HUAWEI annuncia la volontà di ''stare vicina all'Europa''. In arrivo ingenti investimenti

HUAWEI annuncia la volontà di ''stare vicina all'Europa''. In arrivo ingenti investimenti

La pandemia ma anche e soprattutto il blocco da parte di Donald Trump hanno fatto si che HUAWEI decidesse più velocemente del proprio futuro. Ad IFA 2020, l'azienda cinese, scopre le carte per il suo futuro e assicura ancora più vicinanza con l'Europa grazie ad investimenti di grande portata che andranno ad arricchire gli utenti fedeli al marchio.

di pubblicata il , alle 17:21 nel canale Telefonia
Huawei
 

HUAWEI è sempre stata vicina all'Europa e in futuro lo sarà ancora di più. E' questo l'annuncio che fa ad IFA 2020 l'azienda cinese con Walter Ji, Vice President Consumer Business Group. L'azienda ha investito e continuerà ad investire risorse nel territorio europeo con una convinzione: quella di portare non solo tanta tecnologia di alto livello ma anche e soprattutto aiuto agli utenti che potranno migliorare la propria vita con le innovazioni che il presente ed il futuro aprirà. Un passo importante e in qualche modo rassicurante quello di HUAWEI che per voce di Walter Ji decide di ribadire il ruolo fondamentale che l'azienda ha sempre avuto nel Vecchio Continente e avrà ancora di più da qui ai prossimi 10 anni.

HUAWEI: un decennio di investimenti futuri

Il ban del Presidente Donald Trump non ha intaccato HUAWEI che da leader mondiale nel settore della tecnologia crede, come ha sempre fatto, nel suo ruolo fondamentale per ''aiutare'' e far crescere tutti i suoi utenti. La tecnologia è fondamentale e lo sarà ancora di più nei prossimi 10 anni per questo HUAWEI vuole e deve rimanere vicina all'Europa perché anche l'Europa ha bisogno di HUAWEI. E' un po' questo il messaggio che Walter Ji ha esternato durante la sua conferenza ad IFA 2020, registrata per cause di forza maggiore ossia la pandemia di COVID-19.

Gli annunci di HUAWEI fanno bene in questo momento di grave crisi mondiale. In Europa l'azienda ha pronti investimenti importanti come l'apertura nei prossimi mesi di 8 nuovi Flagship Store in Spagna, Francia, Belgio ma anche Germania, Regno Unito e Italia dove già nel 2017 ha inaugurato il suo primo Store europeo. Una strategia fondamentale in questo momento sia per HUAWEI che per l'Europa. L'azienda cinese porterà anche una più ampia rete di retail con addirittura oltre 42 Experience Store che verranno aperti in tutto il Vecchio Continente che avranno come obiettivo quello di creare un vero punto di contatto tra il brand e i suoi clienti con al centro i prodotti.

Negli ultimi mesi, la nostra priorità è la sicurezza delle persone, quindi, per quanto possibile, evitiamo di viaggiare. Ma ritenevamo importante mantenere i nostri impegni con IFA 2020, uno degli eventi Europei del settore a cui siamo piu’ legati”, ha dichiarato Walter Ji, che continua il suo discorso sottolineando anche il costante impegno di Huawei nel sostenere l’innovazione. “82 miliardi di dollari investiti in Ricerca e Sviluppo nell’ultimo decennio, per continuare a promuovere l’innovazione. Huawei è al quinto posto assoluto nella classifica di investimenti industriali in R&S in Europa nel 2019. Un impegno che cresce giorno dopo giorno.”

E sarà questa un'opportunità che permetterà all'Europa di guadagnare centinaia di nuovi posti di lavoro con una crescita economica importante soprattutto in questo difficile momento. HAUWEI non è nuova a questo tipo di investimento di risorse: l'azienda nel 2019 ha permesso in Europa di supportare oltre 223 mila posti di lavoro con l'impiego di ben 14.000 dipendenti e 23 centri di ricerca che non fanno altro che rafforzare proprio la collaborazione tra l'azienda e il comparto industriale.

HUAWEI è sempre stata vicina all'Europa e in futuro lo sarà ancora di più.

