ADATA, nuovi SSD mSATA XPG SX300 e Premier Pro SP300

ADATA, nuovi SSD mSATA XPG SX300 e Premier Pro SP300

Un nuovo form factor si fa strada nel mondo degli SSD, in seguito all'integrazione di uno slot mSATA in alcune schede madri di fascia alta

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 08:16 nel canale Storage
 

Lo standard mSATA è usato in diversi sistemi portatili in quando permette alle unità SSD, che non richiedono forme e ingombri particolari come per esempio gli hard disk a piatti rotanti, di poter essere realizzate su piccole porzioni di PCB. Non mancano esempi di SSD mSATA del tutto somiglianti a banchi memoria, così come altri di dimensioni ancora più contenute.

Questo standard però si sta facendo largo anche in ambito desktop, sebbene relegato ad una piccola nicchia. Alcune schede madri di recente produzione, infatti, portano in dote uno slot per ospitare SSD mSATA, motivo per cui acquista interesse valutare con maggiore attenzione la presentazione di nuove soluzioni.

ADATA

ADATA, come riportato da Techpowerup, ha presentato di recente ben due serie mSATA, differenziandole per prestazioni e prezzo. La prima soluzione, quella più economica, prende il nome di Premier Pro SP300. L'interfaccia è di tipo SATA 3Gbps, mentre l'unità vanta una velocità di lettura nell'ordine dei 280MB/s e scritture di 260MB/s. A disposizione dell'utenza troviamo taglia di 24, 32 e 64GB, e sono pensati per essere utilizzati in accoppiata con unità disco tradizionali.

ADATA

Di altro rango è invece la serie XPG SX300: l'interfaccia SATA 6Gbps permette di spingere le velocità di lettura fino ai 550MB/s e la scrittura a 505MB/s, mentre sono ben più elevati i tagli disponibili, 64, 128 e 256GB. ADATA infatti, oltre ad immaginare un utilizzo in accoppiata con l'hard disk meccanico, prevede un utilizzo di queste soluzioni anche come stand alone. Le unità saranno commercializzate inizialmente solo in Nord America con i prezzi indicati di seguito.

ADATA XPG SX300 SSD
o 64GB: $89,99
o 128GB: $149,99
o 256GB: $299,99

ADATA Premier Pro SP300 SSD
o 24GB: $49,99
o 32GB: $59,99
o 64GB: $79,99

La commercializzazione nel vecchio continente, in ogni caso, potrebbe essere una realtà molto presto. Si tratta di un filone che va a coinvolgere anche il mondo desktop, come accennato in precedenza: sarà interessante seglirne gli sviluppi, per capire se avrà un futuro oppure no.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Dumah Brazorf20 Giugno 2012, 09:07 #1
Il prezzo è pari o inferiore ai modelli carrozzati.
Con 'sti prezzi voglio uno slot m-Sata pure sulle mobo desktop, sulle mini-itx...
supertigrotto20 Giugno 2012, 09:32 #2

tutti form factor 2,5 o inferiore

Non si trovano quasi più ssd con form factor 3,5 come gli hdd tradizionali.....
Mparlav20 Giugno 2012, 09:40 #3
Ci sono già le Mb desktop con msata, ma non trovo molte ragioni per usare quello slot per un'unità storage a meno di non voler sfruttare l'Intel Smart Response Technology (caching).
Altrimenti si va' di classica unità da 2.5" dove c'è più scelta di controller e prezzi.

Invece su alcune unità mobile, dove non entra neache un'unità da 2.5" da 7mm, quel msata ha senso, ed il prezzo dell'SX300 è buono anche se presumo che per spuntarlo, oltre al controller SF-2141 faccia uso di nand asincrone.

D'altronde i Micron C400 msata sono irreperibili, e l'eccellente Samsung PM830 se lo "pappano" solo gli oem...
=Cipo2003=20 Giugno 2012, 11:50 #4
Occhio che non tutte le mobo col mini-pcie, supportano i disci msata...

me ne sono accorto a mie spese con la mia Intel D510mo
maxmax8020 Giugno 2012, 11:53 #5
io sul mio vecchio travelmate 6292 una bella ssd msata al posto del modulo wifi la metterei eccome!

così terrei il momentus xt solo per i dati..

secondo me la comodità dell' mSata è proprio il fatto che permette di mantenere il disco da 2.52 separato dal SO..
bright_plastik21 Giugno 2012, 17:10 #6

io sul mio vecchio travelmate 6292 una bella ssd msata al posto del modulo wifi la metterei eccome!

così terrei il momentus xt solo per i dati..

secondo me la comodità dell' mSata è proprio il fatto che permette di mantenere il disco da 2.52 separato dal SO..

Maxmax purtroppo non è possibile fare qeullo che dici. Le specifiche di questi dischi non sono quelle dei vecchi mini PCI-E...è come se avessero aggiunto un canale sata ai PCI-E, permettendo al controller di comunicare con questi hard disk, quindi se ne colleghi uno al tuo slot non funzionerà.
maxmax8022 Giugno 2012, 00:44 #7
Originariamente inviato da: bright_plastik
Maxmax purtroppo non è possibile fare qeullo che dici. Le specifiche di questi dischi non sono quelle dei vecchi mini PCI-E...è come se avessero aggiunto un canale sata ai PCI-E, permettendo al controller di comunicare con questi hard disk, quindi se ne colleghi uno al tuo slot non funzionerà.


azz ...hai provato di persona per dirlo con questa certezza?

vale anche per le SSD mSata II ?
bright_plastik23 Giugno 2012, 16:28 #8
Da Wikipedia sullo standard mSATA [ENG] "Il connettore è simile in apparenza a una scheda di interfaccia PCI Express Mini, [28] ed è elettricamente compatibile, tuttavia per i segnali di dati (± TX / RX ± SATA, PETn0 PETp0 PERn0 PERp0 PCI-express) è necessario il collegamento al controller host SATA invece del Pci-express controller host. A causa della mancanza di uno standard per un bel po' di tempo, c'è ancora una certa confusione intorno a questo argomento. Per i dispositivi host che supportano sia un SSD mSATA o mini-PCIe in modo intercambiabile, questa nota applicazione da NXP spiega come utilizzare un chip router PCI-express/S-ATA. Questo chip è essenzialmente a quattro canali bidirezionale multiplexer. La stragrande maggioranza delle schede madri di computer però hanno monouso intestazioni che possono sostenere uno tra uno o mSATA SSD mini-PCIe, ma non entrambi in modo intercambiabile."

Breve OT, maxmax. Come si fa a quotare qualcuno, su questo forum?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.