ASUS ROG Strix Scar II GL504G: il giusto equilibrio per il gaming

ASUS ROG Strix Scar II GL504G: il giusto equilibrio per il gaming

ASUS ROG Strix Scar II GL504G promette di dare ai videogiocatori un notebook gaming che unisce le prestazioni di una CPU di fascia alta Intel Core i7 e una GPU mobile dal buon rapporto tra potenza e prezzo come la GeForce GTX 1060. Il design rispecchia il brand ROG ma non è particolarmente compatto promettendo però di mantenere le temperature contenute con una buona comodità di utilizzo.

di pubblicato il nel canale Portatili
ASUSNVIDIAGeForceIntelCoreROG
 

In questa recensione di ASUS ROG Strix Scar II GL504G andremo ad analizzare un prodotto della gamma di notebook gaming seguendo quello che è un trend in forte crescita in questi ultimi mesi. In particolare si tratta della versione aggiornata del modello Strix Scar GL503VM.

Prima di addentrarci nell'analisi prestazionale, iniziamo con la descrizione del lato estetico di questo modello e, come per altri produtti della linea Republic Of Gamers, anche ASUS ROG Strix Scar II GL504G non ha un'estetica che può passare inosservata.

[HWUVIDEO="2645"]ASUS ROG Strix Scar II GL504G: il giusto equilibrio per il gaming[/HWUVIDEO]

Iniziando dalla cover del display del notebook troviamo il logo del brand (retroilluminato RGB) mentre la finitura è in alluminio spazzolato con un effetto tridimensionale. La zona dei poggiapolsi richiama la fibra di carbonio e ha una colorazione mimetica nella sezione destra. Durante l'utilizzo ludico, la superficie d'appoggio aiuta a utilizzare la tastiera di dimensioni generose e che comprende il tastierino numerico oltre ai tasti funzione.

ROG Strix SCAR II

Essendo pensato per un utilizzo ludico, il ROG Strix Scar II GL504G ha integrato tutta una serie di tecnologie dedicate alla tastiera come ROG Overstroke (per migliorare la risposta), rollover N-key e anti-ghosting che consentono di evitare problemi quando si premono più tasti contemporaneamente. Per migliorare l'ergonomia i singoli tasti hanno una curvatura ergonomica di 0,25 mm. Per sottolineare l'utilizzo gaming i tasti W, A, S, D sono stati realizzati in plastica trasparente rendendoli più evidenti durante le sessioni di gioco.

Nelle nostre prove, nonostante la tastiera sia di buona fattura, il feedback non è stato dei migliori dando una sensazione troppo "ovattata". C'è da considerare che inserire tasti con una risposta veramente convincente in un notebook è sempre una sfida difficile sia in termini tecnici che economici, ma è un dato che andrà tenuto in considerazione.

ROG tastiera

Il touchpad ha dimensioni generose con due tasti fisici (separati) nella zona inferiore. A differenza del poggiapolsi dove le impronte digitali non rimangono se non dopo un utilizzo veramente intenso, il touchpad invece andrà pulito più spesso per rimuovere i segni.

Non poteva mancare l'esteso uso di LED RGB per l'illuminazione abbinati al software di controllo ROG AURA che permette di modificare a piacimento i colori oltre che gli effetti luminosi. Per rendere ancora più accattivante la linea, è stata inserita una striscia LED RGB nella zona frontale che illumina il piano d'appoggio.

ROG Strix SCAR II

In generale è stato fatto un buon lavoro di ottimizzazione e di utilizzo dei materiali, tanto che a prima vista si riescono a mascherare dimensioni e peso del ROG Strix Scar II GL504G che non è propriamente "una piuma". Si tratta ovviamente di sensazioni perché il notebook rimane ingombrante sia per via dello schermo da 15,6" di diagonale sia per il sistema di raffreddamento che serve a tenere a bada le temperature della componenstica interna.

