Effetto tablet: meno incisivo sulle vendite di PC di quanto si credeva

Effetto tablet: meno incisivo sulle vendite di PC di quanto si credeva

A distanza di qualche tempo l'effetto tablet PC può essere valutato con maggiore obiettività, scoprendo che l'impatto sulle vendite dei notebook non è stato così incisivo

di Alessandro Bordin pubblicata il 22 Giugno 2012, alle 08:42 nel canale Tablet
 

Alcuni analisti, come riportato sul sito di Digitimes, hanno valutato attentamente le conseguenze del fenomeno tablet PC fin dai primi successi commerciali di iPad, il rappresentante più accreditato e venduto nel mondo. Le previsioni della prima ora parlavano di un vero e proprio terremoto, dalle conseguenze nefaste per le vendite dei tradizionali PC. In realtà le cose stanno diversamente.

L'erosione del mercato, parlando di PC portatili, si è verificata soprattutto nel primo periodo di commercializzazione dei tablet PC, che hanno di fatto assorbito il budget di molti consumatori. L'attrazione per la novità ha di fatto portato la gente a rimandare la sostituzione del portatile di cui era già in possesso, scegliendo una soluzione tablet.

Proprio in questa particolare fase di mercato sono state tracciate le prime nefaste previsioni sulla vendita di PC portatili, mentre analizzando a distanza di tempo il fenomeno appare tutto più ridimensionato. Il tablet PC era e rimane, soprattutto, uno strumento di intrattenimento, più che di lavoro. L'impatto iniziale, quindi, si è via via affievolito per lasciare spazio a un mercato in forte ripresa per quanto riguarda i notebook, grazie anche all'aggiornamento delle piattaforme.

Aziende come Acer, Asus e Samsung si dicono ottimiste sulla ripresa delle vendite a ritmi pre-tablet, mentre sono più caute Dell e HP, forse anche in virtù della maggiore crisi che coinvolge i mercati in cui i due brand statunitensi sono più attivi.

Il tablet PC quindi è di fatto un settore nuovo che va ad aggiungersi a quelli consolidati dell'IT che, assorbito il colpo della prima ora, rimangono quelli preferiti dagli utenti per quanto riguarda la produttività e le attività lavorative.

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gurzo200722 Giugno 2012, 09:03 #1
e chi lo avrebbe detto mai
fuocoz22 Giugno 2012, 09:09 #2
E li pagano pure sti analisti
H.D. Lion22 Giugno 2012, 09:14 #3
Non hanno studiato l'erosione sul mercato dei PC desktop? C'è ancora chi, per l'uso che ne fa, non fa differenza tra tablet e desktop...
gpat22 Giugno 2012, 09:15 #4
Come dire che le Smart avrebbero tolto grosse fette di mercato alle Mercedes. E invece no. Ma dai?
cHocoBon22 Giugno 2012, 09:21 #5
Ma infatti era abbastanza ovvio, quanta gente ha solo il tablet e non ha almeno un portatile con cui accompagnarlo? Almeno in italia, con la nostra cultura informatica, davvero poca...
adapting22 Giugno 2012, 09:42 #6
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: http://www.hwupgrade.it/news/portat...deva_42727.html

A distanza di qualche tempo l'effetto tablet PC può essere valutato con maggiore obiettività, scoprendo che l'impatto sulle vendite dei notebook non è stato così incisivo

Click sul link per visualizzare la notizia.


Una non-notizia basata su interviste a venditori di PC, senza numeri nè dati.
Pura fuffa.
argent8822 Giugno 2012, 09:53 #7
Maledetti tablet! Hanno ucciso gli ultrabook!
Bighi22 Giugno 2012, 10:04 #8
Per me la svolta si avrà con windows 8, ora sono costretto ad usare il portatile per alcune applicazioni windows, ma poi quando si potranno usare su di un tablet con tastiera staccabile nulla mi impedirà di liberarmi dal portatile.
TheDarkMelon22 Giugno 2012, 10:23 #9
lo dicevo io, ora che arriverà windows 8 la oncorrenza subirà un colpo pesantissimo!! finalmente le azioni ms andarnno anche loro in alto dopo essere state ferme troppo a lungo sui 30$
zbear22 Giugno 2012, 10:52 #10

Mettiamola giù meglio ...

Quanta fuffa
In realtà, come sempre, il prodotto nuovo toglie al mercato vecchio, e le esigenze della gente varia con il prodotto offerto.

Quindi, semplicemente, il mercato si ridistribuirà ora che:
1) l'utonto massimo usa solo smartphone e tablet.
2) l'utente normale, che sa usare il pc, usa i primi due più il portatile
3) l'utente evoluto usa i primi 3 e aggiunge il desktop potente per i suoi usi
4) Il Pro usa solo smrtphone schermo grande e desk, perchè i portatili al massimo vanno bene in ferie.

Nessun furto di mercato, ma una ridistribuzione equa in base alle necessità e agli investimenti pubblicitari.
Tanto agli utonti è completamente inutile parlare di efficienza: arrivano fin dove possono, e quindi comprano eppol o android, molto più facili da usare che un PC vero.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.