Nuova generazione di CPU AMD FX al debutto nel terzo trimestre

Nuova generazione di CPU AMD FX al debutto nel terzo trimestre

Le prime CPU della famiglia Vishera, basate su architettura Piledriver in versioni sino a 8 core, sono attese sul mercato per i prossimi mesi; ipotizzabile una commercializzazione a Settembre

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 09:01 nel canale Processori
 

AMD starebbe preparando il debutto della seconda generazione di processori AMD della famiglia FX, destinati a sistemi desktop con socket AM3+ e meglio noti con il nome in codice di Vishera, per il terzo trimestre dell'anno stando ad un report pubblicato sul sito Donanim Haber a questo indirizzo. Mancano indicazioni precise ma riteniamo probabile che il debutto possa avvenire nel corso del mese di Settembre, posticipato a quello delle soluzioni Trinity per sistemi desktop attese ad Agosto.

Per questi processori troveremo architettura Piledriver, evoluzione di quella Bulldozer che è stata introdotta per la prima volta con le prime generazioni di processore Bulldozer. Tale innovazione dovrebbe permettere di ottenere un incremento delle prestazioni a parità di frequenza di clock sino a circa il 10%, rappresentando quindi una evoluzione rispetto a quanto disponibile al momento sul mercato. L'architettura Piledriver adottata in questi processori rappresenterà una evoluzione di quella dello stesso nome adottata per le APU della famiglia Trinity, recentemente presentate da AMD per sistemi notebook; ci si attendono pertanto prestazioni leggermente più elevate, grazie tra le varie cose anche alla presenza di cache L3 unificata tra i vari core in quantitativo sino a 8 Mbytes.

I processori Vishera continueranno a utilizzare processo produttivo a 32 nanometri con tecnologia SOI, integrando controller memoria DDR3 dual channel 1866 e sfruttando lo stesso tipo di schede madri abbinate alle CPU FX della famiglia Bulldozer. Stando alla roadmap fornita da AMD a inizio anno questi processori verranno mantenuti anche per tutto il 2013, presumibilmente con alcune innovazioni in termini di frequenze di clock attese per il prossimo anno, in versioni da 4 sino a 8 core.

Le CPU della famiglia Vishera utilizzeranno die noti con il nome in codice di Viperfish, adottati non solo per queste CPU ma anche per quelle della famiglia Opteron indicate con i nomi di Seoul e Abu Dhabi. In questo modo AMD continuerà a riproporre quanto visto in passato, cioè l'utilizzo della stessa architettura base di processore tanto per le soluzioni desktop di fascia medio alta quanto per quelle server con brand Opteron.

42 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
aleforumista26 Maggio 2012, 09:56 #1

Piccola considerazione personale

In ufficio ho un server di servizio con un FX8150 e 16gb di ram, 2 momentusXT in raid1 con controller intergrato sul 990fx.....questa macchina mi fa da controller di dominio, server dns, server wins, server ftp, rip di stampa per i plotter e le pellicole, centralino telefonico e server mail con Postfix, server di streaming per i corsi e le presentazioni in lan e su internet e in più mantiene 4 xp per le connessioni da remoto per gli agenti tutto su macchine virtuali (in tutto sono 6 macchine virtuali windows + 3 linux sempre attive), prima ho provato un i7 e le prestazioni erano identiche, mi domando....possibile che tra server e desktop ad oggi abbiamo bisogno di tutto ciò?
Ste powa26 Maggio 2012, 10:16 #2
Originariamente inviato da: aleforumista
In ufficio ho un server di servizio con un FX8150 e 16gb di ram, 2 momentusXT in raid1 con controller intergrato sul 990fx.....questa macchina mi fa da controller di dominio, server dns, server wins, server ftp, rip di stampa per i plotter e le pellicole, centralino telefonico e server mail con Postfix, server di streaming per i corsi e le presentazioni in lan e su internet e in più mantiene 4 xp per le connessioni da remoto per gli agenti tutto su macchine virtuali (in tutto sono 6 macchine virtuali windows + 3 linux sempre attive), prima ho provato un i7 e le prestazioni erano identiche, mi domando....possibile che tra server e desktop ad oggi abbiamo bisogno di tutto ciò?


per quello che lo hai messo a fare buldozzer è decisamente un' ottima architettura. Poi amd è sempre stata molto brava nel rendere tutti i loro prodotti solidi come rocce: mette sempre a defoult un sacco di volt in più per avere prodotti più stabili e sopratutto le loro cpu per esperienza personale durano molto di + rispetto a intel ... anche se sempre al 100% a temperature altissime cavolo lavorano tranquillamente .

ovviamente detto da uno che ha un i7 .. quindi non di parte . ma con il tempo ho riscontrato relamente che sono davvero difficili da distruggere le cpu amd, non si può dire la stessa cosa delle intel. Mi è capitato di vede cpu intel buttate via. Cpu amd solo una.. fatta fuori da un fulmine.