Modello

ASUS ROG Strix Scar II GL504G
schermo 15,6 pollici
risoluzione 1.920x1.080
CPU Intel Core i7-8750H
GPU NVIDIA GeForce GTX 1060
connettività 1 USB 3.1 Type C
2 USB 3.1 Gen 1 Type A
1 USB 3.1 Gen 2 Type A
1 HDMI 2.0
1 mDP 2.0
1 RJ45
1 jack cuffie e microfono
memoria di sistema 16 GB DDR4-2667
storage 128 GB SSD 1TB SSHD
WiFi WiFi 802.11ac 2x2 2.4/5 GHz
Bluetooth 5
batteria 66Wh
O.S. Windows 10 Home
peso 2,4Kg
dimensioni 361x262x26,1 mm

Il display è una versione da 15,6" con una frequenza di aggiornamento di 144 Hz e risoluzione Full HD. Il tempo di risposta è di 3 ms mentre il produttore dichiara una copertura del 72% dello spazio colore NTSC. Il design scelto da ASUS prevede tre bordi molto sottili e il bordo inferiore più spesso dove è integrata anche la webcam. ASUS dichiara che rispetto al modello precedente (GL503VS), il nuovo GL504G è più compatto di 23,3 mm.

Grazie al formato standard e non a "basso profilo" dell'ASUS ROG Strix Scar II GL504G non è stato necessario limitarsi con le porte a disposizione dell'utente che comprendono USB 3.1 Gen.2 Type-C, due porte USB 3.1 Gen.1 Type-A, una porta USB 3.1 Gen.2 Type-A, una porta mDP, una porta HDMI 2.0, una porta ethernet, un lettore di schede SD, un jack 3,5 mm per cuffie e microfono e infine il sistema Kensington per la sicurezza.

Processore potente e GPU discreta

Nel ROG Strix Scar II GL504G non poteva non esserci hardware all'altezza e quindi è stato scelto un processore di ottava generazione e più precisamente un Intel Core i7-8750H. Ricordiamo che questo processore sfrutta 6 core (e 12 thread grazie alla tecnologia HyperThreading) con una frequenza base di 2,20 GHz e una frequenza massima con Turbo pari 4,10 GHz. All'interno del die troviamo anche 9 MB di SmartCache e la possibilità di gestire fino a due canali per la RAM con DDR4 2666 MHz.

CPU-Z

Si tratta di una delle proposte di punta offerte dalla società di Santa Clara per l'ambito mobile e non fa rimpiangere le CPU desktop (come vedremo nell'ambito dei test). Per poter però operare correttamente, il notebook è stato rivisto per quanto riguarda il raffreddamento dei componenti dovendo così far fronte a un aumento di spessore e di rumorosità. A titolo di confronto, nel modello precedente era previsto un Core i7-7700HQ come proposta di punta.

Considerando che si tratta di un notebook e pensando sia al rapporto prestazioni/prezzo sia alla piattforma in generale, la scelta di questa CPU è più che azzeccata. È vero che attualmente esistono soluzioni ancora più prestanti, come il processore Core i9-8950HK, ma anche Core i7-8750H non è da sottovalutare.

La scelta di ASUS è stata quella di sfruttare un singolo canale per le RAM con un banco da 16 GB di DDR4 da 2666 MHz realizzato da Hynix. Questo riduce l'ampiezza di banda utile ma l'impatto nell'esperienza utente rimane limitato, per quanto avvertibile in alcuni test sintetici che abbiamo eseguito. Nel caso si voglia espandere ulteriormente la memoria, si potrà optare per un secondo banco da 16 GB arrivando così a 32 GB e beneficiando del dual-channel.

Dai tre test che vedete qui sopra è possibile notare come nel caso di Cinebench R15 il notebook esprima al meglio il suo potenziale posizionandosi in cima alla classifica. Anche in Geekbench le cose non cambiano e, pur non essendo primo, rimane nella parte alta della graduatoria. In PCMark 8 Home invece c'è un leggero calo prestazionale ma non lo si può certamente definire "lento".

Passando allo storage, troviamo una doppia soluzione: un SSD con capacità di 128 GB e un un SSHD (un hard disk a piattelli ibrido) di Seagate che permette di avere uno spazio di 1 TB senza però aumentare eccessivamente il prezzo. L'utente potrà così avere a disposizione una buona dose di spazio di storage senza dover rinunciare a un favorevole costo per GB.

Nel test Crystal Disk Mark abbiamo testato il disco SSD dove viene installato il sistema operativo e parte delle applicazioni. La velocità di lettura sequenziale è stata pari a 1495 MB/s e quindi di livello medio-alto; meno soddisfacente il valore di scrittura sequenziale che è stato pari a 473 MB/s minando il risultato complessivo e facendo posizionare il notebook nella parte bassa della classifica.

