Apple valuta ancora display IGZO per i prossimi iDevices

Apple valuta ancora display IGZO per i prossimi iDevices

La Mela si confronta con Sharp sulla possibilità di utilizzare display IGZO per i prossimi iPad e iPhone. I tassi di resa produttiva non convincono però Apple che guarda verso altri fornitori

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:50 nel canale Apple
AppleiPhoneiPadSharp
 

Apple sta ancora portando avanti un'attenta valutazione della possibilità di affidarsi alla giapponese Sharp per quanto riguarda la fornitura di display con tecnologia realizzati con tecnologia IGZO (Indio, Gallio, Ossido di Zinco) destinati alla prossima generazione di dispositivi iPhone, iPad e iPad mini.

Attualmente tuttavia pare che la Mela non sia ancora convinta della capacità produttiva dell'azienda giapponese e che stia rivolgendosi anche ad altri produttori orientali per poter irrobustire la propria catena di fornitura. In particolare Apple sta portando avanti una valutazione della linea di prodotti L5C di AU Optronics, per verificare se possa essere adatta per la produzione dei propri iDevices. Da osservare, inoltre, che la taiwanese Innolux ha recentemente ottenuto un'importante licenza per la produzione di display IGZO, che la mette nella condizione di poter diventare un fornitore di Apple per il prossimo futuro.

I pannelli IGZO hanno caratteristiche migliori, in termini di spessore ed efficienza operativa, di quelli utilizzati ora per la produzione dei dispositivi mobile di Apple. La Mela, tuttavia, non è ancora stata in grado di poter beneficiare delle soluzioni di Sharp dal momento che quest'ultima ha avuto qualche difficoltà con le rese di produzione. Solo recentemente la compagnia giapponese ha introdotto sul mercato nazionale i primi pannelli IGZO, con un'offerta mobile limitata solamente al Giappone.

Intanto, come già osservato nel corso delle ultime settimane, pare che Apple sia indirizzata ad accorciare il ciclo di vita dei propri tablet, incrementando la frequenza di lancio di nuovi modelli. Da più parti, infatti, si vocifera che la compagnia sia intenzionata a lanciare nel mese di marzo nuovi modelli di iPad e iPad mini, ad appena sei mesi dal debutto dei loro predecessori. Non è chiaro se questa strategia, che comunque deve ancora trovare riscontro nei fatti, verrà applicata anche ad iPhone. Una mossa che sembra comunque abbastanza sensata considerando i piani di Samsung, principale rivale della Mela nel campo delgi smartphone, con la sua linea di prodotti Galaxy-S.

L'incremento del tasso di aggiornamento dei dispositivi destinati al mondo mobile permetterebbe alla Mela, almeno in linea teorica, di implementare più rapidamente le novità tecnologiche come nuove tecnologie di display, batterie più capienti, processori dalle maggiori prestazioni e dalla migliore efficienza e, nel complesso, soluzioni dalla miniaturizzazione più pronunciata.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
guido89_28 Dicembre 2012, 14:11 #1
se fa così con i tablet bisogna vedere quanto regge il mercato dell'usato e sopratutto se il periodo minore di tempo per la progettazione e ottimizzazione darà gli stessi frutti del passato...nel complesso, se apple riuscirà a mantenere quell'aura di esclusività che l'ha contraddistinta negli ultimi anni.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^