Google Maps, attenti alle truffe! False attività commerciali scoperte sul servizio

Google Maps, attenti alle truffe! False attività commerciali scoperte sul servizio

Una nuova indagine del Wall Street Journal segnala l'esistenza di centinaia di attività fasulle su Google Maps, stimando che quelle presenti sul servizio siano superiori a 10 milioni

di pubblicata il , alle 19:21 nel canale Web
Google
 

Google Maps è un servizio divenuto ormai indispensabile per chi viaggia spesso, tuttavia in alcuni casi l'esperienza di navigazione può essere compromessa da attività fraudolente. Un'indagine del Wall Street Journal ha infatti verificato la presenza di centinaia attività commerciali false legate a numeri telefonici fittizi che vengono reindirizzati verso aziende dello stesso settore, apparentemente concorrenti. Ogni mese appaiono sul servizio centinaia di migliaia di attività fasulle e ad oggi si stima che ce ne siano più di 10 milioni.

Google ha già affrontato l'argomento sottolineando che solo lo 0,5% delle ricerche locali conducono ad attività fasulle, ma l'indagine indica una realtà leggermente più articolata. Questo vale almeno per gli Stati Uniti: a New York City, ad esempio, se si cercano degli idraulici sui primi venti risultati addirittura sono tredici quelli "fake", con indirizzi falsi. Solo due, sui venti considerati, aderiscono perfettamente alle linee guida imposte da Google sul servizio, che stabiliscono che le attività presenti devono essere località accessibili ai clienti.

Le aziende che utilizzano questo tipo di trucco per essere individuate sono spesso quelle che traggono più vantaggi da una "promozione" di questo tipo: aziende di riparazione, servizi di rimorchio per le auto, o altro. In Google vengono indicate come "duress vertical", cioè compagnie che la gente cerca durante delle emergenze, quando non c'è tempo per effettuare ricerche approfondite per verificarne la credibilità. Se si cercano invece ristoranti o alberghi i posti indicati su Google Maps sono quasi sempre corretti.

Google ha diverse modalità per verificare l'attendibilità dei dati inseriti su Google Maps, ad esempio inviando una lettera, effettuando chiamate telefoniche, o altro, tuttavia pare che il sistema sia semplice da ingannare. Una semplicità che ovviamente compromette gli affari delle attività più oneste favorendo quelle che invece utilizzano subdoli trucchetti per risultare in prima posizione nelle ricerche degli utenti. Le attività fasulle scoperte dal Journal sono state adesso rimosse da Google, e pare che la compagnia abbia aggiunto - dalla pubblicazione dell'articolo - nuove difese per le attività delle categorie sopra menzionate.

Google ha inoltre annunciato novità per chi ha la propria azienda su Maps, come ad esempio la possibilità di offrire sconti ai nuovi clienti, sfruttare URL più brevi e impostare fotografie di "copertina". Negli scorsi giorni l'azienda ha pubblicato un post in cui parla proprio della lotta ai profili falsi su Maps, invitando gli utenti a segnalare ogni abuso a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
kamon25 Giugno 2019, 11:38 #1
Lo ho letto due volte l'articolo ma credo proprio di non capire... Ci privati che non avrebbero i requisiti, tipo una sede, per stare su google maps ma che fingono di averli? Oppure cosa?

Analfabetismo funzionale gente... Abbiate pazienza.
Burke25 Giugno 2019, 11:46 #2
Originariamente inviato da: kamon
Lo ho letto due volte l'articolo ma credo proprio di non capire... Ci privati che non avrebbero i requisiti, tipo una sede, per stare su google maps ma che fingono di averli? Oppure cosa?

Analfabetismo funzionale gente... Abbiate pazienza.


No, il motivo è un altro: ci sono aziende che creano decine di cloni fittizi che riportano sempre alle loro aziende, aumentando così la probabilità che vengano trovati e contattati.

Vedi questo passaggio: Le aziende che utilizzano questo tipo di trucco per essere individuate sono spesso quelle che traggono più vantaggi da una "promozione" di questo tipo: aziende di riparazione, servizi di rimorchio per le auto, o altro. In Google vengono indicate come "duress vertical", cioè compagnie che la gente cerca durante delle emergenze, quando non c'è tempo per effettuare ricerche approfondite per verificarne la credibilità

centinaia attività commerciali false legate a numeri telefonici fittizi che vengono reindirizzati verso aziende dello stesso settore, apparentemente concorrenti.
kamon25 Giugno 2019, 12:05 #3
Originariamente inviato da: Burke
No, il motivo è un altro: ci sono aziende che creano decine di cloni fittizi che riportano sempre alle loro aziende, aumentando così la probabilità che vengano trovati e contattati.

Vedi questo passaggio: Le aziende che utilizzano questo tipo di trucco per essere individuate sono spesso quelle che traggono più vantaggi da una "promozione" di questo tipo: aziende di riparazione, servizi di rimorchio per le auto, o altro. In Google vengono indicate come "duress vertical", cioè compagnie che la gente cerca durante delle emergenze, quando non c'è tempo per effettuare ricerche approfondite per verificarne la credibilità

centinaia attività commerciali false legate a numeri telefonici fittizi che vengono reindirizzati verso aziende dello stesso settore, apparentemente concorrenti.

Ok grazie, quindi mettono la loro posizioni in posti diversi in modo che quando la gente cerca il professionista più vicino, anche se loro non lo sono, hanno più probabilità di essere contattati?
Io sono un babbione, senza dubbio, ma nell'articolo continua a non sembrarmi chiarissimo.
Burke25 Giugno 2019, 12:08 #4
Si l'articolo non è chiarissimo ma è pressapoco come hai scritto. lo fanno per avere più contatti, ed è un imbroglio perchè effettivamente in quei punti non esiste nulla ma rispondono sempre loro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^