Google Flight Search ora disponibile anche per Italia, Paesi Bassi, Spagna e UK

Google Flight Search ora disponibile anche per Italia, Paesi Bassi, Spagna e UK

Il servizio di ricerca e prenotazioni di voli targato Google comprende ora anche il nostro paese oltre a Paesi Bassi, Spagna e UK, che non erano ancora stati inseriti fra le destinazioni e luoghi di partenza indicizzati

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 13:31 nel canale Web
Google
 

Online esistono decine di siti dedicati all'indicizzazione dei voli aerei, con opzioni di prenotazione e consultazione delle offerte delle differenti compagnie. Anche Google dispone di un servizio simile chiamato Google Flight Search, che però risulta ancora incompleto e in corso di aggiornamento continuo.

Le recenti novità, come segnalato da Engadget, riguardano l'inserimento di importanti destinazioni e mete di partenza come Italia, Paesi Bassi, Spagna e UK, andando quindi ad estendere, e di molto, i risultati visualizzabili soprattutto per gli utenti europei. Il servizio prevede ovviamente partnership e accordi con le compagnie aeree, motivo per cui non risulta immediato offrire un servizio completo in maniera semplice fin dagli esordi.

Quasi del tutto inutile sottolineare il motivo alla base della grande proliferazione di siti di questo tipo: a margine del servizio offerto a chi li consulta, vi è un ritorno economico per chi gestisce questi aggregatori sotto forma di percentuale in caso di prenotazione diretta.

All'indirizzo https://www.google.com/flights/ è possibile quindi servirsi del nuovo strumento, che permette di effettuare ricerche veloci, nonché di disporre a colpo d'occhio delle tariffe più basse per alcune destinazioni direttamente su una mappa, dopo che il sistema ha memorizzato via cookies la città di partenza utilizzata più di frequente.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
jackslater19 Marzo 2013, 15:05 #1
Ma se fanno tutto loro tutte le altre aziende online cosa potranno fare? Cioè, stanno uccidendo letteralmente la concorrenza in ogni settore in cui entrano. Perché non si concentrano sul loro motore di ricerca e la pubblicità?
Opinione da semplice osservatore esterno, ma mi metto nei panni di chi offre servizi simili.
acerbo19 Marzo 2013, 15:12 #2
Originariamente inviato da: jackslater
Ma se fanno tutto loro tutte le altre aziende online cosa potranno fare? Cioè, stanno uccidendo letteralmente la concorrenza in ogni settore in cui entrano. Perché non si concentrano sul loro motore di ricerca e la pubblicità?
Opinione da semplice osservatore esterno, ma mi metto nei panni di chi offre servizi simili.


La finestrella di ricerca é la punta dell'iceberg, un cavallo di troia che é servito per farli diventare di fatto i padroni incontrastati del web, insieme a facebook hanno fagocitato tutto ormai.
Eraser|8519 Marzo 2013, 15:23 #3
il tool è abbastanza incompleto.. comunque capisco perché Google vuole investire in un qualcosa del genere, oltre alle informazioni che ne tira fuori, intendono potenziare Android/Google Now e ovviamente come non pensare a Google Glasses..
piererentolo19 Marzo 2013, 16:14 #4
Originariamente inviato da: jackslater
Ma se fanno tutto loro tutte le altre aziende online cosa potranno fare? Cioè, stanno uccidendo letteralmente la concorrenza in ogni settore in cui entrano. Perché non si concentrano sul loro motore di ricerca e la pubblicità?
Opinione da semplice osservatore esterno, ma mi metto nei panni di chi offre servizi simili.

Fondamentalmente ti dò ragione, ma dopo aver pagato qualcosa come 10 euro solo per usare la carta di credito con Edreams vien facile pensare: spero che fallisci presto

NB: l'importo e il sito vanno a memoria, quindi magari sono indicazioni errate
acerbo19 Marzo 2013, 16:29 #5
Originariamente inviato da: piererentolo
Fondamentalmente ti dò ragione, ma dopo aver pagato qualcosa come 10 euro solo per usare la carta di credito con Edreams vien facile pensare: spero che fallisci presto

NB: l'importo e il sito vanno a memoria, quindi magari sono indicazioni errate


i 10 euro per l'utilizzo della carta se li prendono tutte le compagnie aeree "low cost" (ryanair, easyjet, vueling ...)
Axios200619 Marzo 2013, 20:24 #6
Originariamente inviato da: acerbo
La finestrella di ricerca é la punta dell'iceberg, un cavallo di troia che é servito per farli diventare di fatto i padroni incontrastati del web, insieme a facebook hanno fagocitato tutto ormai.


Nè Google, nè Facebook obbligano nessuno ad adoperarli.

Qualora si sospetti che Big G e Fb cannibalizzino la concorrenza:
Com'è che non esiste in tutto il mondo una serie di ingegneri/web designer/esperti di marketing capace di tenergli testa? Possibile che UE + Cina + India + Russia non sappiano partorire nulla?
r134820 Marzo 2013, 00:10 #7
Mah, senza le compagnie low-cost non è molto utile...
jackslater20 Marzo 2013, 00:45 #8
@ Axios2006
Ci sono già compagnie che offrono lo stesso servizio.

Google sfrutta la posizione dominante e crea esso stesso contenuti. Da motore di ricerca che organizzava il web e incentivava la creazione di contenuti è diventato esso stesso creatore di contenuti. Un bel conflitto di interessi. Da tempo ormai ogni volta che lo usi lui cerca di reindirizzarti su Youtube mettendo la propria "merce" in prima fila. E questo è solo un esempio elementare.

Una cosa è organizzare i contenuti in maniera oggettiva e asettica, un altra è competere direttamente sfruttando la propria posizione per conquistare tutto il possibile senza alcun limite, in virtù della bontà dei prodotti, ideali nobili, e robe del genere...

Semplici osservazioni personali.
Ork20 Marzo 2013, 08:32 #9
Originariamente inviato da: r1348
Mah, senza le compagnie low-cost non è molto utile...


non è molto utile per il viaggiatore low-cost.. Ci sono anche altri tipi di viaggiatori. E magari raggiungere loro con la pubblicità di hotel ecc è più redditizio dello studente erasmus con 15 euro in tasca
piererentolo20 Marzo 2013, 11:49 #10
Originariamente inviato da: Ork
non è molto utile per il viaggiatore low-cost.. Ci sono anche altri tipi di viaggiatori. E magari raggiungere loro con la pubblicità di hotel ecc è più redditizio dello studente erasmus con 15 euro in tasca

Vero, però ormai soprattutto per voli nazionali ed europei un'altissima percentuale di persone preferisce il low-cost. Ad usufruire dei non-low-cost penso che ormai siano rimasti solo quelli che viaggiano per lavoro (e che il volo lo paga la ditta).
Poi ovvio... entrare dentro un coso di ferro che galleggia nell'aria e và a 800/1000 km/h è sempre un rischio, alcuni preferiscono spendere di più ma essere psicologicamente più tranquilli per quelle 3/4 ore

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^