Il blocco dei servizi di Google ha praticamente imposto a HUAWEI di realizzare in corsa una valida alternativa al Play Store ossia alla possibilità di permettere agli utenti di scaricare comunque le applicazioni nei propri smartphone. Una difficoltà che però non ha fatto capitolare l'azienda anzi ha permesso di renderla ancora più forte nello sviluppo della sua innovativa soluzione che passa per HUAWEI AppGallery ossia il terzo store di app al mondo. Qui sono oltre 1,6 milioni gli sviluppatori in tutto il mondo registrati che quantificano un incremento del 76% rispetto allo scorso anno. C'è interesse nello sviluppare applicazioni anche per HAUWEI e l'interesse passa anche per la facilità con cui si può sviluppare per gli HMS ossia i servizi di HUAWEI.

In questo l'azienda ha cercato di semplificare al massimo rendendo la vita facile agli sviluppatori facendo crescere in modo esponenziale lo store che oggi conta già oltre 5.000 nuove applicazioni ogni mese con oltre 81 mila già disponibili in tutto il mondo. E gli strumenti per rendere la vita semplice agli utenti non mancano: Petal Search ne è l'esempio. Uno strumento creato appositamente dagli ingegneri di HAUWEI per ricercare velocemente ma anche facilmente le applicazioni e non solo. Un successo quello di Petal Search che ha raggiunto e superato in pochissimi mesi oltre 1 milione di registrazioni di utenti in Europa.

E' questa la HUAWEI che abbiamo conosciuto, che ha conquistato l'Europa e che vuole ancora credere e stare vicina ai suoi utenti. Sarà un decennio di investimenti quello che ci si attende da oggi in poi, ha detto il suo Vice Presidente Walter Ji. Ma l'azienda crede molto nell'Europa e lo ha fatto vedere anche durante la crisi della pandemia da COVID-19 regalando ed investendo per la sanità.

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MaxVIXI03 Settembre 2020, 17:28 #1
vogliono starci vicini, che magnanimi
Sputafuoco Bill03 Settembre 2020, 17:39 #2
E' una minaccia ?
Cappej03 Settembre 2020, 17:59 #3
Originariamente inviato da: Sputafuoco Bill
E' una minaccia ?


NO, è che negli USA non battono chiodo... dove altro possono vendere?
Russia!?... America latina?. mmmhh ... Australia?... INDIA!?!?
che ci piaccia o no, siamo il secondo continente come "consumatori" secondi solo al paese di "vite al limite" !

Imho
phmk03 Settembre 2020, 18:09 #4
Opportunità per l'Italia... Bene
esese10k03 Settembre 2020, 18:45 #5
trump ci banna definitivamente.........
dwfgerw03 Settembre 2020, 18:50 #6
Ma che tesori che sono...Per me possono star più vicini a Putin che all'Europa.

Nel frattempo in modo silente, ci sono progetti concreti che vanno avanti

"Turbine eoliche fra le più grandi al mondo in Danimarca e nuovi progetti green in Germania"
https://www.apple.com/it/newsroom/2...rint-in-europe/

Peccato che noi non riusciamo ad attirare questo genere di investimenti...
esese10k03 Settembre 2020, 18:57 #7
Originariamente inviato da: dwfgerw
Ma che tesori che sono...Per me possono star più vicini a Putin che all'Europa.

Nel frattempo in modo silente, ci sono progetti concreti che vanno avanti

"Turbine eoliche fra le più grandi al mondo in Danimarca e nuovi progetti green in Germania"
https://www.apple.com/it/newsroom/2...rint-in-europe/

Peccato che noi non riusciamo ad attirare questo genere di investimenti...


con la nostra classe politica lungimirante????
Takuya03 Settembre 2020, 19:39 #8
Originariamente inviato da: Sputafuoco Bill
E' una minaccia ?


Quelli dicono che vogliono investire e per te è una minaccia?
lattanzio03 Settembre 2020, 20:18 #9
attenzione che sputafuoco bill è un soldato Nato che fa il troll su cinesi e russi
Sandro kensan04 Settembre 2020, 02:12 #10
Benissimo ma cominciassero a buttar fuori le API necessarie per fare funzionare Immuni e poi facessero funzionare a tempo indeterminato in background l'app. Così andrebbe meglio.

È da mesi che aspetto Immuni sull'App Gallery.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^