AMD Brazos vs Intel Atom: mini-PC per sistemi HTPC

AMD Brazos vs Intel Atom: mini-PC per sistemi HTPC

Due sistemi HTPC Zotac identici, tranne che per la piattaforma. Il primo abbina CPU Intel Atom a sottosistema video NVIDIA ION; il secondo utilizza la nuova architettura AMD Brazos che integra CPU e GPU in un singolo chip. Scopriamo quale sia la preferibile quale mini PC anche per utilizzi multimediali

di Paolo Corsini pubblicato il 21 Aprile 2011 nel canale Processori
 

Introduzione

HTPC, Home Theater Personal Computer: questo acronimo è molto spesso utilizzato dai produttori di sistemi per identificare proprie soluzioni che vogliono abbinare la flessibilità d'uso tipica di un PC, ridotte dimensioni complessive, funzionamento silenzioso e design che sia adatto ad un utilizzo in un ambiente domestico. Utilizzare un PC al posto di un tradizionale lettore multimediale estende di molto la flessibilità d'uso dei contenuti in ambiente domestico, soprattutto se questi vengono usufruiti attraverso uno schermo ad elevata risoluzione o, perché no, un videoproiettore.

Riprodurre le immagini dell'ultima vacanza con i propri figli; guardare l'ultimo blockbuster in Blu Ray; ascoltare la propria musica preferita nel salotto oppure accedere al proprio archivio di contenuti multimediali. Questi sono solo alcuni degli scenari d'uso, spesso anche di tutti i giorni, che possono vedere l'utilizzo di un PC, o meglio di un HTPC appositamente sviluppato, all'interno della propria abitazione. Affinché l'esperienza d'uso sia soddisfacente è però necessario che il sistema scelto rispecchi alcuni requisiti base molto importanti:

  • consumi e silenziosità: un PC inserito in ambiente domestico deve necessariamente consumare poco, non tanto per contenere i costi complessivi quanto per limitare al massimo la rumorosità di funzionamento;
  • potenza elaborativa: limitare la potenza elaborativa è una delle strategie percorribili nel momento in cui si ricerca il più contenuto consumo possibile da un sistema. Un sistema HTPC ideale deve bilanciare al meglio il funzionamento silenzioso con la potenza di calcolo adeguata ad assicurare sia un funzionamento fluido, sia il supporto dei differenti formati multimediali che possono venir eseguiti;
  • design: un sistema inserito in un ambiente domestico, salotto o camera, deve presentarsi con un design che sia ben differente rispetto a quello abituale dei sistemi desktop.

intel-atom-logo.jpg (9542 bytes)Da alcuni anni a questa parte Intel propone sul mercato i processori della famiglia Atom, soluzioni che per scelte architetturali sono indirizzate a quegli ambiti di utilizzo nei quali si voglia bilanciare dimensioni e consumi. Le proposte Atom hanno conosciuto successo all'interno dei molti sistemi netbook apparsi sul mercato, ma hanno trovato ambito di utilizzo anche in sistemi HTPC tradizionali. Il vero limite di queste soluzioni non è tanto legato alla ridotta potenza elaborativa da lato CPU, che è necessariamente contenuta visti i requisiti di dimensioni e consumo, quanto dal sottosistema video sviluppato da Intel che non è adatto ad un utilizzo con applicazioni multimediali. Per questo motivo sono apparse sul mercato soluzioni alternative, con l'architettura ION di NVIDIA a rappresentare la proposta più concreta e interessante per incrementare la potenza elaborativa dei sistemi Atom in ambito HTPC.

Abbinando CPU Atom a sottosistema video ION i produttori di sistemi HTPC sono riusciti ad ottenere un buon connubio tra consumo, dimensioni e prestazioni velocistiche, queste ultime adeguate ad ambiti di utilizzo quali quello multimediale della riproduzione di flussi video. Intel ha beneficiato, in questo settore, di un vero e proprio predominio del mercato per lungo tempo, a dispetto delle ridotte performances complessive della CPU Atom che non è assolutamente in grado di rivaleggiare con tradizionali architetture di processore entry level anche di alcuni anni fa. Del resto per Intel le scelte architetturali portate avanti con Atom sono state incentrate sul massimo contenimento dei consumi, a scapito della pura velocità.

amdfusion_logo.jpg (9560 bytes)Solo recentemente AMD ha saputo rispondere alle soluzioni Atom di Intel con la prima generazione di soluzioni appartenenti alla famiglia Fusion, nome che identifica i prodotti di AMD che integrano al proprio interno componente CPU e GPU. Ci riferiamo alle soluzioni utilizzate nella piattaforma Brazos, composte dalle quattro versioni di APU (Accelerated Processing Unit) che abbinano CPU della famiglia Bobcat a GPU Radeon HD 6000. Queste soluzioni sono le prime della famiglia Fusion ad essere state introdotte sul mercato, destinate ai sistemi di più ridotte dimensioni nei quali il contenimenti dei consumi sia elemento di prioritaria importanza.

Nel corso dei prossimi mesi AMD estenderà la presenza di soluzioni Fusion presentando le APU note con il il nome in codice di Llano. In questo caso verrà mantenuta l'architettura di base con GPU e CPU integrati nello stesso prodotto, fornendo livelli prestazionali ben più elevati rispetto a quelli delle proposte Brazos con ovviamente una destinazione d'uso che sarà in sistemi desktop e notebook tradizionali.

Abbiamo messo a confronto due sistemi, basati rispettivamente su piattaforma AMD Brazos e Intel Atom + NVIDIA ION 2, sviluppati da Zotac; l'azienda di Hong Kong si è specializzata da tempo nello sviluppo di schede video basate su GPU NVIDIA ma ha da più di un anno avviato una interessante linea di mini PC basati su soluzioni Intel e più recentemente anche AMD, volendo con questo fornire soluzioni che possano abbinare un design interessante a valide prestazioni complessive con applicazioni multimedia in ambiente domestico.