più ragionato.

S10e non regge inoltre al confronto della fotocamera e dell'esperienza d'uso di tutti i giorni. Se con Huawei P30 è possibile scattare in ogni circostanza affidandosi a fotocamere standard e ultra-grandangolare di buona qualità, e al miglior zoom ottico in circolazione (se si esclude P30 Pro), dall'altra parte c'è Galaxy S10e che offre una fotocamera standard di ottimo livello, abbinata però a una ultra-grandangolare che fa un po' storcere il naso. Stesso discorso per quanto riguarda l'esperienza d'uso: Huawei P30 offre prestazioni simili a quelle di S10e, una fluidità quasi impercettibilmente più granitica e al contempo un'autonomia enormemente superiore rispetto a S10e e più "prevedibile" nel corso delle diverse giornate d'uso.

Insomma, se da una parte S10e è più piccolo e maneggevole, dall'altra Samsung si è trovata costretta ad accettare dei compromessi che rendono l'esperienza d'uso dello smartphone un po' più frustrante. Rimane un buon cellulare, ma nella fascia di prezzo dei "top di gamma economici" a nostro avviso Huawei P30 si configura come una soluzione migliore, più versatile e capace di offrire più soddisfazioni anche e soprattutto dopo lunghi periodi di utilizzo.

44 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ninja75010 Maggio 2019, 16:29 #1
nella scheda comparativa è riportato IP-53 per huawei e IP-68 per samsung mentre nell'articolo "I due smartphone sono certificati IP-68" quale è il livello corretto per entrambi?

idem il wifi è ac / ax o ax per entrambi?
ciuketto10 Maggio 2019, 16:41 #2
Non scrivevo in questo forum da una vita, ma nel leggere tante castronerie in una sola recensione mi è parso doveroso intervenire.
Partiamo dalla certificazione IP68 che voi attribuite ad entrambi i telefoni.
FALSO. P30 è ip53.
Continuiamo con i riferimenti NULLI all'ergonomia nettamente migliore di S10E.
Andiamo avanti con la mancata citazione (incomprensibile) alle bixby routines, vera e propria killer feature della personalizzazione Samsung.
Più avanti continuerò con le cose che OGGETTIVAMENTE vi siete dimenticati o avete sbagliato, fatemi farvi notare come comunque siate i primi recensori al mondo a giudicare la emui più intuitiva e semplice della nuova one ui. Qui pare quasi l's10e non lo abbiate usato e abbiate fatto la review ad un base di gamma con la touchwiz.
Andiamo avanti e parliamo dei riferimenti nulli ai lag della emui.
Notch meglio del foro. E vabbè, opinioni. Ma anche qua fatemi notare che siete gli unici recensori che io abbia potuto ascoltare a vederla così.
Il massimo lo raggiungete dicendo che il sensore di impronte sotto il display (giudicato all'unanimità problematico) sia meglio di un lettore fisico posto in posizione perfetta utilizzabile anche per gestures varie (a cui voi neanche accennate).
Sul "Fotocamere stravince p30" non intervengo neanche.
Nessuna parola sulla dominanza del magenta dovuta al sensore rgy che rovina la metà delle foto sul p30, sulla sovraesposizione anche negli scatti più facili del p30, sulla grandangolare p30 che in realtà non lo è visto che per migliorare gli scatti il sw huawei taglia sino a 15 gradi di foto, sui riferimenti nulli ai video nei quali s10e DISTRUGGE p30, sull'impossibiità di fare video slowmo nel p30 e via dicendo.
Test fatto quasi totalmente facendo CROP, unica cosa su cui può (ovviamente) vincere p30 vista la camera con zoom ottico 3x.
Ovviamente poi non parlate neanche delle mancanze BASILARI del p30 quali audio stereo, wifi6, accennate solo alla ricarica wireless dicendo che è poco importante e via dicendo.
Una delle review OGGETTIVAMENTE peggiori mai lette, perchè si può preferire un dispositivo o l'altro, considerare importante l'autonomia della batteria più dell'ergonomia o lo zoom3x più della ricarica wireless, quindi si può serenamente preferire un dispositivo rispetto all'altro.. ma fare disinformazione in questo modo, prendendo in esame solo i punti forti di uno e snocciolandoli dimenticandosi totalmente delle sue mancanze è proprio inaccettabile a mio avviso. Passo a chiudo.
ciuketto10 Maggio 2019, 16:42 #3
Originariamente inviato da: ninja750
nella scheda comparativa è riportato IP-53 per huawei e IP-68 per samsung mentre nell'articolo "I due smartphone sono certificati IP-68" quale è il livello corretto per entrambi?

idem il wifi è ac / ax o ax per entrambi?


