Sapphire e ASRock: due schede madri con chipset P67

Sapphire e ASRock: due schede madri con chipset P67

A confronto due proposte per processori Intel della famiglia Sandy Bridge per utenti appassionati, ma caratterizzate da scelte tecniche differenti. Pure Black P67 Hydra di Sapphire propone il chip Lucid per configurazioni multi GPU anche di tipo ibrido, mentre Fatal1ty P67 Professional è la proposta ASRock per il videogiocatore più appassionato.

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Schede Madri e chipset
 

Introduzione

Alla metà del mese di Maggio Intel ha presentato il chipset Z68, soluzione destinata all'utilizzo con processori socket 1155 della famiglia Sandy Bridge che si pone quale piattaforma di riferimento sul mercato per gli utenti più appassionati. Rispetto al chipset P67, prima proposta per CPU Sandy Bridge a debuttare sul mercato a Gennaio 2011, il chipset Z68 introduce supporto alla GPU integrata nei processori (P67 richiede necessariamente la presenza di una scheda video discreta), la possibilità di intervenire in overclock contemporaneo di GPU e CPU e, più di tutto, la tecnologia Smart Response. Quest'ultima permette di utilizzare un'unità SSD di piccole dimensioni quale memoria cache, competamente trasparente all'utente, così da velocizzare gli accessi all'hard disk tradizionale presente nel sistema.

Smart Response, come abbiamo avuto modo di verificare nella nostra analisi, funziona oggettivamente molto bene ma non può prendere il posto, dal piano delle pure prestazioni velocistiche, di un'unità SSD dedicata utilizzata quale storage principale del sistema in abbinamento ad un hard disk tradizionale per i dati. Anche per questo motivo, a nostro avviso, le schede madri socket 1155 basate su chipset che non siano quello Z68 mantengono ancora un certo interesse sul mercato, grazie anche ad un presumibile allineamento verso il basso dei prezzi così da lasciare maggior spazio commerciale alle proposte Z68. Per chi vuole abbinare una GPU discreta a processori Sandy Bridge e preferisce utilizzare un SSD di capienza medio alta, dai 120 Gbytes in poi, accanto ad un hard disk tradizionale per i dati le soluzioni P67 rappresentano una scelta valida, soprattutto ora che con la revision B3 del chipset sono stati risolti i problemi legati al potenziale malfunzionamento del controller SATA 3 Gbps.

In queste pagine abbiamo messo a confronto due interessanti schede madri basate su socket 1155 LGA dotate di chipset Intel P67: da un lato Sapphire Pure Black P67 Hydra, soluzione che come il nome lascia facilmente intendere è basata su chip Hydra Lucid e quindi permette di gestire configurazioni multi GPU anche ibride. Dall'altro ASRock Fatal1ty P67 Professional, scheda madre che ha catturato l'attenzione degli utenti più appassionati sin dalla sua presentazione sul mercato in quanto abbinata al nome di Fatal1ty, probabilmente il più noto videogiocatore professionistico degli ultimi 10 anni.

La tabella seguente riassume le principali caratteristiche tecniche delle due schede madri in prova:

Modello

Sapphire Pure Black P67 Hydra ASRock Fatal1ty P67 Professional
Form Factor ATX ATX
Chipset Intel P67 Intel P67
Socket 1155 LGA 1155 LGA
slot memoria 4 4
slot PCI Express 16x 4 3
slot PCI Express 4x - -
slot PCI Express 1x - 2
slot PCI 2 2
Compatibilità CrossFireX si si
Compatibilità SLI si si
porte USB onboard 8 USB 2.0
2 USB 3.0
4 USB 2.0
4 USB 3.0
Firewire si si
eSATA 1 canale SATA 3 Gbps via chipset P67 no
Lan Marvell 88E8057 dual Realtek RTL8111E
Audio Realtek ALC892 Realtek ALC892
SATA 3 canali SATA 3 Gbps via chipset P67
2 canali SATA 2 Gbps via chipset P67
2 canali SATA 6 Gbps via Marvell 9128
4 canali SATA 3 Gbps via chipset P67
2 canali SATA 2 Gbps via chipset P67
4 canali SATA 6 Gbps via Marvell SE9120
EIDE no si
Floppy no si
Connettori ventole 5 5

Le specifiche tecniche delle due soluzioni sono molto simili: troviamo per entrambe vari slot PCI Express 16x, con ben 4 adottati da Sapphire, in abbinamento a slot PCI tradizionali per periferiche di vecchia generazione. Non manca il controller USB 3.0 addizionale, con in questo caso ben 4 canali messi a disposizione dalla scheda madre ASRock, mentre dal versante storage si è scelto di affiancare un controller SATA 6 Gbps supplementare con entrambe le schede, a 2 canali per la proposta Sapphire e a 4 canali per quella ASRock.

ASRock ha stranamente scelto di inserire nella propria soluzione Fatal1ty P67 Professional anche connettori per floppy drive e periferiche EIDE, accessori la cui presenza è sempre più rara tra le schede madri recenti soprattutto se di fascia alta. Stupisce, pensando a questo, l'assenza di un connettore eSATA presente invece nella soluzione Sapphire: è questa una funzionalità accessoria che viene molto raramente utilizzata ma che a nostro avviso in un sistema moderno può essere ben più utile di un floppy drive.

Nelle pagine seguenti analizzeremo la costruzione delle due schede, ponendole a confronto diretto soffermando la nostra attenzione sulle prestazioni velocistiche ottenibili con giochi 3D in configurazione a singola GPU e con tecnologie AMD CrossFire e NVIDIA SLI.

 
Trova il regalo giusto