La parte grafica, altra componente di rilievo per un notebook gaming, è costituita da una NVIDIA GeForce GTX 1060 in versione per portatili. Nonostante esistano GPU mobile più potenti, la GTX 1060, come vedremo, non è da ritenersi inadeguata in senso assoluto anche aiutata dall'architettura e dalle frequenze che riesce a promettere. Prima di "storcere il naso" pensando alle GTX 1070 o alle GTX 1080, ovviamente più prestanti (ma anche più costose), bisognerà fare alcune considerazioni basandosi sui benchmark e sull'utilizzo reale.

La GPU NVIDIA GeForce GTX 1060 di questo modello non fa parte della serie Max-Q pensata per i notebook di dimensioni ridotte ed è quindi una versione "standard" per il mondo mobile (la stessa presente sul modello precedente). La memoria dedicara è pari a 6 GB di tipo GDDR5 realizzata da Samsung così da avere un ottimo rapporto tra prestazioni e consumi, cosa che non guasta su un portatile.

Modello

GeForce GTX 1080 GeForce GTX 1070 GeForce GTX 1060
GPU GP104 GP104 GP106
CUDA cores 2.560 2.048 1.280
clock GPU 1.556 MHz 1.442 MHz 1.404 MHz
boost clock GPU 1.733 MHz 1.645 MHz 1.670 MHz
ROPs 64 64 48
TMU 160 128 80
clock memoria 10.008 MHz 8.000 MHz 8.000 MHz
dotazione memoria 8 Gbytes 8 Gbytes 6 Gbytes
bandwidth memoria 320 GB/s 256 GB/s 192 GB/s
architettura memoria GDDR5X GDDR5 GDDR5
bus memoria 256bit 256bit 192bit

Come scritto più sopra, la GPU è una NVIDIA GeForce GTX 1060 in versione mobile e quindi si tratta di una soluzione di fascia più bassa, com'è semplice immaginare, GPU delle GTX 1070 e GTX 1080 che si possono trovare su altri prodotti.

Altro punto da sottolineare è che questa GPU non è certo una novità del settore ma questo non dovrebbe scoraggiare gli utenti. Infatti, a differenza di un desktop o di altri notebook, in questo caso lo schermo con risoluzione Full HD riesce a non compromettere troppo le prestazioni grafiche.

Il TDP di questa GPU è pari a 80 W ed è quindi inferiore anche rispetto alle GPU GeForce GTX 1080 Max-Q. Quest'ultima è una soluzione più prestante per quanto riguarda l'architettura ma che viene resa più "docile" per la scelta di poterla integrare in notebook con spessore contenuto.

Come si può vedere nei grafici, la GPU NVIDIA GeForce GTX 1060 che si trova all'interno del ROG Strix Scar II GL504G è quasi sempre ultima rispetto alle altre due soluzioni di fascia più alta. Non è una novità sconvolgente in quanto facilmente prevedibile, quello che però non è da sottovalutare è la capacità di utilizzo "nel mondo reale". Nei giochi in cui si ha un avvicinamento tra GTX 1060 e GTX 1070 bisogna tenere in considerazione anche l'utilizzo di driver video più aggiornati per la prima rispetto alla seconda (testata in un periodo antecedente).

Utilizzare un display con risoluzione Full HD da parte di ASUS è stata sicuramente una scelta azzeccata che permette di non sacrificare le prestazioni in maniera eccessiva. Anche con giochi recenti e a dettagli elevati, il frame rate è su livelli accettabili permettendo di non dover abbassare il dettaglio fino a livelli eccessivi.

In generale il ROG Strix Scar II GL504G ha prestazioni interessanti non solo per quanto riguarda il gaming, ma più in generale per le applicazioni che richiedono una certa dose di "potenza bruta" grazie al processore performante, ai core disponibili e alle frequenze raggiungibili da quest'ultimo. Questo modello potrà quindi essere utilizzato anche per operazioni quali montaggio video e più in generale per impieghi di vario genere, anche onerosi in termini di potenza elaborativa.

Una delle tematiche da tenere in considerazione è la capacità di mantenere le prestazioni anche sotto stress. Il nostro test è avvenuto nel periodo autunnale e quindi con temperature meno problematiche di quelle estive (durante le prove la temperatura ambiente è stata di circa 20°C).

