Sony Ericsson aspetta Android 2.0 per arrivare sul mercato

Sony Ericsson aspetta Android 2.0 per arrivare sul mercato

Nonostante la situazione finanziaria non sia solidissima Sony Ericsson investe in Android per il suo futuro. I frutti non si vedranno a breve, bisognerà aspettare Android 2.0

di pubblicata il , alle 08:28 nel canale Telefonia
Sony EricssonSonyAndroid
 

Un paio di giorni fa Unwired View riportava la voce del CFO di Sony, poco ottimista nei confronti del proseguo della joint venture nippo-svedese Sony Ericsson. Secondo le sue stime, infatti, dopo un anno di scarso successo è necessario che Sony Ericsson riesca a mettere insieme almeno 100 milioni di euro entro la fine dell'anno fiscale in corso (che si conclude a marzo 2010) per poter sopravvivere.

Nonostante le notizie finanziare non siano delle più rosee Sony Ericsson continua a guardare al futuro, in particolare al sistema operativo Android da andare ad affiancare alle proposte basate su sistema operativo proprietario, Symbian e Windows Mobile.

Il vice presidente del marketing Peter Ang ha dichiarato che la joint venture nippo-svedese sta puntando molto sul sistema operativo targato Google, anche se i frutti del suo impegno non si vedranno a breve, in quanto Sony Ericsson sta lavorando molto anche sullo sviluppo di interfacce personalizzate, sulla scia di quanto fatto sull'Xperia X1 nel caso di Windows Mobile.

Inoltre sembra che la release scelta per arrivare sul mercato sia Android 2.0 e quindi le tempistiche sono legate allo sviluppo di quest'ultima.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

29 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
S1©kßø¥23 Maggio 2009, 10:21 #1
Beh sia lodato il cielo... Symbian UIQ faceva pena, symbian UIQ 3.0 peggio.
L'ultimo xperia con windows mobile proprio non me lo immagino...
Android sembra essere l'ideale
cacchione23 Maggio 2009, 10:28 #2
Ci sono ancora troppi os per smartphone: symbian, win mobile, android. Per non parlare di tutti i proprietari tra cui i fondamentali iphone os e web os (sul prossimo palm pre).
Come piattaforma per le proprie applicazioni occorre scegliere tra 5 sistemi operativi, troppi davvero. Al momento punterei su iphone o android mentre escludo sicuramente symbian. Web os si vedrà, tra un paio di settimane esce.
Elisis23 Maggio 2009, 10:32 #3
si si.. aspetta aspetta, gli altri ti attendono.. ^^""
anzichè continuare a guardare al futuro, avrebbe dovuto sfornare almeno 2-3 terminali di questo tipo ormai..
peccato per SE, una qualità costruttiva così decisamente sopra la media non la trovo in altri terminali, ma falla sotto altri aspetti.

freeeak23 Maggio 2009, 10:58 #4
troppi? a me non sembra che siano troppi, forse troppi os di scarsa qualita quello si.
thekubrik23 Maggio 2009, 11:09 #5
Interessante.
Comunque non capisco chi dice che UIQ fa pena. Io ho un G900 e, a parte una certa lentezza di risposta comune a tutti i symbian, trovo che sia molto più stabile della serie s60, ad esempio.
Ho avuto o provato 6600, n70, n73, e71 e tutti crashavano frequentemente. Quindi secondo me UIQ è molto meglio, almeno sotto il profilo della "solidità". All'inizio c'è da dire che, essendo abituato all'interfaccia s60, si rimane un po' spiazzati, ma poi è un'altro andare.
macfanboy23 Maggio 2009, 11:26 #6
Originariamente inviato da: cacchione
Ci sono ancora troppi os per smartphone: symbian, win mobile, android. Per non parlare di tutti i proprietari tra cui i fondamentali iphone os e web os (sul prossimo palm pre).


In effetti Android si sta preparando a diventare un punto di riferimento degli OS non proprietari. Cioè generalisti. Quello che è oggi Windows su PC.

Io glielo auguro, se non altro per tenere lontano MS dal mondo degli smartphone. M$ porta solo danni con il suo non rispetto degli standard e le manie di lock-in.

