Forte domanda per i prodotti wearables anche nel mercato italiano

Forte domanda per i prodotti wearables anche nel mercato italiano

Le stime fornite da IDC dipingono il settore dei wearables in forte crescita nella nostra nazione, con una stima di 3 milioni di pezzi venduti entro il 2018 e un tasso medio di crescita annua superiore al 65%

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Wearables
 

Il mondo dei wearables guarda con interesse anche al mercato italiano, secondo i più recenti dati proposti da IDC. I numerosi annunci di nuove tipologie di prodotti che rientrano in questa categoria avvenuti nelle ultime 2 settimane tra IFA e keynote Apple fanno prevedere una evoluzione delle vendite dopo il debutto avvenuto nel corso del 2013.

Per l'anno in corso IDC stima vendite in Italia per circa 700.000 prodotti wearable, con una crescita superiore al 190% rispetto a quanto registrato nel corso del 2013. Le stime per il 2018 prevedono un totale di oltre 3 milioni di prodotti wearable venduti nel nostro paese, con una crescita annua pari al 67% nel periodo compreso tra 2013 e 2018.

Secondo IDC è da considerare quale wearable un qualsiasi tipo di dispositivo indossabile che integri al proprio interno un microprocessore. Da questo la necessità di eseguire una migliore identificazione dei vari prodotti presenti sul mercato, che IDC effettua in base a 3 categorie:

  • Complex Accessories: sono device creati per poter lavorare solo parzialmente in modo indipendente e che richiedono la connessione ad uno smart connected device per poter essere pienamente operativi. In questa categoria rientra gran parte degli innumerevoli braccialetti per il fitness o per il controllo dell’attività sportiva. Questi raccolgono dati e in alcuni casi comunicano tramite display, tuttavia necessitano di un offload dei dati su internet, tramite un device connesso, per poter salvare le attività ed elaborarle.
  • Smart Accessories: sono dispositivi che hanno la possibilità di installare app o software di terze parti, che ne possono quindi ampliare le funzionalità. Per la piena operatività di questi dispositivi rimane comunque necessaria la connessione a uno smart device, a sua volta connesso a internet. Esempi di device di questo tipo sono molti smartwatch, quelli non dotati di SIM per intenderci.
  • Smart Wearables: sono device che possono funzionare in piena autonomia, senza la necessità di appoggiarsi ad altri device. Si connettono autonomamente a internet e hanno la possibilità di istallare app e software di terze parti, con l’intento di espanderne le funzionalità. Un esempio di questi device sono i Google Glass o gli smartwatch dotati di SIM.

La categoria dei Complex Accessories è quella che nel corso del 2013 ha caratterizzato la maggior parte delle vendite, con circa il 70% del totale di mercato a livello globale e una quota dell'80% circa in Italia. La restante parte delle vendite è da circoscrivere pressoché totalmente nella categoria degli Smart Accessories ma già da quest'anno si assiste ad un progressivo spostamento verso questa seconda categoria, per la quale si prevede una quota di mercato che raggiungerà a breve il 50% del totale anche nel mercato nazionale.

La domanda da parte dei consumatori per dispositivi wearables è quindi prevista in costante crescita, grazie anche alla progressiva saturazione del mercato degli smartphone. Sarà in ogni caso importante verificare i prezzi di questi prodotti, elemento indispensabile per assicurarne una adeguata diffusione in volumi sul mercato. Le più recenti stime indicano come i consumatori siano maggiormente interessati ad acquistare braccialetti e orologi quali dispositivi wearables, seguiti dagli occhiali. Dispositivi specifici come capi di abbigliamento e scarpe vantano un interesse minore, in quanto considerati tipicamente accessori legati all'allenamento sportivo e quindi circoscritti ad un target specifico.