Grazie a un design che prevede due ventole, diverse heat-pipe e uno spessore non propriamente contenuto, ROG Strix Scar II GL504G consente di ottimizzare l'aspetto delle prestazioni anche sotto carico.

Il sistema di raffreddamento prende aria dalla zona inferiore e dalla zona laterale sinistra mentre viene espulsa dalla zona posteriore. Il regime di rotazione è variabile e sono presenti tre preset all'interno dell'applicazione ROG di gestione che consentono di bilanciare rumorosità e capacità di raffreddamento.

Come si può vedere dai grafici della CPU, durante lo stress test con Prime 95 la frequenza è rimasta sostanzialmente fissa a 3900 MHz (salvo qualche cedimento verso i 3500 MHz). Le temperature invece hanno raggiunto i 70°C e ma non sono mai arrivate a livelli pericolosi e senza inficiare le prestazioni complessive.

Abbiamo anche testato la GPU sempre per quanto riguarda le frequenze e le temperature raggiunte (con 20°C di temperatura ambiente). Il processore grafico NVIDIA GeForce GTX 1060 è riuscito a mantenere una frequenza di poco oltre i 1700 MHz per buona parte della prova, questa frequenza è superiore sia alla frequenza di base (1404 MHz) sia alla frequenza di boost (1670 MHz).

È vero che la differenza è relativamente modesta (circa 30 MHz) ma è anche vero che tutto può contribuire ad avere prestazioni leggermente superiori rispetto alla concorrenza. Ma come si sarà comportata per quanto riguarda le temperature? Il notebook ROG Strix Scar II GL504G è riuscito a stabilizzare la temperatura intorno ai 75°C con impostazione "bilanciata" per il sistema di raffreddamento.

I margini sono ancora ampi e questo sarà d'aiuto con una temperatura ambiente più alta come per il periodo estivo (e magari sfruttando anche l'impostazione più aggressiva per il sistema di raffreddamento).

Sia durante le sessioni di gioco che quelle di benchmark le temperature registrate nella zona del poggiapolsi, del trackpad e della tastiera non sono mai state fastidiose con l'impostazione bilanciata, segno di una buona ingegnerizzazione interna.

Con le applicazioni che non utilizzano il ROG Strix Scar II GL504G a livello intensivo sarà possibile scegliere il funzionamento silenzioso che permette di avere un comfort acustico di buon livello. Con bilanciato (in caso di stress del sistema) o avendo le massime prestazioni invece si dovrà rinunciare al silenzio in virtù di temperature più basse.

Altro punto dolente dei notebook gaming come nel caso del ROG Strix Scar II GL504G è l'autonomia operativa. Già in altre occasioni abbiamo sottolineato come questo genere di prodotti non abbiano nell'autonomia operativa un punto forte e anche questo modello è in linea con le aspettative.

Se per esempio si guardasse un video su Netflix ci si dovrebbe accontentare di 4,5 ore di visione mentre con la navigazione sul web si possono raggiungere le 5 ore. Certo, ci sono notebook che fanno peggio come lo Zephyrus (sempre di ASUS) oppure il modello MSI da gaming.

Come negli altri due casi elencati sopra, anche per questo Strix Scar II bisognerà avere sempre vicino una presa di corrente per non rimanere "a secco". A titolo esemplificativo, durante una sessione di gioco con Rise of the Tomb Raider, impostando la luminosità come per i benchmark dedicati all'autonomia, in 12 minuti la percentuale della batteria è passata dal 100% all'82%: questo significa che in poco meno di 100 minuti si avrebbe lo spegnimento del notebook.

Full HD e 144 Hz ma niente G-Sync: un buon compromesso per la GTX 1060

ASUS ROG Strix Scar II GL504G utilizza un display da 15,6" di diagonale con risoluzione Full HD (pari a 1920 x 1080 pixel), rapporto di 16:9 e una densità dei pixel pari a 141 PPI. Il pannello LCD IPS ha una frequenza di 144 Hz consentendo di avere immagini fluide mentre il tempo di risposta GTG (grigio a grigio) dichiarato dal produttore è di 3 ms.

Come si può leggere nel titolo, non è presente la tecnologia NVIDIA G-Sync che invece è presente su modelli più costosi. Questo è un neo a un prodotto altrimenti completo.