Google invece spinge per gli standard aperti. Come anche Apple con l'iPhone e WebOS che però non sono "per tutti". Quindi ben venga Android (anche se io mi tengo l'iPhone per ora ).
Aegon23 Maggio 2009, 13:01 #7
Originariamente inviato da: macfanboy
In effetti Android si sta preparando a diventare un punto di riferimento degli OS non proprietari. Cioè generalisti. Quello che è oggi Windows su PC.

Io glielo auguro, se non altro per tenere lontano MS dal mondo degli smartphone. M$ porta solo danni con il suo non rispetto degli standard e le manie di lock-in.

Google invece spinge per gli standard aperti. Come anche Apple con l'iPhone e WebOS che però non sono "per tutti". Quindi ben venga Android (anche se io mi tengo l'iPhone per ora ).


Apple per standard aperti??? Stai scherzando per forza, Apple se potesse brevetterebbe anche la respirazione...

Comunque se gli altri OS non seguiranno la stessa strada verranno spazzati via. Basta vedere come cresce... nVidia vuole il supporto a Tegra? Se lo sta facendo da sola, dopodiché sarà costretta ad unirlo al progetto principale per vincolo di licenza. Col risultato che Android girerà perfettamente e nVidia venderà molti più processori. Stessa cosa per QUALSIASI altro componente.

Ho preso un HTC Magic e davvero non mi manca l'iPhone, tantomeno Nokia
4rdO23 Maggio 2009, 13:28 #8
Il problema della Sony Erikson e' la Sony Erikson.

Fanno cose carine (per chi piace ovviamente) e poi si perdono sulle cavolate, insistono nel fare cellulari con le schedine proprietarie che costano l'ira di Dio.

Cellulari come l' M600 che andava sviluppato perche' concettualmente una buona idea e' stato abbandonato proprio quando il mondo ha iniziato a scoperto il touch.

Vanno dalla parte opposta del mercato non se la possono prendere con nessuno.

S1©kßø¥23 Maggio 2009, 14:11 #9
Originariamente inviato da: thekubrik
Interessante.
Comunque non capisco chi dice che UIQ fa pena. Io ho un G900 e, a parte una certa lentezza di risposta comune a tutti i symbian, trovo che sia molto più stabile della serie s60, ad esempio.
Ho avuto o provato 6600, n70, n73, e71 e tutti crashavano frequentemente. Quindi secondo me UIQ è molto meglio, almeno sotto il profilo della "solidità". All'inizio c'è da dire che, essendo abituato all'interfaccia s60, si rimane un po' spiazzati, ma poi è un'altro andare.


Per carità, cambia poco e niente se non il fatto che è touch screen, il problema è il supporto. Per S60 esce tutto, per UIQ esce poco e niente.
Ho avuto P800, P900 e M600i in ordine quindi non parlo per partito preso
macfanboy23 Maggio 2009, 14:53 #10
Originariamente inviato da: Aegon
Apple per standard aperti??? Stai scherzando per forza, Apple se potesse brevetterebbe anche la respirazione...


Purtroppo c'è un certa prevenzione verso Apple, ma da anni ormai è sicuramente una paladina degli standard aperti.

Ha iniziato usando l'AAC invece dell'MP3 su iTunes (quest'ultimo è proprietario, anche se molti non lo sanno), poi i codec video con H264 per quanto riguarda il multimedia.

Supporta tutti gli standard aperti di collaborazione, calendari, autenticazione (WebDav, CalDav, LDAV, Kerberos, ecc); supporta protocolli standard di reti (ovvio TCP/IP, ma anche ZeroConf/Bonjour da lei sviluppato e rilasciato OpenSource), e non so quanti altri a basso livello.

Inoltre dà grande supporto anche ai nuovi linguaggi opensource di scripting e non, specialmente Ruby e Phyton integrati nell'OS, e sta riscrivendo praticamente da sola il compilatore opensource per eccellenza (il GCC).

Inutile dirti che per tutte queste cose M$ ha protocolli e software proprietari spesso chiusi e/o volutamente non documentati e, in particolare per il multimedia, ha cercato di spingerli fino alla morte (per fortuna quasi avvenuta ormai).

Infine come dimenticarsi di Webkit?
Webkit è ormai di gran lunga il miglior motore per il Web ed il più aderente agli standard. Ed è stato scelto per tutti i nuovi OS per telefonia (Android, Symbian, WebOS) TRANNE che WinMobile (ovvio). Ed inizia ad essere molto diffuso sul lato desktop grazie anche al supporto di Google (Chrome) e Adobe (Air).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^