WhatsApp Pay è in arrivo sul serio: ecco come si potrà pagare direttamente dall'applicazione

WhatsApp Pay è in arrivo sul serio: ecco come si potrà pagare direttamente dall'applicazione

Il sistema di scambio di denaro di WhatsApp potrebbe presto arrivare anche in Italia. La conferma viene data direttamente da Mark Zuckerberg anche se non sono chiari alcuni dettagli. Ecco quello che ha detto il CEO di Facebook.

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Telefonia
WhatsApp
 

WhatsApp Pay arriverà a breve anche in Italia. Questo è quanto emerge tra le più importanti novità del servizio di messaggistica per il 2020. Un sistema di pagamento che in India è già arrivato da qualche anno ma che nel resto del mondo non ha ancora fatto la sua comparsa ufficialmente. Gli utenti potranno dall'applicazione, inviare del denaro ad altri utenti semplicemente dalla chat che si ha con questi. La notizia arriva direttamente da Mark Zuckerberg, durante l’evento di presentazione dei risultati finanziari di Facebook.

WhatsApp Pay: in arrivo anche in Italia

WhatsApp Pay, come annunciato dal fondatore del colosso di Menlo Park, non sarà altro che un nuovo sistema di pagamento del tutto digitale capace di rendere semplice ed immediato l'invio di denaro da un utente ad un altro. Il CEO di Facebook lo dichiara ''facile e veloce come inviare un'immagine''. In questo caso il sistema permetterà agli utenti di inviare semplicemente del denaro ai proprio amici o contatti. Non solo perché WhatsApp Pay consentirà anche di portare a termine dei pagamenti nei siti di e-commerce che permetteranno appunto l'utilizzo della nuova modalità di pagamento.

Al momento non si ha una data specifica dalla quale il sistema sarà attivo. Ma sappiamo che arriverà anche in Italia e questo avverrà entro 6 mesi, ha dichiarato Zuckerberg, non menzionando però alcuna data specifica. In tutto il mondo sono praticamente più di 2,9 miliardi gli utenti che al mese accedono a Facebook, Instagram, WhatsApp e Messenger. Addirittura sono oltre 2 miliardi gli utenti che ogni giorno accedono ad almeno una di queste applicazioni. Numeri da capogiro che non possono essere lasciati lì a morire e che appunto il CEO ha pensato bene di utilizzarli con WhatsApp Pay.

WhatsApp Pay risulta una Universal Payment Interface, e questo significa che possiede un' interfaccia di pagamento ''peer-to-peer''. Ecco che in tal caso, in India, dove è già funzionante le autorità bancarie come la Reserve Bank of India e il Governo hanno espresso preoccupazione per il sistema. Secondo gli esperti, infatti, WhatsApp Pay rischia di essere incontrollabile proprio dalle Autorità anche se sviluppata in collaborazione con la National Payments Corporation of India e dunque le transazioni possono risultare accessibili dalla Banca Centrale indiana. Il problema potrebbero essere però il numero di operazioni troppo esagerato da non poter esercitare su di esso un vero e proprio controllo meticoloso. A questo punto vedremo come l'app sarà recepita in Europa e come gli utenti potranno effettivamente utilizzarla per inviare denaro tra di loro.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Axios200601 Febbraio 2020, 11:21 #1
Evviva! Per inviare denaro al principe della Nigeria non devo piu' usare app terze! Posso dargli i soldi direttamente da Whatsapp!

Poi data la sicurezza di Whatsapp e la privacy di Facebook... possiamo dormire sonni tranquilli.


rischia di essere incontrollabile proprio dalle Autorità


E perche'? Mica vogliono fare credere che tutte le transazioni con carte di credito, PayPal, Bitcoin e chi piu' ne ha piu' ne metta, sono controllate una ad una....
Abufinzio01 Febbraio 2020, 16:22 #2
molto bene, non vedo l'ora di non usarlo :°D
sertopica01 Febbraio 2020, 18:35 #3
Ma c'e' la modalita' dark per pagare in nero?
frank808501 Febbraio 2020, 19:04 #4
Originariamente inviato da: sertopica
Ma c'e' la modalita' dark per pagare in nero?


esistono già... sono le cripto valute

appunto come detto prima, la piattaforma di zuckerberg è così inaffidabile che i soldi sono tracciabili da chiunque e te li può rubare chiunque ... vedremo
c'è una prima volta per tutto come ha dimostrato lui stesso con le sue piattaforme

zuckerberg è meglio che stia lontano dal settore bancario perchè nessuno ha voglia di perderci perchè lascia server dimenticati aperti a mezzo mondo
chaosblade02 Febbraio 2020, 01:12 #5
Sarebbe stupendo, finalmente sta arrivando un po’ di concorrenza a quella merda abusiva di PayPal che abusa di poteri da magistratura
filippo198003 Febbraio 2020, 12:54 #6
Premesso che non uso PayPal ma conosco il suo funzionamento, ma cosa intendi Chaosblade?
Non capisco il nesso tra una società che si occupa di operazioni finanziarie (PayPal) ed un "ente" che si occupa di amministrare la giustizia (la magistratura) e sia ben chiaro non sto dando giudizi a nessuno dei due soggetti nominati ma, ripeto, non capisco il nesso ...
jepessen03 Febbraio 2020, 21:04 #7
Praticamente stanno copiando Satispay
Notturnia04 Febbraio 2020, 21:38 #8
@jepessen.. ha copiato tutto quello che ha fatto.. e se non riusciva a copiarlo lo ha comprato.. di che ci si stupisce per WApay..
Tedturb009 Febbraio 2020, 10:10 #9
Originariamente inviato da: Notturnia
@jepessen.. ha copiato tutto quello che ha fatto.. e se non riusciva a copiarlo lo ha comprato.. di che ci si stupisce per WApay..


Cosi si fa business. Guarda la cina..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^