Adobe e le novità online di Acrobat

Adobe e le novità online di Acrobat

Alcuni servizi di Acrobat.com escono dalla fase beta e potranno essere acquistati dagli utenti. In Acrobat Labs altre interessanti novità

di pubblicata il , alle 15:02 nel canale Web
Adobe
 

Adobe ha da alcuni mesi presentato il portale Acrobat.com e con tale iniziativa intende sviluppare una nuova soluzione che possa offrire web application, con un particolare orientamento all'ambito collaborativo. Il target di utenti è chiaramente quello professionale: condivisione e collaborazione vanno intesi in tale accezione e con l'obiettiva di realizzare, modificare o valutare i medesimi documenti online.

Acrobat.com è da poco uscito dalla fase di beta test e Adobe ne annuncia i profili commerciali disponibili. L'opzione Premium Basic include Adobe ConnectNow in grado di gestire fino a 5 utenti e offre la possibilità di effettuare la conversione online di 10 documenti PDF ogni mese. Adobe ConnectNow è uno strumento che consente la realizzazione e gestione di meeting online.

Con il profilo Premium Plus il numero di utenti gestiti da Adobe ConnectNow sale a 20 utenti e non vi sono limitazioni in merito al numero di documenti convertibili in PDF. I costi previsti sono pari a 149 Euro per il profilo Basic e 390 per quello Premium Plus.

Rimane disponibile un profilo Free che offre la possibilità di convertire 5 file PDF al mese e di orgranizzare web conferenze fino a un massimo di tre utenti. Tutti i dettagli sono disponibili qui.

Le novità relative Acrobat.com vanno ben oltre, infatti, in fase di testing vi è ora il servizio Tables attraverso il quali creare, modificare e mostrare fogli elettronici. Con Presentations, un altro elemento disponibile in Acrobat Labs, sarà possibile realizzare e condividere presentazioni.

Per Adobe le novità web mostrate al mercato e preannunciate sono parecchie; a tutto quanto visto si deve poi aggiungere il considerevole vantaggio della società di Santa Clara in merito alla possibilità di utilizzo delle tecnologie Flash.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
hackaro7516 Giugno 2009, 15:51 #1

ma

è mai possibile che carichi un PDF in acrobat.com ... e non hai la possibilità di editarlo? di aggiungere delle note? o delle revisioni! :-(
goldorak16 Giugno 2009, 16:08 #2
Originariamente inviato da: hackaro75
è mai possibile che carichi un PDF in acrobat.com ... e non hai la possibilità di editarlo? di aggiungere delle note? o delle revisioni! :-(


E come farebbero a venderti il pacco supremo da 500+ € ?
Se vuoi editare, aggiungere note etc... ad un documento usa il formato adatto, chesso' .doc, docx, odf etc.... Quando il documento non ha piu' bisogno di revisioni/cambiamenti zac convertilo in pdf.
Ma usare un pdf come un file editabile (cosa per cui non e' stato progettato) e' solo masochismo e vi obbliga ad essere da Adobe per usare il loro software Adobe Writer da centinaia di €.
Devo dire che in questo caso la colpa non e' tanto di adobe quanto degli utonti che non capiscono l'uso del formato pdf.
hackaro7517 Giugno 2009, 10:32 #3
Originariamente inviato da: goldorak
E come farebbero a venderti il pacco supremo da 500+ € ?
Se vuoi editare, aggiungere note etc... ad un documento usa il formato adatto, chesso' .doc, docx, odf etc.... Quando il documento non ha piu' bisogno di revisioni/cambiamenti zac convertilo in pdf.
Ma usare un pdf come un file editabile (cosa per cui non e' stato progettato) e' solo masochismo e vi obbliga ad essere da Adobe per usare il loro software Adobe Writer da centinaia di €.
Devo dire che in questo caso la colpa non e' tanto di adobe quanto degli utonti che non capiscono l'uso del formato pdf.


NOn puoi editare direttamente file di InDesign ... non mica così semplice come banali file di testo di Word. Ed i files InDesign non li puoi condividere!

Quindi l'unica alternativa è il PDF ... non siamo mica utonti!
notte17 Giugno 2009, 12:40 #4
Noi usiamo il formato svg, come formato editabile. Per la condivisione con "altri" vanno bene formati come ai, eps...

Il formato pdf va bene solo per la versione finale, o per bozze di valutazione. Vedo sempre più professionisti infognarsi con il programma di adobe... Spesso pirata.

Devo dire che in questo caso la colpa non e' tanto di adobe quanto degli utonti che non capiscono l'uso del formato pdf.

Non si può generalizzare, In tanti casi è purtroppo ancora l'unica possibilità. Ma in effetti ci sono molti utonti che non capiscono un granchè... Conosco, per esempio, un architetto che prepara i layout delle tavole di progetto importando i disegni fatti con autocad dentro illustrator, le salva in pdf, e le modifica, se non vanno con acrobat. Ditemi quante licenze possiede? Oppure c'è chi prepara le presentazioni con illustrator e le salva in pdf. Per modificarle è necessario usare acrobat.
Che dire, a certe persone manca la coscienza dell'esistenza di altri formati "di lavoro" o per archivio.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^