Murdoch ucciso da LulzSec sulle pagine del Sun

Murdoch ucciso da LulzSec sulle pagine del Sun

Con un attacco mirato, il gruppo LulzSec ha pubblicato un articolo falso sulla morte del magnate dell'editoria Rupert Murdoch, violando al contempo i sistemi di sicurezza del noto "The Sun"

di pubblicata il , alle 09:35 nel canale Web
 

Un tempismo perfetto. A poche ore dall'attesissima deposizione di Rupert Murdoch per lo scandalo News Of The World, LulzSec attacca The Sun, uno dei più seguiti quotidiani online del gruppo britannico. Accedendo alla homepage del quotidiano, nelle primissime ore di oggi, si veniva indirizzati verso una pagina esterna, del tutto simile a quella del quotidiano, riportante la falsa notizia della morte del magnate.

Sun

In seguito, il redirect effettuato dalla homepage portava ai feed Twitter LulzSec, sebbene per qualche tempo siano stati in molti a dare credito alla notizia anche in virtù delle vicende di cronaca, anche tragiche, che stanno scaldando la scena britannica sul tema News Of The World.

Il redirect non è comunque l'unica conseguenza del passaggio della community LulzSec, che è riuscita ad entrare in possesso di dati personali di molti dipendenti del gruppo, fra cui direttori e personaggi di spicco del gruppo editoriale, compresa Rebekah Brooks, uno dei personaggi chiave dell'inchiesta in corso, ex amministratore delegato di News International. Numeri di telefono privati, email, password e altri dati sono il bottino della scorribanda, debitamente pubblicati in seguito dal gruppo LulzSec.

La situazione è ora rientrata, con il ripristino di tutti i servizi online del gruppo editoriale. Sintomatico in ogni caso come in tempi recenti gli attacchi informatici seguano un disegno più definito rispetto al passato, con operazioni mirate sui temi più caldi della cronaca. Una stagione veramente calda sotto il profilo della sicurezza informatica, che si appresta ad arricchirsi di nuove "imprese", come affermato dallo stesso gruppo LulzSec.

Invitiamo alla lettura di Cnet per avere dettagli circa l'articolo della falsa morte di Rupert Murdoch e altre informazioni correlate. Come da programmi, l'ottantenne magnate dell'editoria questa mattina deporrà di fronte al Parlamento, certo di avere gli occhi addosso non solo degli astanti, ma anche quelli fin troppo attenti di alcuni nemici "invisibili". Che non nascondono la propria "stima" nei confronti di Murdoch, come si legge alla fine dell'articolo riportato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Scezzy19 Luglio 2011, 10:07 #1
Tra poco partiranno i " saldi per incendio " !!!
utentenonvalido19 Luglio 2011, 10:44 #2
GENI
WarDuck19 Luglio 2011, 11:41 #3
A me sembra invece che stiano trovando molto facile bucare questi server, sarà che sono dei colabrodo?
GByTe8719 Luglio 2011, 11:54 #4
L'articolo del Guardian parla della tecnica utilizzata: http://www.guardian.co.uk/technolog...ked-sun-website

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^