Sulle prestazioni sì molti si aspettavano di più sopratutto dopo tutte quella pubbliciyà che hanno fatto. però bisogna anche ricordarsi che con il loro prezzo decisamente agressivo si può prendere una cpu molto buona certi frangenti. in altri invece non c'è nulla da fare . se si usano softwere che non usano molti core invece intel resta imbattuta : le sue cpu costano abbvastanza ma consumano poco, scaldano poco e le prestazioni su ogni core è decisamente molto elevata .
yukon26 Maggio 2012, 11:44 #3
Originariamente inviato da: Ste powa
per quello che lo hai messo a fare buldozzer è decisamente un' ottima architettura. Poi amd è sempre stata molto brava nel rendere tutti i loro prodotti solidi come rocce: mette sempre a defoult un sacco di volt in più per avere prodotti più stabili e sopratutto le loro cpu per esperienza personale durano molto di + rispetto a intel ... anche se sempre al 100% a temperature altissime cavolo lavorano tranquillamente .

ovviamente detto da uno che ha un i7 .. quindi non di parte . ma con il tempo ho riscontrato relamente che sono davvero difficili da distruggere le cpu amd, non si può dire la stessa cosa delle intel. Mi è capitato di vede cpu intel buttate via. Cpu amd solo una.. fatta fuori da un fulmine.

Sulle prestazioni sì molti si aspettavano di più sopratutto dopo tutte quella pubbliciyà che hanno fatto. però bisogna anche ricordarsi che con il loro prezzo decisamente agressivo si può prendere una cpu molto buona certi frangenti. in altri invece non c'è nulla da fare . se si usano softwere che non usano molti core invece intel resta imbattuta : le sue cpu costano abbvastanza ma consumano poco, scaldano poco e le prestazioni su ogni core è decisamente molto elevata .




è un piacere leggere commenti simili, sopratutto da chi possiede un processore intel.

mi auguro che la stagione dei commenti "amd fail" o "tanto crysis non ci gira" o più in generele da fanboy o bm sia destinata a tramontare.


detto questo, aspettavo la nuova generazione di fx per fare il cambio. ora ho un 965 e tutto sommato va ancora bene, in più che i buldozer non mi avevano convinto pienamente..

speriamo bene
Perseverance26 Maggio 2012, 11:52 #4
Fa tristezza leggere subito commenti di ariafritta

Ritornando in tema con questi nuovi proci: stesso socket, stesse schede madri, e magari stessi consumi ma con [I]« un incremento delle prestazioni a parità di frequenza di clock sino a circa il 10%»[/I], e per come la intendo io anche...stesse prestazioni.

Che senso ha far uscire questa architettura? Non è meglio ottimizzare come consumi quella attuale?

Ho la sensazione che per non sfigurare troppo stiano forzando l'uscita di nuove architetture tanto per farsi il nome ma che poi sul campo di innovazione e prestazioni non portano niente.
calabar26 Maggio 2012, 12:03 #5
Originariamente inviato da: Perseverance
Che senso ha far uscire questa architettura? Non è meglio ottimizzare come consumi quella attuale?

É esattamente quello che stanno facendo.
Piledriver altro non è che un'ottimizzazione di bulldozer, con l'aggiunta di diverse feature che a bulldozer mancavano.
AMD ha dichiarato tempo fa che avrebbe ogni anno fatto uscire una nuova versione dei propri processori in un costante processo di miglioramento che avrebbe portato ad un guadagno in prestazioni del 10-15% per revisione.
E piledriver al momento rispetta questa intenzione.