Asus ROG Strix Scar II GL504G è equipaggiato con un display da 15,6 pollici in risoluzione nativa Full HD (1920x1080 pixel), per una definzione risultante di 141 peixel per pollice. Il monitor è a finitura opaca, così da contenere in maniera molto efficace l'insorgenza di riflessi qualora il portatile sia utilizzato in ambienti particolarmente luminosi o con fonti di illuminazione collocate in posizioni sfavorevoli. Asus sceglie per questo portatile un pannello di tipo IPS.

L'analisi al colorimetro rivela una resa piuttosto convincente per questo pannello, con un triangolo di gamut che si estende leggermente oltre il riferimento sRGB, in particolare nella zona dei rossi, gialli e verdi. Molto buono il punto di bianco, vicino al riferimento.

La curva di gamma rilevata procede con un andamento non perfettamente regolare, ma comunque con variazioni graduali. L'andamento è comunque in rispetto al riferimento di 2.2, considerato il valore più adeguato per la fruizione della maggior parte dei contenuti.

Molto interessante il comportamento della scala di grigi: ad eccezion fatta per gli estremi, dove può essere fisiologico registrare scostamenti anche importanti, vediamo che per la gran parte della scala i grigi mantengono una temperatura colore pressoché omogenea, testimoniando quindi un ulteriore buon comportamento del pannello.

Intensità Luminosità Nero Rapporto di contrasto

Punto di bianco
(Rif: 0,313x - 0,329y)

0% 15,0 0,01 880:1 0,306x - 0,311y
25% 75,3 0,08 940:1 0,308x - 0,333y
50% 111,9 0,12 910:1 0,308x - 0,334y
75% 181,4 0,20 900:1 0,309x - 0,335y
100% 293,8 0,33 890:1 0,309x - 0,337y

La luminosità massima del pannello supera le 290 candele per metro quadro, testimoniando un comportamento molto buono che permette di usare il portatile nella maggior parte delle situazioni. Risultati molto buoni anche per il rapporto di contrasto, grazie ad una convincente profondità del nero.

Luminosità 50%
Uniformità con luminosità 50%

Luminosità 67%
Uniformità con luminosità 67%

Luminosità 83%
Uniformità con luminosità 83%

Luminosità 100%
Uniformità con luminosità 100%

Nell'analisi dell'uniformità abbiamo individuato come la zona superiore centrale dello schermo sia quella che esprime la maggior intensità, con un'attenuazione pressoché omogenea in tutte le altre zone e che non varia in maniera sensibile alle varie impostazioni di luminosità. Nel complesso un comportamento nella norma, senza alcun campanello d'allarme.

Il valore di Delta E rappresenta la distanza tra due punti nello spazio colore Lab e fornisce un'utile indicazione per capire quanto un colore riprodotto a schermo sia fedele al colore definito dalla sorgente. E' bene tenere presente, a tal proposito, che un valore di Delta E compreso tra 0 e 1 rappresenta uno scostamento praticamente non percepibile ad occhio nudo e per alcuni colori particolari l'occhio umano non è capace di percepire variazioni di Delta E fino a 3. Il comportamento cromatico di questo pannello mostra due campioni che toccano o superano Delta E 3, mentre il resto dei campioni fa segnare valori inferiori a Delta E 2. Nel complesso è un buon comportamento, ma la perfezione formale è tutt'altro.

Un notebook bilanciato e senza eccessi a un prezzo abbordabile

L'idea che ci siamo fatti durante la prova del notebook gaming ASUS ROG Strix Scar II GL504G è che "bilanciato" sia il termine che più gli si addice. Partendo dal comparto CPU e passando a quello GPU non notiamo gli eccessi di altri prodotti che portano il prezzo verso l'alto, ma piuttosto una ricerca nell'avere un prodotto che possa essere utilizzato da un videogiocatore senza dover spendere cifre considerevoli.

Con un prezzo su strada compreso tra i 1300 euro e i 1600 euro non si può definire ROG Strix Scar II GL504G un modello economico in senso assoluto, ma potendo stare al di sotto dei 2000 euro, sicuramente è più abbordabile.