Ninja, da quanto tempo!
Leggi sopra il mio intervento e lascia perdere sta "review".
Ps: sono uno che in generale non sopporta samsung, ma a leggere certe cose sbotto proprio.
I prodotti bisogna provarli come si deve se si vuole fare una review.
Rispondendo alle tue domande s10e è ip68, p10 è ip53.
Wifi6 su samsung, wifi5 su p10.
Dico solo che un collega, evitando accuratamente il mio consiglio ha preso p30.
Dopo 2 giorni che lo aveva mi ha chiesto di provare un giorno s10e (che avevo in prova, esattamente come il p30, lavorando in telefonia in una catena di elettronica). Ha reso il p30 e ha preso l's10e.
Io ripeto quello ceh dicevo sopra, si può preferire l'uno o l'altro, ma DIMENTICARSI totalmente delle mancanze del p30 e improntare une review sulle poche cose in cui vince sull's10e, tra l'altro enfatizzandole come fossero le uniche importanti in uno smartphone, è veramente imperdonabile (per me).
Analizzate lo spazio colore dei display. Analizzate il bilanciamento del bianco irreale del p30 nelle foto. Misurate i nits. Analizzare i db del volume della suoneria. Analizzate la gestione sw del bokeh su huawei. Analizzate quante volte ci prendono i sensori per le impronte. Se volete vado avanti per mezz'ora.
Dai, su.
acerbo10 Maggio 2019, 18:55 #4
Originariamente inviato da: ciuketto
Non scrivevo in questo forum da una vita, ma nel leggere tante castronerie in una sola recensione mi è parso doveroso intervenire.
Partiamo dalla certificazione IP68 che voi attribuite ad entrambi i telefoni.
FALSO. P30 è ip53.
Continuiamo con i riferimenti NULLI all'ergonomia nettamente migliore di S10E.
Andiamo avanti con la mancata citazione (incomprensibile) alle bixby routines, vera e propria killer feature della personalizzazione Samsung.
Più avanti continuerò con le cose che OGGETTIVAMENTE vi siete dimenticati o avete sbagliato, fatemi farvi notare come comunque siate i primi recensori al mondo a giudicare la emui più intuitiva e semplice della nuova one ui. Qui pare quasi l's10e non lo abbiate usato e abbiate fatto la review ad un base di gamma con la touchwiz.
Andiamo avanti e parliamo dei riferimenti nulli ai lag della emui.
Notch meglio del foro. E vabbè, opinioni. Ma anche qua fatemi notare che siete gli unici recensori che io abbia potuto ascoltare a vederla così.
Il massimo lo raggiungete dicendo che il sensore di impronte sotto il display (giudicato all'unanimità problematico) sia meglio di un lettore fisico posto in posizione perfetta utilizzabile anche per gestures varie (a cui voi neanche accennate).
Sul "Fotocamere stravince p30" non intervengo neanche.
Nessuna parola sulla dominanza del magenta dovuta al sensore rgy che rovina la metà delle foto sul p30, sulla sovraesposizione anche negli scatti più facili del p30, sulla grandangolare p30 che in realtà non lo è visto che per migliorare gli scatti il sw huawei taglia sino a 15 gradi di foto, sui riferimenti nulli ai video nei quali s10e DISTRUGGE p30, sull'impossibiità di fare video slowmo nel p30 e via dicendo.
Test fatto quasi totalmente facendo CROP, unica cosa su cui può (ovviamente) vincere p30 vista la camera con zoom ottico 3x.
Ovviamente poi non parlate neanche delle mancanze BASILARI del p30 quali audio stereo, wifi6, accennate solo alla ricarica wireless dicendo che è poco importante e via dicendo.
Una delle review OGGETTIVAMENTE peggiori mai lette, perchè si può preferire un dispositivo o l'altro, considerare importante l'autonomia della batteria più dell'ergonomia o lo zoom3x più della ricarica wireless, quindi si può serenamente preferire un dispositivo rispetto all'altro.. ma fare disinformazione in questo modo, prendendo in esame solo i punti forti di uno e snocciolandoli dimenticandosi totalmente delle sue mancanze è proprio inaccettabile a mio avviso. Passo a chiudo.


e vabbé dai é normale, huawei in questo momento storico paga meglio perché a differenza di samsung il suo brand non é ancora visto come completamente affidabile e dunque devono investire di piu' in markette.
floc10 Maggio 2019, 19:06 #5
al netto delle inesattezze tecniche su ip53 vs ip68, video indecenti su p30 al confronto e wifi6 inesistente, la cosa più importante è l'ergonomia: il P30 E' UNA PADELLA mentre s10e è uno dei pochi compatti rimasti! Non basta il prezzo per mettere in competizione 2 telefoni.
ciuketto10 Maggio 2019, 19:42 #6
Originariamente inviato da: floc
al netto delle inesattezze tecniche su ip53 vs ip68, video indecenti su p30 al confronto e wifi6 inesistente, la cosa più importante è l'ergonomia: il P30 E' UNA PADELLA mentre s10e è uno dei pochi compatti rimasti! Non basta il prezzo per mettere in competizione 2 telefoni.