Comunque non sono molto d'accordo con la presunta fragilità dei processori Intel di cui si parla sopra. Al di la del fatto che proprio i processori sono tra i componenti che più raramente si rovinano, quindi si tratta comunque di un problema marginale, non ho mai riscontrato una realtà di questo tipo. Sarei curioso di vedere qualche statistica affidabile a riguardo.
unplugged26 Maggio 2012, 12:54 #6
Avrò avuto a che fare con migliaia di PC in assistenza, ma a dire il vero, dal socket 370 in poi (storia), non he ho mai visti di Intel bruciati, manco quando assemblati male o per problemi di raffreddamento.
Riguardo al voltaggio, ci vuole quello giusto, voltaggio in più non serve.
Una macchina configurata bene, raffreddata sufficientemente e con un buon alimentatore, che sia AMD, Intel, VIA o chicchessia funziona 24h/7.
Riguardo a AMD il problema secondo me è che andrebbero sfruttati con software specificamente compilato e poi il divario di prezzo non è tantissimo con gli Intel (da giustificare la scelta alternativa).
Vedi per esempio una distro come Gentoo Linux, dove si compila tutto in specifico per l'architettura, ma che rogna però nella manutenzione...

Più che altro adesso AMD latita anche nel settore low end, ad es. gli Intel G620, G840, hanno un ottimo rapporto prezzo/prestaz. a cui decisamente non trovo un processore da AMD che gli competa in quella fascia. (mentre prima gli Athlon II X2/X3 non erano malvagi)
E le motherboard si trovano allo stesso prezzo.
carlottoIIx626 Maggio 2012, 12:55 #7
Originariamente inviato da: aleforumista
In ufficio ho un server di servizio con un FX8150 e 16gb di ram, 2 momentusXT in raid1 con controller intergrato sul 990fx.....questa macchina mi fa da controller di dominio, server dns, server wins, server ftp, rip di stampa per i plotter e le pellicole, centralino telefonico e server mail con Postfix, server di streaming per i corsi e le presentazioni in lan e su internet e in più mantiene 4 xp per le connessioni da remoto per gli agenti tutto su macchine virtuali (in tutto sono 6 macchine virtuali windows + 3 linux sempre attive), prima ho provato un i7 e le prestazioni erano identiche, mi domando....possibile che tra server e desktop ad oggi abbiamo bisogno di tutto ciò?


le prestazioni erano identiche perchè le tue esigenze sono basse per un FX 8150, su cui puoi caricare molto, molto, molto di più.
gli hanno caricato 32 macchine virtuali e si è saturata prima la ram che non il procio
carlottoIIx626 Maggio 2012, 12:59 #8
Originariamente inviato da: unplugged
cut
Riguardo a AMD il problema secondo me è che andrebbero sfruttati con software specificamente compilato e poi il divario di prezzo non è tantissimo con gli Intel (da giustificare la scelta alternativa).

cut

Più che altro adesso AMD latita anche nel settore low end, ad es. gli Intel G620, G840, hanno un ottimo rapporto prezzo/prestaz. a cui decisamente non trovo un processore da AMD che gli competa in quella fascia. (mentre prima gli Athlon II X2/X3 non erano malvagi)
E le motherboard si trovano allo stesso prezzo.

un fx 6200 un sei core da 3,8GHz va come un i5 2400 e costa decisamente meno.

a quella fascia ci sono le apu che hanno un ottima scheda video integrata
tmx26 Maggio 2012, 13:00 #9
cpu fragili non ne ho mai viste, nè blu nè verdi...

ora che han dentro la gpu e hanno processi molto più piccoli, lo scenario potrebbe anche cambiare, chissà... almeno per quanto concerne la durata nel tempo.
carlottoIIx626 Maggio 2012, 13:06 #10
Originariamente inviato da: Perseverance
Fa tristezza leggere subito commenti di ariafritta

Ritornando in tema con questi nuovi proci: stesso socket, stesse schede madri, e magari stessi consumi ma con [I]« un incremento delle prestazioni a parità di frequenza di clock sino a circa il 10%»[/I], e per come la intendo io anche...stesse prestazioni.

scusa, ma questo che cos'è, vuoto fritto?
amd sta evolvendo la sua architettura, diminuendo il consume e aumentanto le prestazioni. 10% di ipc con frequenza alte, fanno anche in single prestazioni notevoli, se poi pensi che hanno 8 core, in multi scheggiano.
Che senso ha far uscire questa architettura? Non è meglio ottimizzare come consumi quella attuale?
Ho la sensazione che per non sfigurare troppo stiano forzando l'uscita di nuove architetture tanto per farsi il nome ma che poi sul campo di innovazione e prestazioni non portano niente.


stendiamo un velo pietoso amd ha annunciato da tempo le sue evoluzioni di BD e fa più che ottimizzare i consumi molto più, sta arrivando alla fusione tra cpu e gpu con il calcolo eterogeneo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
Trova il regalo giusto