Facebook assolda PR per screditare Google?

Facebook assolda PR per screditare Google?

La nota azienda americana avrebbe, secondo quanto riportano diverse fonti on-line, assoldato un'agenzia stampa per screditare Google

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 10:23 nel canale Web
Google
 

Non arrivi a 500 milioni di amici senza farti qualche nemico, questo recitava il film "the social network", incentrato sulla storia di Mark Zuckerberg e della nascita di Facebook. E uno sfondo di verità, a quanto pare, sembra proprio esserci.

Secondo quanto riportato da numerose fonti online, infatti, questi nemici potrebbero proprio risiedere in Google e il motivo è presto detto. Viene riportato, infatti, che l'azienda di Zuckerberg possa aver incaricato un'agenzia di pubbliche relazioni per minare la credibilità e la fama di Google.

Secondo quanto riporta il Daily Beast, l'agenzia in questione (Burson Marsteller) avrebbe proposto a importanti e influenti blogger di scrivere post contro Google, promettendo la pubblicazione e l'uscita di tali post anche su testate quali "The Washington Post, Politico e The Huffington Post".

Di questa operazione, il blogger Christopher Soghoian ha riportato per intero, a questo indirizzo, lo scambio di mail avvenuto con l'agenzia di comunicazione. Il nome dell'azienda cliente, che avrebbe commissionato questa operazione, rimane però sempre segreto.

Sempre secondo quanto riportato dal Daily Beast un portavoce di Facebook avrebbe confermato che sarebbe stata proprio la sua azienda ad ingaggiare l'agenzia di comunicazione. I motivi legati alla decisione di attuare una simile politica nei confronti di Google sarebbero due. Per maggiore chiarezza li riporteremo in inglese e in italiano:

"First, because it believes Google is doing some things in social networking that raise privacy concerns; second, and perhaps more important, because Facebook resents Google’s attempts to use Facebook data in its own social-networking service".

"Primo, perchè crediamo che Google stia facendo qualcosa nel social networking che potrebbero sollevare problematiche di privacy. Secondo e più importante perchè Google tenterebbe di impiegare all'interno del proprio servizio di social networking i dati di Facebook".

A completare la notizia ci ha pensato anche USA Today che, a questo indirizzo, ha anche contattato direttamente l'agenzia stampa per avere chiarimenti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Tedturb013 Maggio 2011, 10:42 #1
No comment..
La notizia in se conferma che tipo di personaggio sia mark zuckerberg

Poi sono ridicoli ad accusare google di attentato alla privacy degli utenti, e' di ieri la notizia che l'80 % dei dati rubati agli utenti proviene da facebook
II ARROWS13 Maggio 2011, 11:06 #2
Dire che Facebook ha assoldato qualcuno per screditare Google?

Secondo me è più plausibile che Google abbia messo in piedi tutto per passare dalla parte del bersaglio e screditare Facebook...
supplyplus13 Maggio 2011, 11:18 #3
non credo che ci sia bisogno di assoldare qualcuno per screditare facebook, basta aprire gl' occhi.
lucusta13 Maggio 2011, 13:06 #4
sicuri che non sia MS?
JackZR13 Maggio 2011, 13:36 #5
Facile copiare la politica della Mela, averne una propria no?
PaSteam13 Maggio 2011, 14:53 #6
Originariamente inviato da: Tedturb0
No comment..
La notizia in se conferma che tipo di personaggio sia mark zuckerberg

Poi sono ridicoli ad accusare google di attentato alla privacy degli utenti, e' di ieri la notizia che l'80 % dei dati rubati agli utenti proviene da facebook


verissimo!!

Originariamente inviato da: II ARROWS
Dire che Facebook ha assoldato qualcuno per screditare Google?

Secondo me è più plausibile che Google abbia messo in piedi tutto per passare dalla parte del bersaglio e screditare Facebook...


possibile

Originariamente inviato da: supplyplus
non credo che ci sia bisogno di assoldare qualcuno per screditare facebook, basta aprire gl' occhi.


la migliore

Originariamente inviato da: lucusta
sicuri che non sia MS?


poco credibile

Originariamente inviato da: JackZR
Facile copiare la politica della Mela, averne una propria no?


la più divertente

grazie ai precedenti per questi fantastaci post
Danger-7113 Maggio 2011, 15:38 #7

Concordo appieno ...

Sono d'accordo con tutto quello che avete scritto ...

Ottime riflessioni ...

La cosa inquietante e che troppa gente non si rende conto del
peso e dell'importanza che hanno per le azienza le cose scritte su
qualsiasi social network.

Dopo che ho visto lo speciale su Facebook a Report mi sono reso conto
una volta di più che è sempre più importante "preservarsi" sotto il
profilo della Privacy ( per quello che ci è concesso ancora di illuderci di essere anonimi ).
filippo198013 Maggio 2011, 17:15 #8
Mah... a me sembra un po' difficile che sia veramente Facebook a screditare Google, un po' perchè fanno ridere le due giustificazioni, ma soprattutto perchè non mi sembra un concorrente diretto di Facebook... se la motivazione fosse la privacy avrei visto meglio, eventualmente, una campagna informativa con in mezzo frecciate a destra e a manca (tanto mi sa che sono veramente poche le società che si salvano) nel secondo caso o sono stati a loro volta convinti da MS o vogliono presto lanciare una serie di prodotti simil Google...
LukeIlBello13 Maggio 2011, 19:19 #9

forza bimbiminkia!

unitevi contro google...
spammate mail su mail per vendicarvi, piene di cioè, K, TT, WW e tutto il vostro repertorio
argent8814 Maggio 2011, 15:55 #10
giusto! il famosissimo servizio di social networking di google.
Quello che è già fallito o l'altro?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^