Anagrafica Nazionale Digitale: da oggi si possono scaricare i certificati online gratis

Anagrafica Nazionale Digitale: da oggi si possono scaricare i certificati online gratis

Si chiama Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente e da oggi, 15 novembre, permetterà di scaricare certificati anagrafici direttamente online (da casa) e in modo del tutto gratuito. Ecco come funziona.

di pubblicata il , alle 09:40 nel canale Web
 

Non si dovrà più andare di persona negli uffici del proprio Comune per richiedere un certificato anagrafico. Da oggi, 15 novembre, sarà possibile richiedere direttamente da casa in modo del tutto gratuito ogni tipo di certificato grazie alla nuova Anagrafica Nazionale della Popolazione Residente. In questo caso tutti i cittadini italiani potranno scaricare online fino a 15 certificati che, fino ad oggi, era necessario richiedere esclusivamente allo sportello del proprio Comune di residenza.

L'Anagrafica Nazionale della Popolazione Residente è nata nel 2016, quando il primo Comune, quello di Bagnacavallo in provincia di Ravenna, decise di entrare a far parte per primo nmell'ANPR dove ad oggi si contano addiittura più di 8.000 comuni italiani (per la precisione sono 7.810) con una copertura che si aggira intorno ai 66,5 milioni di abitanti italiani.

ANPR: come richiedere il certificato gratis?

Come funziona l'Anagrafica Nazionale della Popolazione Residente e come si può scaricare in modo del tutto gratuito direttamente dalla piattaforma online? Il procedimento è semplice e abbastanza immediato. Intanto è necessario recarsi sul sito ufficiale ossia www.anpr.interno.it e qui si potrà accedere ai servizi del portale tramite l'utilizzo dello SPID, della Carta d'Identità Elettronica o ancora tramite la Carta Nazionale dei Servizi.

Interessante il fatto che la piattaforma risulti accessibile sia dai cittadini residenti in Italia sia da quelli residenti all’estero, e permetta anche di richiedere un certificato per se stessi o per un componente ancora in vita della propria famiglia. E come detto la richiesta di questi certificati è completamente GRATUITA. In questo caso, infatti, l'esenzione del bollo per le certificazioni digitali è stata estesa per tutto il 2022.

Quali sono i certificati che possono essere scaricati?

  • Anagrafico di nascita
  • Anagrafico di matrimonio
  • Certificato di Cittadinanza
  • Certificato di Esistenza in vita
  • Certificatodi Residenza
  • Certificatodi Residenza AIRE
  • Certificatodi Stato civile
  • Certificatodi Stato di famiglia
  • Certificatodi Stato di famiglia e di stato civile
  • Certificatodi Residenza in convivenza
  • Certificatodi Stato di famiglia AIRE
  • Certificatodi Stato di famiglia con rapporti di parentela
  • Certificatodi Stato Libero
  • Anagrafico di Unione Civile
  • Certificato di Contratto di Convivenza

Chiaramente non tutti i certificati saranno presenti e questo varierà in base ai dati registrati dal Comune di competenza. In questo cas odunque se si è celibe o nubile non sarà presente chiaramente il certificato anagrafico di matrimonio. Utile anche sapere che i cittadini residenti all'estero ossia quelli iscritti all'Anagrafe degli Italiani residenti all'estero - AIRE- potranno richiedere i certificati di nascita, di matrimonio, di cittadinanza, di residenza AIRE, di stato di famiglia AIRE, di unione civile e di contratto di convivenza.

Oltretutto è possibile anche rettificare i dati direttamente all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente. In questo caso dunque è possibile inviare, sempre esclusivamente online, una richiesta di rettifica dei dati che permetterà di far modificare in caso errori di trascrizione e che dovranno essere poi verificati tramite il caricamento di un documento come la carta di identità, il passaporto o ancora l'atto di nascita. Questo documento può essere caricato direttamente sul portale come immagine o PDF fino ad una dimensione massima di 1MB.

Il primo certificato è stato scaricato in anteprima domenica dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vittorio Colao, ne ha parlato come della "prima di una serie di innovazioni tecnologiche che la pubblica amministrazione implementerà per migliorare la vita di tutti". Nei prossimi mesi la piattaforma verrà implementata con altri servizi che permetteranno ai cittadini di svolgere online pratiche per cui finora è necessario per forza andare in ufficio pubblico.

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gd350turbo15 Novembre 2021, 09:50 #1
Non ho ben capito l'utilità di tale cosa...
Il mio comune di 9000 abitanti, sul loro sito è da tempo che è possibile scaricare i certificati.
Jack.Mauro15 Novembre 2021, 09:59 #2
Originariamente inviato da: gd350turbo
Non ho ben capito l'utilità di tale cosa...
Il mio comune di 9000 abitanti, sul loro sito è da tempo che è possibile scaricare i certificati.


