Sapphire e ASRock: due schede madri con chipset P67

Sapphire e ASRock: due schede madri con chipset P67

A confronto due proposte per processori Intel della famiglia Sandy Bridge per utenti appassionati, ma caratterizzate da scelte tecniche differenti. Pure Black P67 Hydra di Sapphire propone il chip Lucid per configurazioni multi GPU anche di tipo ibrido, mentre Fatal1ty P67 Professional è la proposta ASRock per il videogiocatore più appassionato.

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Schede Madri e chipset
 

Considerazioni

La tecnologia Lucid Hydra continua a restare, a nostro avviso, un concetto tanto valido teoricamente quanto poco utile dal punto di vista pratico. La possibilità di gestire configurazioni multi GPU indipendentemente dal supporto ufficiale CrossFire o SLI implementato nel chipset della scheda madre è indubbiamente interessante e apre spazio al supporto a configurazioni particolari per il sottosistema video, ma questo non si accompagna a una buona scalabilità delle prestazioni. Nei test che abbiamo eseguito troviamo conferma a questo: in molti casi le configurazioni A-Mode e N-Mode non si differenziano da quelle a singola GPU.

La modalità A-Mode può essere agevolmente bypassata utilizzando il supporto CrossFire ufficiale, implementato non solo nella scheda madre Sapphire ma anche in tutte le schede madri socket 1155 e socket 1156 LGA dotate di due slot PCI Express 16x meccanici. Differente il discorso per quanto riguarda la tecnologia SLI di NVIDIA: in questo caso il supporto proviene da una certificazione fornita da NVIDIA al produttore della scheda madre per il proprio specifico modello. Nel caso della scheda madre Sapphire il produttore ha scelto di non sottoporre la scheda Pure Black P67 Hydra a questo processo, ripiegando sulla modalità N-Mode del chip Lucid Hydra per sfruttare due GPU NVIDIA in parallelo.

A chiudere il quadro le configurazioni di tipo ibrido, che prevedono l'utilizzo in parallelo di una scheda video con GPU NVIDIA e una con GPU AMD. Lucid fornisce una lista di compatibilità ben definita, oggetto in genere di ampliamenti nel momento in cui vengono rilasciate nuove versioni di driver, ma l'approccio sulla carta molto interessante ha all'atto pratico troppe limitazioni per essere di effettivo interesse pratico. Non solo è necesario abbinare due schede video diverse in modo corretto e bilanciato tra di loro, ma bisogna anche sperare che i driver Lucid siano stati ottimizzati per la specifica applicazione che verrà utilizzata. Se così non fosse le prestazioni velocistiche risultanti saranno non allineate alla massima potenza di calcolo messa a disposizione dalle due schede video.

Il quadro non è così positivo per l'implementazione Hydra anche limitandosi a configurazioni a singola GPU: la presenza del chip Hydra introduce comunque della latenza addizionale rispetto all'implementazione con solo chipset Intel P67, con un impatto negativo sulle prestazioni velocistiche. Già in occasione della nostra prima analisi delle soluzioni Hydra Lucid ci siamo detti poco convinti di questa tecnologia, tanto interessante su carta quanto caratterizzata da implicazioni che ne limitano l'efficacia. Questi test confermano la nostra iniziale impressione, nonostante siano passati vari mesi e rese disponibili varie ottimizzazioni da lato driver.

E' questo un peccato nel complesso, in quanto la scheda Sapphire Pure Black P67 Hydra si è confermata soluzione stabile, ben costruita e con alcune soluzioni tecniche interessanti. Sapphire ha intenzione di continuare a sviluppare nuove schede madri di fascia enthusiast basate sia su processori Intel che AMD: il proprio team di sviluppo vanta una notevole esperienza pregressa nel mercato enthusiast che verrà ulteriormente portata nello sviluppo delle future soluzioni, sia socket AM3+ sia socket 1155 LGA.

Giudizio positivo, infine, per la scheda ASRock Fatal1ty P67 Professional: questa soluzione ha evidenziato un comportamento sempre stabile durante i test, abbinando valide prestazioni in configurazione multi GPU a una dotazione accessoria molto ricca. ASRock ha sempre avuto una percezione di mercato di brand di fascia entry level, alternativa economica alle proposte Asus. Soluzioni come la Fatal1ty P67 Professional, senza tralasciare per questo altre proposte presenti nella famiglia di soluzioni dell'azienda taiwanese, confermano come la percezione di un tempo non sia più valida.