Sai cosa proprio non sopporto?
Che il fattore ergonomia è soggettivo. Io sono d'accordo con te ma, ovviamente, un'altra persona può preferire il p30. Pacifico.
Ma che in una review che vuole passare come qualcosa di professionale parli di 4 aspetti contati (foto croppate, sensore impronte, software e batteria) facendo passare in tutti nettamente vincitore un prodotto rispetto ad un altro anche al netto di dire BALLE (vedi parte sul sensore di impronte) e IGNORANDO totalmente tutti gli aspetti OGGETTIVI (che abbiamo già elencato) presenti in uno e assenti nell'altro è proprio una cosa incommentabile.
E non perchè tu abbia delle direttive per far passare come prodotto migliore uno rispetto ad un altro (che ci sta, ho lavorato anche io in determinati ambienti di lavoro), ma perchè devi ARGOMENTARE in maniera professionale, visto che fai questo lavoro.
E argomentare in maniera professionale non vuol dire farsi un selfie in condizioni di luce diverse, croppare a 10x e vedere in quele delle due foto vedi i peli. Quello lo faccio io con i clienti quando voglio vendere un telefono invece di un altro.
Sono trucchetti da 4 soldi che non mi aspetto da recensori professionisti.
Dove sono i benchmark sullo spazio colore del display?
Dove sono i benchmark del bilanciamento del bianco?
Dove i crop senza usare lo zoom sulle foto con molta luce?
Dove l'istogramma di una foto fatta in punta e scatta?
Dove gli exif delle foto fatte?
Dove una prova su avvio applicazioni ripetuta?
Dove una prova sul sensore di impronte?
Dove la misurazione dell'angolo effettivo del grandangolo?
"Fotocamere stravince p30"
Senza nessun dato oggettivo di valutazione (neanche gli exif) sembra un titolo de "il giornale".
Una cosa stupidissima di cui si accorgerebbe anche un bambino: guardate la foto fatta con l'ultra grandangolare (che ricordo l'articolo definisce nettamente superiore IN tutto quello del p30) alle case (per capirci foto 4 e 5 dei sample). Guardate quel gabbiotto in basso a destra. Guardate l'obra delle tegole sul vetro con la tenda bianca. Sul p30 NON SI VEDE NEANCHE che c'è un ombra tanto è sovraesposta (una foto con luce perfetta). Sull's10e l'ombra compare perfettamente e anche i dettagli della tenda sono perfetti. Non parliamo poi del fatto che si vede chiaramente come il p30 abbia almeno 10 gradi in meno. E se proprio vogliamo andare nel dettaglio nell's10e non è stata neanche messa la funzione di aggiustamento della distorsione del fisheye, che nel p10 è stata attivata.
Non fatemi parlare oltre va.
pellegrinogrigio10 Maggio 2019, 21:46 #7
Originariamente inviato da: ciuketto
Una cosa stupidissima di cui si accorgerebbe anche un bambino: guardate la foto fatta con l'ultra grandangolare (che ricordo l'articolo definisce nettamente superiore IN tutto quello del p30) alle case (per capirci foto 4 e 5 dei sample). Guardate quel gabbiotto in basso a destra. Guardate l'obra delle tegole sul vetro con la tenda bianca. Sul p30 NON SI VEDE NEANCHE che c'è un ombra tanto è sovraesposta (una foto con luce perfetta). Sull's10e l'ombra compare perfettamente e anche i dettagli della tenda sono perfetti.


Scusa ma io ho provato ad ingrandire entrambe le foto e l'ombra di cui parli si vede chiaramente in entrambe. Piuttosto la cosa che noto in tutte le foto e la classica alterazione dei colori Samsung per catturare i polli, hai fotografato Cinisello Balsamo e dai colori sembra Las Vegas. Questione di gusti, ma io preferisco i colori reali.
Certo avrei preferito un'analisi più approfondita al riguardo, ma l'impressione è di realistico contro falsato.

Non entro nei dettagli tecnici perché non sono la mia materia, ma la gente comune apprezza solo due cose secondo me: i colori (samsung) e i dettagli (zoom ottico, quindi P30 senza storia - si leggono le scritte dove in S10e è tutto blur!).
Si accorge anche di quando sgrana in notturna, ma qui non v'è traccia perché nell'unica foto buia si concentrano sul dettaglio ravvicinato preso col flash.
Bokka10 Maggio 2019, 22:37 #8
Visto che da quello che ho capito un paio di voi ce l'hanno o comunque lo stanno provando, dopo gli ultimi aggiornamenti come siamo messi a durata della batteria sull' S10e?

