Via libera all'installazione delle small cell per il 5G sul territorio europeo con meno restrizioni

Via libera all'installazione delle small cell per il 5G sul territorio europeo con meno restrizioni

La Commissione Europea ha dato il via libera micro antenne, le cosiddette small cell, senza dover sottostare ai regolamenti che invece sono richiesti per le classiche antenne per telecomunicazioni. Il regolamento attuativo della commissione definisce però rigidi parametri tecnici, fisici e di emissioni a cui queste small cell devono sottostare.

di pubblicata il , alle 18:21 nel canale Telefonia
5G
 

I regolamenti attuativi contano quanto le leggi e sono un tassello fondamentale per tradurle in realtà. La Commissione Europea ha messo un importante tassello sulla via del 5G, che probabilmente farà discutere. In pratica viene dato il via alla possibilità di installare micro antenne, le cosiddette small cell, liberamente, senza dover sottostare ai regolamenti e ai permessi che invece sono richiesti per le classiche antenne per telecomunicazioni.

Il regolamento attuativo della commissione definisce però rigidi parametri tecnici, fisici e di emissioni a cui queste small cell devono sottostare. Ad esempio i limiti di emissioni sono quelli stabiliti all'interno dei confini dell'Unione Europea, che sono fissati 50 volte più bassi rispetto al valore che viene ritenuto sicuro dagli esperti e dalle prove a livello internazionale. Una small cell avrà quindi livelli di emissione molto simili a quelli di un access point Wi-Fi. Il comunicato della EU rassicura i più sensibili sul tema dichiaranto che, lavorando con potenze inferiori alle classiche antenne, utilizzate ad esempio per le celle della rete cellulare 4G e delle generazioni precedenti, le micro antenne, pur essendo più fitte esporranno gli utenti a livelli di radiazione elettromagnetica inferiori

Vengono fissati anche dei parametri per favorire l'integrazione delle micro celle all'interno dei panorami urbani senza deturparli, ad esempio la richiesta di occupare meno di 30 litri di spazio e di essere il meno visibili possibili.

Light Deployment Regime for Small-Area Wireless Access Points (SAWAPs) è il titolo dello studio che è alla base della decisione della commissione. Le small cell avranno un ruolo molto importante per l'infrastruttura 5G, sia per aumentare la densità di punti di accesso e fornire connettività stabile e veloce, in modo efficace, i spazi pubblici ad elevata densità, come le stazioni, i centri commerciali, le piazze e gli aeroporti. Le small cell possono assumere sia la funzione di endpoint e di connessione con i terminali mobili, sia quella di backhaul trasportando le informazioni da una cella all'altra fino al nodo di rete più vicino (o meno carico).

Grazie al nuovo regolamento attuativo sarà quindi più facile per gli operatori installare small cell, senza dover fare per ognuna di esse tutta la trafila burocratica richiesta invece dalle BTS e dalle antenne di grandi dimensioni e di maggiore portata.

42 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
300002 Luglio 2020, 18:42 #1
Non va bene.
giovanbattista02 Luglio 2020, 18:56 #2
Originariamente inviato da: 3000
Non va bene.


Non va bene cosaaaa?

Si apre la stagione del tiro al "piccione" ottimo un pò di Urban Trophy per rimettersi in forma dopo questo periodo di stasi è cosa buona e giusta

dicono che quando ripartiranno le olimpiadi entrerà nella rosa degli sport

Ginopilot02 Luglio 2020, 20:15 #3
E dopo le chiavi che rigano l'auto, ora ci saranno i fessi che spaccano le antenne per strada. Eh ma e' per una giusta causa, fanno malissimo, l'ho sentito da un tizio su youtube.
Bradiper02 Luglio 2020, 20:25 #4
Tanto le paghiamo noi,ci mancano solo sti fessi.
Dai ditelo che vostro cuggino ha detto che il 5g fa male..
aleardo02 Luglio 2020, 23:19 #5
Originariamente inviato da: Ginopilot
E dopo le chiavi che rigano l'auto, ora ci saranno i fessi che spaccano le antenne per strada. Eh ma e' per una giusta causa, fanno malissimo, l'ho sentito da un tizio su youtube.

C'è un aspetto positivo: prima esistevano i manicomi, che comportavano delle cattive condizioni di vita per gli internati e un costo elevato per lo stato. Adesso Youtube e gli altri social sono diventati una gigantesca comunità terapeutica a costo zero e i matti si divertono moltissimo.
Bestio03 Luglio 2020, 00:13 #6
Ho girato un video in cui spiego la pericolosità del 5g, sto cercando di caricarlo su YT ma è troppo lento, dovrebbero fare qualcosa per velocizzare Internet cribbio!! (top cit. :asd
demon7703 Luglio 2020, 01:09 #7
Ne vedremo delle belle
Si apre ufficialmente la sagra dell'analfabeta funzionale..


STAY TUNED!!
kamon03 Luglio 2020, 02:47 #8
Beh speriamo siano ignifughe.
300003 Luglio 2020, 06:08 #9
Che manica di ignoranti. Studiatevi le pubblicazioni a riguardo anzichè rubare l'aria agli alberi con questo mare di battutine da terza categoria.
WarSide03 Luglio 2020, 07:54 #10
Originariamente inviato da: 3000
Che manica di ignoranti. Studiatevi le pubblicazioni a riguardo anzichè rubare l'aria agli alberi con questo mare di battutine da terza categoria.


Felice di leggerle!! Mi dai dei link alle pubblicazioni relative al 5G di cui parli che siano state pubblicate su Arxiv (o altro portale simile) che han passato la peer review? Grazie!!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^