Twitter libero di curiosare tra le app presenti sullo smartphone

Twitter libero di curiosare tra le app presenti sullo smartphone

Le app presenti sullo smartphone potranno aiutare Twitter a personalizzare i conetenuti mostrati all'utente, pubblicità compresa

di pubblicata il , alle 11:31 nel canale Web
Twitter
 

C'è una notizia relativa a Twitter che preoccuperà i più attenti alla propria privacy e lascerà invece indifferenti altri: ci riferiamo alla possibilità preannunciata dal social network di raccogliere informazioni sulle app presenti sul dispositivo. Questa novità entrerà in vigore in occasione del prossimo aggiornamento delle app Android e iOS.

Le app di Twitter saranno quindi in grado di curiosare sullo smartphone dell'utente raccogliendo informazioni relative alle altre applicazioni presenti; lo scopo di questa novità è quello di poter offrire all'utente stesso informazioni e tweet più affini ai propri interessi e al proprio utilizzo del dispositivo. E, ovviamente, queste informazioni saranno anche utilizzate per veicolare pubblicità più mirata.

Twitter ha l'esigenza di ampliare la propria base di informazioni sugli utenti dovendosi confrontare con competitor del calibro di Facebook, un social network che nella profilazione dei propri utenti ha investito parecchie risorse. Twitter però mette le mani avanti affermando che la novità verrà comunicata a tutti gli utenti e, contestualmente, ognuno potrà disattivare l'opzione.

Attenzione quindi: di default Twitter manterrà attiva l'opzione di profilazione e dovrà essere l'utente a scegliere - consapevolmente - di disabilitarla. La curiosità di Twitter si fermerà però alla sola presenza delle app installate sullo smartphone e non si spingerà alla più preoccupante raccolta di dati relativi all'utilizzo delle stesse app. Gli utenti più attenti alla propria privacy sono quindi avvertiti: al prossimo aggiornamento di Twitter avranno la possibilità di esercitare in modo consapevole la propria scelta. Gli altri, invece, ritroveranno uno stream di tweet addomesticati.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gd350turbo28 Novembre 2014, 11:59 #1
Non uso twitter, ma sono sempre più contento di avere la MIUI che nel campo sicurezza, permette di tagliare le gambine alle app invadenti !

evil weasel28 Novembre 2014, 12:32 #2
un motivo in più per usare twidere (che è anche open source e si trova su fdroid)
Raghnar-The coWolf-28 Novembre 2014, 13:05 #3
anche Facebook fara' lo stesso, avete letto i nuovi ToS?

Infatti fra poco disinstallo sta cavolo di app, qualcuno se c'e' un modo per usare il code generator senza la app di facebook?

Fanno il messanger per non essere costretti a usare la pesantissima app principale, ma il code generator va bene dove sta...
HomerJS28 Novembre 2014, 17:51 #4
io su Android usavo "google autenticator", su Windows Phone adesso uso Autenticatore di Microsoft. Ci ho attivato Google, Dropbox, wordpress, Facebook e Microsoft
hibone06 Febbraio 2015, 01:00 #5
Beh mi pare giusto, hanno bisogno di informazioni per sviluppare il loro business, se li prendono a mani basse, che male c'è?
in fin dei conti danno all'utente anche l'opzione per rimuovere il profilattico...

a breve anche l'app dell'ISIS...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^