Microsoft conferma i due update per Windows 10 per il 2017

Microsoft conferma i due update per Windows 10 per il 2017

Microsoft conferma che tornerà al programma che prevede due aggiornamenti per anno, come aveva fatto con la serie di update Threshold.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 13:31 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Microsoft lo ha confermato su TechNet: ci saranno due aggiornamenti importanti per anno per Windows 10. "Windows 10 versione 1607 è il terzo aggiornamento a introdurre nuove caratteristiche per Windows 10. Basato sul feedback che abbiamo ricevuto dalle aziende che si stanno spostando su Windows 10, è l'ultimo aggiornamento importante per Windows 10 previsto per il 2016, con due aggiornamenti della stessa entità previsti per il 2017", si legge sul blog dove per update versione 1607 ci si riferisce ovviamente a Windows 10 Anniversary Update.

Windows 10

Il primo update per il 2017 sarà identificato con il nome in codice di Redstone 2 e arriverà nella prima parte dell'anno. Il secondo, chiamato Redstone 3, è invece previsto per l'estate. Passeranno quindi dai 4 ai 6 mesi tra un update e l'altro, un intervallo di tempo simile a quello che era intercorso tra gli update della famiglia Treshold rilasciati nel 2015.

Microsoft sta attualmente ultimando lo sviluppo di Redstone 2 e dovrebbe inoltrarlo a breve ai reparti che si occupano del testing. Naturalmente, visto che manca ancora molto al rilascio di questi aggiornamenti, le tempistiche potrebbero differire anche in maniera importante. Una cosa è certa: Microsoft vuole fermamente tornare alla politica dei due grossi aggiornamenti all'anno.

75 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
marmotta8805 Agosto 2016, 14:32 #1
il modello "rolling release" per windows continua a non convincermi.

L'utenza windows vuole stabilità e che l'intefaccia grafica non cambi.

Come si fa a convincere le aziende a passare al 10 se ogni 6 mesi rischiano un fermo macchine?

Sono perplesso, io ho rischiato che l'aggiornamento alla 1607 mi scassasse il dualboot con Linux, per fortuna è andato tutto bene.
Dumah Brazorf05 Agosto 2016, 14:38 #2
Almeno con ubuntu puoi non aggiornare, microsoft invece te lo spara "sistemadiraffreddamentoariaariaoariaacquapermotorisovralimentati".
azi_muth05 Agosto 2016, 14:46 #3
Non è una cosa che ho approfondito ma adesso che si sta migrando ad un modello windows as a service, credo che prima o poi non si pagherà più per la licenza ogni nuova release ma su base mensile o annuale come con office.
Non penso proprio che Ms manterrà w10 gratuito a vita...
Hanno detto qualcosa al riguardo?
TheZioFede05 Agosto 2016, 14:52 #4
Originariamente inviato da: marmotta88
il modello "rolling release" per windows continua a non convincermi.

L'utenza windows vuole stabilità e che l'intefaccia grafica non cambi.

Come si fa a convincere le aziende a passare al 10 se ogni 6 mesi rischiano un fermo macchine?

Sono perplesso, io ho rischiato che l'aggiornamento alla 1607 mi scassasse il dualboot con Linux, per fortuna è andato tutto bene.


infatti, ma perso che la stragrande maggioranza dei problemi nascano da driver e software fatti male, roba che purtroppo salta fuori solo dopo il rilascio al pubblico e non con le previews insider

Originariamente inviato da: azi_muth
Non è una cosa che ho approfondito ma adesso che si sta migrando ad un modello windows as a service, credo che prima o poi non si pagherà più per la licenza ogni nuova release ma su base mensile o annuale come con office.
Non penso proprio che Ms manterrà w10 gratuito a vita...
Hanno detto qualcosa al riguardo?


ne dubito, l'utenza consumer non è disposta a pagare qualcosa come un sistema operativo (ad eccezione di quello incluso all'acquisto del pc ovviamente)
digmedia05 Agosto 2016, 14:59 #5
Originariamente inviato da: azi_muth
Non è una cosa che ho approfondito ma adesso che si sta migrando ad un modello windows as a service, credo che prima o poi non si pagherà più per la licenza ogni nuova release ma su base mensile o annuale come con office.
Non penso proprio che Ms manterrà w10 gratuito a vita...
Hanno detto qualcosa al riguardo?


