Google chiude Map Maker dopo i casi di vandalismo digitale

Google chiude Map Maker dopo i casi di vandalismo digitale

L'allegoria dell'androide che urinava sulla Mela morsicata ha costretto Google a sospendere l'uso di Map Maker, il tool che permetteva ad utenti di terze parti di effettuare correzioni sulla cartografia di Maps

di pubblicata il , alle 10:07 nel canale Web
GoogleAppleAndroid
 

Google ha sospeso temporaneamente tutte le attività di Map Maker, un servizio che permetteva alla stessa community di modificare la cartografia di Google Maps in presenza di errori od omissioni. Il motivo di un'azione così drastica è relativo a quanto successo lo scorso mese di aprile, quando Big G si è trovata costretta a doversi scusare pubblicamente per alcuni recenti atti di vandalismo digitale sul proprio servizio cartografico.

Google Maps, Androide che urina sulla Mela Morsicata
La proverbiale goccia che ha fatto traboccare il vaso

Il più recente è quello dell'Androide che si liberava sulla Mela morsicata, chiara allegoria del sistema operativo mobile di Big G che sottometteva la concorrente Apple. Ma in passato avevamo anche avuto modo di vedere altri atti vandalici sul servizio cartografico di Google, fra cui il nascondiglio segreto di Edward Snowden alla Casa Bianca e altre imprecisioni di varia natura, anche se tutte con finalità puramente scherzose.

L'ennesimo caso di "vandalismo" ha costretto Google a operare in maniera drastica, sospendendo il servizio di editing cartografico. L'accesso alla pagina web porta ad un messaggio d'avviso che recita: "Map Maker non sarà temporaneamente disponibile a partire dal 12 maggio 2015. Siamo terribilmente spiacenti per i danni ai vostri progetti di mappatura dovuti da questa interruzione". Approfondendo, si scopre che temporaneamente non significa solo pochi giorni.

Pavithra Kanakarajan scrive infatti per Google: "Crediamo che sia giusto dire che se non abbiamo la capacità di revisionare le modifiche ad una velocità simile con le quali vengono pubblicate, allora è il caso di prendere una pausa". Negli scorsi mesi la società di Big G è passata da un sistema di autocertificazione e moderazione da parte degli stessi utenti ad un modello automatizzato. Quest'ultimo creava però enormi backlog che lo stesso team doveva revisionare caso per caso.

Una procedura non adatta allo scopo di Map Maker visto che ingigantiva i tempi di rilascio della singola modifica. La pausa servirà a Google proprio per progettare e sviluppare un nuovo sistema di moderazione, che sia al tempo stesso affidabile e veloce. È probabile però che un lavoro di questo tipo richieda un certo quantitativo di tempo, tempo in cui Map Maker continuerà a non essere disponibile.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
djfix1312 Maggio 2015, 10:11 #1
mi sembra la decisione più saggia da fare, il servizio è utile ma l'uomo genera inutile andando a scontrarsi con il buon senso e la decenza.
Caterpillar8612 Maggio 2015, 10:50 #2
Se realmente volete dare una mano alla cartografia mondiale, leggetevi il sito http://learnosm.org/
LORENZ012 Maggio 2015, 12:03 #3

come al solito...

...per la stupidita' di pochi ci rimettiamo tutti! vedi un manipolo di pirla allo stadio durante una partita che riescono a farla sospemderla oppure i soliti che durante le manifestazioni fanno casino o mille altri esempi di stupidita' di pochi che creano un danno collettivo! La societa' civile dovrebbe essere sempre in grado di essere piu' forte di quattro cretini in croce!
Speriamo risolvano presto perche' il servizio era bello!
Rubberick12 Maggio 2015, 14:58 #4
che cavolata, un servizio del genere sottointende alla necessità di moderazione

se non vogliono farlo beh..

allora domani youtube chiude perchè ci piazzano tutti video zozzi o film scaricati...

dai è ovvio che come tutte le cose richiede uno staff di moderazione

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^