  • Articoli Correlati
  • Intel Z68: la nuova piattaforma per processori Sandy Bridge Intel Z68: la nuova piattaforma per processori Sandy Bridge Con il chipset Z68 Intel propone una nuova piattaforma per schede madri socket 1155 LGA compatibili con CPU Sandy Bridge. Tra le novità overclock di CPU e GPU in contemporanea, tecnologia Lucid Virtu e soprattutto Rapid Storage per utilizzate un SSD quale memoria cache
  • Comparativa schede madri P67, per CPU Sandy Bridge Comparativa schede madri P67, per CPU Sandy Bridge Abbiamo confrontato caratteristiche tecniche e prestazionali di 6 schede madri per processori Intel Sandy Bridge, basate su chipset Intel P67. Emerge chiaramente come, complice l'architettura della CPU, le differenze prestazionali siano molto ridotte
27 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
traider20 Giugno 2011, 12:58 #1

Asrock batte sapphire

10 a 0 .
iorfader20 Giugno 2011, 13:55 #2
ma cos'è l'n-mode e l'a-mode? mai sentito
scrat170220 Giugno 2011, 14:40 #3
Originariamente inviato da: iorfader
ma cos'è l'n-mode e l'a-mode? mai sentito


Ma leggere la review prima di commentare

Cmq l'unica cosa che si capisce bene da questa review e che un XFire di 6970 in FHD distrugge letteralmente lo Sli di 2 580 nel rapporto prezzo/prestazioni permettendo di giocare a tutto al max del dettaglio senza scatti!
Per il resto io penso che il P67 sia gia morto visto che chi ha bisogno della fascia bassa si prende la serie H67 e chi invece vuole farsi un PC piu prestazionale si prende Z68!
Relok20 Giugno 2011, 15:17 #4
Originariamente inviato da: traider
10 a 0 .


Da possessore di Asrock non posso che quotarti.

Ho una Asrock P55 Deluxe3 e ne sono soddisfattissimo, al prossimo upgrade prenderò molto probabilmente un altra Asrock.
baruk20 Giugno 2011, 15:17 #5
Che cavolo ci fa un connettore EIDE (ASRock Fatal1ty) in una scheda del 2011? per metterci il vecchio HD da 120Gb? mah...
Lino P20 Giugno 2011, 16:21 #6
Originariamente inviato da: scrat1702
Ma leggere la review prima di commentare

Cmq l'unica cosa che si capisce bene da questa review e che un XFire di 6970 in FHD distrugge letteralmente lo Sli di 2 580 nel rapporto prezzo/prestazioni permettendo di giocare a tutto al max del dettaglio senza scatti!
Per il resto io penso che il P67 sia gia morto visto che chi ha bisogno della fascia bassa si prende la serie H67 e chi invece vuole farsi un PC piu prestazionale si prende Z68!


beh, visto lo scarso supporto da parte delle sh e la quantità spropositata di bug dei giochi attuali, specie in multy gpu rendono quello che dici + che utopico.
Poi certo, in situazioni ottimali, con pieno supporto driver e piena implementazione da parte dei titoli potrebbe verificarsi ciò che dici.
fbrbartoli20 Giugno 2011, 16:40 #7
che figata la fatality! ancora una volta tra i top!
Capellone20 Giugno 2011, 16:43 #8
Nelle vicinanze del socket sono stati installati numerosi condensatori: sono tutti placcati in oro, scelta voluta da ASRock così da incrementarne la durata media sino a 2,5 volte rispetto ad un design standard, oltre che provenienti da fabbriche Giapponesi, tipicamente molto attente alla qualità della costruzione dei propri condensatori.

Questa è la ciliegina sulla torta di una ennesima "recensione" che di recensione ha ben poco, tanto è superficiale. Un servizio fotografico, un riassunto delle specifiche tecniche e una manciata di benchmark solo sui videogiochi...
Caro Corsini, dopo tanti anni di lettura appassionata e di partecipazione nel forum è un dispiacere trovare un articolo così deludente.
-Milite-20 Giugno 2011, 17:05 #9
Anche io posseggo una asrock (socket am3 però e sono molto soddisfatto
Lino P20 Giugno 2011, 17:09 #10
Originariamente inviato da: Capellone
Questa è la ciliegina sulla torta di una ennesima "recensione" che di recensione ha ben poco, tanto è superficiale. Un servizio fotografico, un riassunto delle specifiche tecniche e una manciata di benchmark solo sui videogiochi...
Caro Corsini, dopo tanti anni di lettura appassionata e di partecipazione nel forum è un dispiacere trovare un articolo così deludente.


caro, tu che 6 della vecchia scuola sai meglio di tanti altri come vanno certe cose. Le recensioni o le citazioni in senso lato hanno un costo, e spesso i centenuti sono subordinati a questi ultimi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.