Durante le nostre prove, oltre ai benchmark e test, abbiamo potuto anche giocare effettivamente con il notebok. Un esempio è Rise of the Tomb Raider dove, impostando la qualità su alta, non abbiamo riscontrato problemi (sempre in Full HD, ovviamente). Qualche rallentamento lo abbiamo invece avuto con l'impostazione "molto alta" ma anche utilizzando quella inferiore le partite sono state godibili.

Lo schermo non utilizza la tecnologia G-Sync, anche in questo caso per ridurre il prezzo di vendita così come l'adozione di un SSD da soli 128 GB. Forse proprio il comparto SSD è uno dei punti deboli della configurazione in quanto con così poca capacità bisognerà per forza rivolgersi al disco SSHD da 1 TB che non ha comunque prestazioni paragonabili a un vero disco allo stato solido.

La rumorosità operativa del ROG Strix Scar II GL504G durante le operazioni comuni è contenuta mentre se si gioca o si utilizza il processore al suo massimo potenziale la rumorosità sarà piuttosto avvertibile. Se da un lato questo è sicuramente un difetto, c'è da considerare anche che abbiamo ottenuto temperature decisamente buone, segno che il rumore prodotto ha comunque un suo scopo positivo.

Come scritto inizialmente, il design richiama tutto ciò che gli utenti di prodotti ROG cercano: linee forti, LED RGB comandabili in più punti e la possibilità di personalizzare questi aspetti in vari modi. Il sistema audio è di buona qualità promettendo sia un volume massimo che una profondità dei bassi che soddisferà i videogiocatori anche lontano dalla propria scrivania (e se sceglieranno le cuffie, c'è comunque il jack da 3,5 mm).

La tastiera di generose dimensioni non ci ha convinto del tutto per il feedback durante le sessioni di gioco, mentre per un utilizzo "classico" è comoda e abbastanza silenziosa. Il trackpad di generose dimensioni con due pulsanti fisici separati permette di non dover utilizzare un mouse in molte occasioni (anche se in alcuni casi sarà imprescindibile).

Spesso capita di leggere commenti o discussioni che confrontano notebook gaming come questo ASUS ROG Strix Scar II GL504G a configurazioni analoghe, ma di tipo desktop. Chiaramente è un paragone che ha moltissimi limiti e che dovrebbe prendere in esame le specifiche esigenze di ogni utente. Se guardiamo invece al prezzo di vendita e lo paragoniamo ad altri modelli di brand diversi si scopre che la richiesta è sostanzialmente la medesima.

In vista del periodo natalizio e per chi ha un budget al di sotto dei 2000 euro, questo modello potrebbe essere un'opzione da prendere in considerazione: unisce una buona qualità costruttiva, buone prestazioni complessive in diversi ambiti e per i patiti di LED e stile ROG ci sono tutti gli elementi per rimanere soddisfatti.

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Vaulenst22 Dicembre 2018, 10:33 #1

Gigabyte aero 15x

Io continuo a trovare imbattibile il notebook Gigabyte aero 15x.
Non e' tamarro come quasi tutti i portatili gaming.
E' pieno di features.
Ha la 1070 Max-q.
E' sottile e leggero.
Ha una batteria enorme che gli permette un'autonomia eccezionale.
Eppure, anche se uscito quasi un anno fa, e' difficilissimo trovarlo... e non capisco perche'.
mihos22 Dicembre 2018, 11:46 #2
Originariamente inviato da: Vaulenst
Io continuo a trovare imbattibile il notebook Gigabyte aero 15x.
Non e' tamarro come quasi tutti i portatili gaming.
E' pieno di features.
Ha la 1070 Max-q.
E' sottile e leggero.
Ha una batteria enorme che gli permette un'autonomia eccezionale.
Eppure, anche se uscito quasi un anno fa, e' difficilissimo trovarlo... e non capisco perche'.


Confermo che è introvabile e comunque posto su una fascia di prezzo superiore.

Io sto cercando il gl704gm (la versione da 17" di quello in recensione) ma neanche questo si trova, fanno i pc e poi li nascondono?
Madcrix22 Dicembre 2018, 20:30 #3
Io penso di cambiare il mio G751 JY tra pochi mesi, aspetto che tirino fuori roba decente che monti la RTX2080 o 2070, non necessariamente Max-q, ho spazio e mi serve un desktop replacement da portare in giro ogni 3-6 mesi.