Sul sito del mio comune, 40k abitanti, invece si scarica solo la batteria del telefono a visitarlo, quindi io capisco bene l'utilità di tale cosa.
gd350turbo15 Novembre 2021, 10:07 #3
Originariamente inviato da: Jack.Mauro
Sul sito del mio comune, 40k abitanti, invece si scarica solo la batteria del telefono a visitarlo, quindi io capisco bene l'utilità di tale cosa.


E io che pensavo che il mio comune fosse indietro...
TorettoMilano15 Novembre 2021, 10:11 #4
Originariamente inviato da: gd350turbo
Non ho ben capito l'utilità di tale cosa...
Il mio comune di 9000 abitanti, sul loro sito è da tempo che è possibile scaricare i certificati.


al mio comune ti fanno impazzire (provincia di milano) tra mail e certificati per richiedere dei banali sacchetti per il secco
Saturn15 Novembre 2021, 10:18 #5
Originariamente inviato da: TorettoMilano
al mio comune ti fanno impazzire (provincia di milano) tra mail e certificati per richiedere dei banali sacchetti per il secco


Questa è l'Italia !

Siamo ancora il paese dove per ottenere un passaporto ci vuole un mese, non serve aggiungere altro.
gd350turbo15 Novembre 2021, 10:23 #6
Originariamente inviato da: Saturn
Questa è l'Italia !

Siamo ancora il paese dove per ottenere un passaporto ci vuole un mese, non serve aggiungere altro.


Eh non è del tutto esatto...
Ci vogliono le conoscenze per averlo !
Tanti anni fa, quando lo richiesi per un viaggio all'estero, lo feci con moooolto anticipo, fornendo tutta la documentazione compreso il biglietto aereo, passa il tempo, e il passaporto non si vede, sollecito, niente, risollecito, niente, poi per pura casualità ne parlai con un amico, il quale presentò il mio caso ad un tizio che il giorno dopo mi fece avere il passaporto.

Ecco, per questo siamo in Italia !
Saturn15 Novembre 2021, 10:27 #7
Originariamente inviato da: gd350turbo
Eh non è del tutto esatto...
Ci vogliono le conoscenze per averlo !
Tanti anni fa, quando lo richiesi per un viaggio all'estero, lo feci con moooolto anticipo, fornendo tutta la documentazione compreso il biglietto aereo, passa il tempo, e il passaporto non si vede, sollecito, niente, risollecito, niente, poi per pura casualità ne parlai con un amico, il quale presentò il mio caso ad un tizio che il giorno dopo mi fece avere il passaporto.

Ecco, per questo siamo in Italia !


Funziona così purtroppo in molti posti...o conosci qualcuno o non sei nessuno. Io fortunatamente almeno il passaporto, almeno quello, pur aspettando quasi un mese, riuscii all'epoca ad ottenerlo in maniera abbastanza "semplice", addirittura prenotando da internet il giorno per portare in questura documenti e via dicendo. Diciamo che data la nazione, mi accontento...
gd350turbo15 Novembre 2021, 10:34 #8
Originariamente inviato da: Saturn
Funziona così purtroppo in molti posti...o conosci qualcuno o non sei nessuno. Io fortunatamente almeno il passaporto, almeno quello, pur aspettando quasi un mese, riuscii all'epoca ad ottenerlo in maniera abbastanza "semplice", addirittura prenotando da internet il giorno per portare in questura documenti e via dicendo. Diciamo che data la nazione, mi accontento...


Anzi sei stato bravo ! (o fortunato)
386DX4015 Novembre 2021, 11:01 #9
L' ANPR come base dati di interesse nazionale già esisteva nelle norme e probabilmente immagino ora sia stata introdotta l' effettiva accessibilità per propri certificati usando gli strumenti di identificazione digitale. Ma non confonderei l' importanza dei certificati con altre cose tipo moduli/richieste varie. Dietro quello che spesso e' considerato "semplice certificato" a prescindere da cartaceo o digitale, ci sono norme, regole, un costante aggiornamento, verifiche etc..
Imho molti negli anni avrebbero già dovuto usare piu' spesso (anche tra privati eventualmente) strumenti di semplificazione esistenti da prima ancora, come l' autocertificazione e/o la dichiarazione sostitutiva, normati da decadi. Molti chiedono certificati quando potrebbero / dovrebbero presentare autocertificazioni a seconda del procedimento per cui le si presenta e sarebbe piuttosto semplice e veloce per entrambe le parti.
Unrue15 Novembre 2021, 11:48 #10
Originariamente inviato da: gd350turbo
Non ho ben capito l'utilità di tale cosa...
Il mio comune di 9000 abitanti, sul loro sito è da tempo che è possibile scaricare i certificati.


L'utilità è che adesso c'è un unico punto di riferimento a livello nazionale, e sopratutto non tutti i comuni permettevano di farlo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^