Ho letto qualcosa a proposito di una versione enterprise che verrà
data in abbonamento a 7 $/mese QUI

Finora nulla per le versioni home e pro...
azi_muth05 Agosto 2016, 15:27 #6
Originariamente inviato da: TheZioFede
ne dubito, l'utenza consumer non è disposta a pagare qualcosa come un sistema operativo (ad eccezione di quello incluso all'acquisto del pc ovviamente)


Aparte che l'utenza consumer non sarebbe disposta a pagare nulla se è per questo, ma secondo me è altamente probabile, in fondo gli utenti che potrebbero fare?
Migrare a linux? In questa maniera azzererebbero la pirateria guadagnerebbero miliardi...
E' il bello di avere un monopolio...
emiliano8405 Agosto 2016, 15:36 #7
Originariamente inviato da: azi_muth
Non è una cosa che ho approfondito ma adesso che si sta migrando ad un modello windows as a service, credo che prima o poi non si pagherà più per la licenza ogni nuova release ma su base mensile o annuale come con office.
Non penso proprio che Ms manterrà w10 gratuito a vita...
Hanno detto qualcosa al riguardo?


MS l'ha smentito piu' volte, ora non e' nemmeno piu' gratuito... piuttosto penso che "ultimo" windows sempre aggiornato as service sia esagerato... tiipo tra' 10 anni vedremo windows 11 a pagamento... IMHO

per office c'e' sempre office 365 in abbonamento e office completo 2016 a pagamento

Originariamente inviato da: digmedia
Ho letto qualcosa a proposito di una versione enterprise che verrà
data in abbonamento a 7 $/mese QUI

Finora nulla per le versioni home e pro...


come ho scritto sopra...quella in abbonamento e' un'opzione in piu', al momento per l'enterprise, diciamo che ti serve windows per un periodo limitato e ti abboni, o per delle postazioni temporanee
azi_muth05 Agosto 2016, 15:43 #8
Originariamente inviato da: emiliano84
MS l'ha smentito piu' volte, ora non e' nemmeno piu' gratuito... piuttosto penso che "ultimo" windows sempre aggiornato as service sia esagerato... tiipo tra' 10 anni vedremo windows 11 a pagamento... IMHO


Quello attuale è gratuito per chi aveva win 7 o win 8 gli altri devono acquistare la licenza intera o l'update.

Però mi sembra molto improbabile che da adesso in poi sia sempre gratuito...visto che non lo è mai stato in passato. Se non ricordo male un update costava intorno ai 50/60 euro ogni 2/3 anni.
Pagare annualmente 25/35 euro penso sarebbe normale.
Il punto è che una volta si poteva scegliere se aggiornare oppure no...con W10 non c'è molta scelta.

Riguardo ad office credo che anche li siamo di fronte ad una transizione da un modello di pagamento ad un'altro.
Adobe per esempio ha già percorso quella strada.
Pino9005 Agosto 2016, 15:44 #9
Originariamente inviato da: emiliano84
MS l'ha smentito piu' volte, ora non e' nemmeno piu' gratuito... piuttosto penso che "ultimo" windows sempre aggiornato as service sia esagerato... tiipo tra' 10 anni vedremo windows 11 a pagamento... IMHO

per office c'e' sempre office 365 in abbonamento e office completo 2016 a pagamento



come ho scritto sopra...quella in abbonamento e' un'opzione in piu', al momento per l'enterprise, diciamo che ti serve windows per un periodo limitato e ti abboni, o per delle postazioni temporanee


No. Quella versione da quello che ho capito serve a tutte quelle aziende (edit includendo gli studi di professionisti) che non hanno i requisiti per la enterprise. La sostanziale differenza sta nelle condizioni: la versione a 7$/mese è per aziende da 1 a non mi ricordo più quanti dipendenti.

Praticamente va a "rimpiazzare" (fra virgolette visto che esiste ancora) la PRO offrendo tutte cose di cui un "PRO" ha bisogno, fra cui il controllo totale sugli aggiornamenti. E' una Enterprise per chi non rientra nella Enterprise...
TheZioFede05 Agosto 2016, 15:46 #10
Originariamente inviato da: azi_muth
in fondo gli utenti che potrebbero fare?
.


-non pagare
-passare ad altro
-altri metodi di attivazione

come potresti convincere qualcuno a pagare per usare una cosa che facevi gratis fino al giorno prima? nessuno lo farebbe, anche alla microsoft lo sanno, non si spingerebbero mai a questo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^