Tecnologia, prodotti segmentati e prezzo sono quindi le dinamiche legate alla diffusione dei prodotti wearables nel nostro mercato ma non dobbiamo trascurare anche l'impatto dell'estetica e del design. Questi sono prodotti che abbinano funzionalità pratiche all'essere in qualche modo indossati e quindi mostrati, pertanto anche l'aspetto estetico riveste un ruolo fondamentale per il successo di mercato. Non deve quindi stupire notare come in un po' tutti gli annunci di nuovi prodotti avvenuti nelle ultime due settimane questo aspetto sia stato curato con la massima attenzione, anche da parte di aziende storicamente sempre più attente alla pura componente tecnologica dei propri prodotti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
calabar12 Settembre 2014, 09:15 #1
Ormai ci sono così tante e martellanti notizie sugli indossabili che sembra ci vogliano convincere che li vogliamo e che ne abbiamo bisogno.
A me sembra invece che, a meno che non si veda una vera rivoluzione per questi prodotti, l'interessa generale sia abbastanza basso.
laverita12 Settembre 2014, 09:29 #2
Originariamente inviato da: calabar
Ormai ci sono così tante e martellanti notizie sugli indossabili che sembra ci vogliano convincere che li vogliamo e che ne abbiamo bisogno.
A me sembra invece che, a meno che non si veda una vera rivoluzione per questi prodotti, l'interessa generale sia abbastanza basso.


Io lavoro per un azienda di software. (circa 1200 dipendenti)
Età media molto bassa.
Interesse inesistente in generale tranne per un ragazzo che al mio "perché prendi lo smartwatch Apple?" mi ha riposto con "ho tutto della Apple".

Mah, vediamo cosa dirà la moda, tanto non decidono gli individui in Italia soprattutto.
Dave8312 Settembre 2014, 09:55 #3
Originariamente inviato da: laverita
Io lavoro per un azienda di software. (circa 1200 dipendenti)
Età media molto bassa.
Interesse inesistente in generale tranne per un ragazzo che al mio "perché prendi lo smartwatch Apple?" mi ha riposto con "ho tutto della Apple".

Mah, vediamo cosa dirà la moda, tanto non decidono gli individui in Italia soprattutto.


Ecco, questo personaggi per me sono messi molto male.
Non compra qualcosa perché gli serve o gli piace o perché fa moda, ma perché è della sua marca preferita

Comunque per quanto mi riguarda, dubito che comprerò mai un indossabile, ma per il semplice motivo che detesto avere qualcosa addosso, vestiti e occhiali da sole a parte ovviamente
Orecchini, collanini, braccialetti, anelli, orologi mi danno solo fastidio
MiKeLezZ12 Settembre 2014, 10:48 #4
Wearable è anche il tarocco del FitBit a 50 euro............... Dire che gli smartwatch stiano decollando è spararla grossissima: nonostante tutti i più grandi player si siano buttati a capofitto, nessuno riesce a venderne degnamente
wal7er12 Settembre 2014, 14:41 #5
Sarebbe carino sapere chi e come fa le ricerce di mercato... mi sembrano un tantino a caso.
Epoc_MDM12 Settembre 2014, 14:46 #6
La domanda potrebbe anche essere legittima. Il problema sono le risposte
litocat12 Settembre 2014, 15:20 #7
Originariamente inviato da: wal7er
Sarebbe carino sapere chi e come fa le ricerce di mercato... mi sembrano un tantino a caso.

L'articolo riporta le previsioni di IDC. Quella di:

[I]IDC: Windows Phone al 21% entro il 2015.[/I]
Mparlav12 Settembre 2014, 15:25 #8
Non fanno che ribadire quanto evidenziato anche da questo studio:

http://www.canalys.com/newsroom/wea...ents-rocket-684
globi12 Settembre 2014, 19:47 #9
Questo modello é più di uno smartwatch, é un vero e proprio telefono da polso, lo ho anche visto personalmente e per me é un oggetto troppo grosso da avere al polso e poi con quel display piccolo non é possibile visualizzare bene i contenuti:
simvalley 1.5"-Smartwatch AW-421.RX Android 4.2
http://www.pearl.ch/ch-a-PX1795-1010.shtml
globi12 Settembre 2014, 20:03 #10
Forte domanda anche in Italia??? In quali paesi ancora ci sarebbe forte domanda???
Non credo neppure ad un successo degli occhiali dato che non é possibile portarli senza venir ad essere distolti dai loro contenuti audiovisivi mentre si svolgono la maggior parte delle attività.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^