Questo nell'articolo mi pare obsoleto, deboluccio e costoso per quello che è a questo punto.
mr.cluster23 Dicembre 2018, 14:39 #4
Originariamente inviato da: Vaulenst
Io continuo a trovare imbattibile il notebook Gigabyte aero 15x.
Non e' tamarro come quasi tutti i portatili gaming.
E' pieno di features.
Ha la 1070 Max-q.
E' sottile e leggero.
Ha una batteria enorme che gli permette un'autonomia eccezionale.
Eppure, anche se uscito quasi un anno fa, e' difficilissimo trovarlo... e non capisco perche'.


Forse allo stato attuale solo i Santech permettono di unire sobrietà e potenza in una macchina gaming, ma costano quasi come un Macbook di pari fascia.
Flortex23 Dicembre 2018, 18:12 #5
Prime 95 stressa la CPU in multi core o single?
mihos24 Dicembre 2018, 15:10 #6
Originariamente inviato da: Madcrix
Io penso di cambiare il mio G751 JY tra pochi mesi, aspetto che tirino fuori roba decente che monti la RTX2080 o 2070, non necessariamente Max-q, ho spazio e mi serve un desktop replacement da portare in giro ogni 3-6 mesi.

Questo nell'articolo mi pare obsoleto, deboluccio e costoso per quello che è a questo punto.


Obsoleto direi di no, non ci sono né CPU né GPU più recenti rispetto a ciò che monta.
Flortex24 Dicembre 2018, 17:58 #7
Originariamente inviato da: Flortex
Prime 95 stressa la CPU in multi core o single?


Mi rispondo da solo, per commentare il fatto che la cpu sembra lavorare più veloce, e non di pochissimo, rispetto alla generazione precedente di notebook che monta la stessa cpu.
DukeIT24 Dicembre 2018, 18:15 #8
Guardavo per un notebook da 17'' e gtx1070. Si parte da 1800 euro il più basso... a salire. Ma sul serio hanno un mercato a questi prezzi, con VGA vecchie e nemmeno al top? Io spero tanto che gli rimangano tutti negli scaffali se non vogliamo che i prezzi continuino a salire in questo modo e che distruggano il gioco su PC.
Ricordo che parecchi anni fa una soluzione simile (VGA seconda di gamma, ma recente, a differenza di una 1070), la si portava via con 700 euro, adesso con il mercato dei notebook in crisi e pure del gioco su PC, ti fanno questi prezzi astronomici? Per forza che la gente sostituisce i NB con gli smartphone e per il gioco passa alle consolle.
mihos25 Dicembre 2018, 14:59 #9
Originariamente inviato da: DukeIT
Guardavo per un notebook da 17'' e gtx1070. Si parte da 1800 euro il più basso... a salire. Ma sul serio hanno un mercato a questi prezzi, con VGA vecchie e nemmeno al top? Io spero tanto che gli rimangano tutti negli scaffali se non vogliamo che i prezzi continuino a salire in questo modo e che distruggano il gioco su PC.
Ricordo che parecchi anni fa una soluzione simile (VGA seconda di gamma, ma recente, a differenza di una 1070), la si portava via con 700 euro, adesso con il mercato dei notebook in crisi e pure del gioco su PC, ti fanno questi prezzi astronomici? Per forza che la gente sostituisce i NB con gli smartphone e per il gioco passa alle consolle.


Come detto prima, la serie Nvidia 2X00 mobile non è ancora uscita, quindi quella VGA è attualmente (quasi) top di gamma.
I prezzi sono sempre stati su queste cifre secondo me.
DukeIT25 Dicembre 2018, 22:29 #10
Beh, il fatto che nel settore mobile non sia ancora approdata la serie 2000 (già uscita per il mercato desktop), non rende di fatto nuova una VGA da anni ormai sul mercato.
Parliamo di una VGA vecchia (e questo sarebbe stato anche se non fosse uscita la serie 2000), e di un modello secondo di gamma (con una gamma da gioco che conta 3 modelli o 4 volendo esagerare), che non è quindi "(quasi) top di gamma", ma seconda su tre (o quattro).
Per quanto riguarda i prezzi, il mio ultimo notebook con VGA discreta risale purtroppo a molti anni fa (montava ancora Vista come S.O.), aveva una VGA seconda di gamma e, se non ricordo male, lo pagai sui 700 euro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^