Intendo con un utilizzo tranquillo del telefono, ora posso sperare di arrivare a sera senza preoccupazioni? Considerate che al lavoro il telefono lo uso poco, di più la sera e nel fine settimana.
ciuketto11 Maggio 2019, 07:40 #9
Originariamente inviato da: pellegrinogrigio
Scusa ma io ho provato ad ingrandire entrambe le foto e l'ombra di cui parli si vede chiaramente in entrambe. Piuttosto la cosa che noto in tutte le foto e la classica alterazione dei colori Samsung per catturare i polli, hai fotografato Cinisello Balsamo e dai colori sembra Las Vegas. Questione di gusti, ma io preferisco i colori reali.
Certo avrei preferito un'analisi più approfondita al riguardo, ma l'impressione è di realistico contro falsato.

Non entro nei dettagli tecnici perché non sono la mia materia, ma la gente comune apprezza solo due cose secondo me: i colori (samsung) e i dettagli (zoom ottico, quindi P30 senza storia - si leggono le scritte dove in S10e è tutto blur!).
Si accorge anche di quando sgrana in notturna, ma qui non v'è traccia perché nell'unica foto buia si concentrano sul dettaglio ravvicinato preso col flash.


Perdonami eh.. ma secondo te il cielo è bianco come nella foto huawei in basso a sinistra o azzurro come il samsung? Che samsung saturi leggermente le foto è cosa nota, facilmente risolvibile con un passaggio di post produzione, bruciare le foto invece, come ben sa chi fa fotografia, rende la foto ingestibile in post produzione.
Ah dimenticavo un'altra cosa.
Samsung da possibilità di scattare in raw, p30 no.
Ovviamente anche questa "piccola" mancanza se la sono dimenticata in fase di review.
Tornando al discorso della predominanza del magenta su p30..
Guarda la foto dei girasoli, la prima che compare. Il girasole più in alto nella parte di sotto sembra quasi rosso. E tutti sappiamo che il colore di un girasole non è quello ma GIALLO, esattamente come si vede nella foto dell's10e poco più in basso.
Attenzione, non sto dicendo che questo debba essere una discriminante sull'acquisto del telefono, ma dire che una fotocamera è perfetta mentre l'altra pessima solo in base ai crop e al rumore che fa una fotocamera con zoom ottico vs una senza zoom senza analizzare queste differenze visibili anche da un bambino..di certo non è un lavoro professionale.
Non parliamo poi della foto al palazzo. Se fai attenzione quel palazzo è già presente nelle foto precedenti fatte dal balcone. Dimmi tu quale è il colore giusto di quel palazzo. Perchè nelle foto fatte dal balcone viene reso da entrambi i telefoni del colore che presumo sia giusto (visto che entrambi lo rendono così, ovvero un color carne quasi pastello), nella foto a lui dedicata s10e lo riproduce ancora così, mentre p30.. beh.. guarda il casino che fa. Non parliamo poi sempre nella stessa foto delle venature della strada, rese bene da s10, quasi invisibili su p30
ciuketto11 Maggio 2019, 07:47 #10
Originariamente inviato da: Bokka
Visto che da quello che ho capito un paio di voi ce l'hanno o comunque lo stanno provando, dopo gli ultimi aggiornamenti come siamo messi a durata della batteria sull' S10e?

Intendo con un utilizzo tranquillo del telefono, ora posso sperare di arrivare a sera senza preoccupazioni? Considerate che al lavoro il telefono lo uso poco, di più la sera e nel fine settimana.


Guarda, che p30 sia superiore su questo è un dato oggettivo.
Detto questo io con s10e non sto avendo nessun problema di batteria.
Arrivo serenamente a fine serata (anche grazie alle bixby routines) con un uso medio intenso.
Allogo screen fatto ieri mattina, 25 ore dopo l'ultima ricarica del cellulare.
4 ore di schermo, 50 minuti di chiamate e dopo 25 ore ancora il 17 per cento di batteria. Ovvio, c'è chi fa meglio (il mio v30 ad esempio se lo mangia pur avendo una batteria solo 200mha più grande), ma onestamente non vedo problemi di nessun tipo a fare una giornata tipo. Link ad immagine (click per visualizzarla)
Poi ovvio che se vai in vacanza a Roma a luglio e sotto il sole usi maps con luminosità al massimo per 4 ore a fine giornata non ci arrivi, ma non ci arriverebbe manco un lenovo p2 in quelle condizioni.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^