Fissare lo smartphone al buio a letto può rendere ciechi. Ecco la vicenda dell'infarto oculare in Cina

Fissare lo smartphone al buio a letto può rendere ciechi. Ecco la vicenda dell'infarto oculare in Cina

Arriva dalla Cina un caso di "infarto oculare" ossia una temporanea cecità totale dovuta alla visione dello smartphone in una stanza del tutto buio e coricato su di un letto. Il caso risulta molto raro ma note sono le problematiche legate all'uso dei telefoni in queste situazioni.

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Telefonia
 

Arriva dalla Cina un caso di "infarto oculare" che ha temporaneamente portato alla cecità totale un ragazzo cinese che aveva osservato a letto in una stanza completamente buia il proprio smartphone. Una situazione rara ma che secondo alcuni medici può capitare e che conferma in qualche modo le problematiche legate all'utilizzo dei nuovi dispositivi mobile in queste situazioni.

Infarto oculare: la vicenda cinese

Usare troppo da vicino, a lungo e in situazioni di ambientazione particolari può portare alla cecità temporanea proprio a causa del cosiddetto "infarto oculare". Secondo quanto riportato da una testata giornalistica cinese, il ragazzo ha riferito di essere stato colpito da un malore mentre stava osservando lo smartphone con un solo occhio mentre era supino sul letto nella sua camera completamente buia. In questo caso il ragazzo avrebbe avuto poi seri problemi di vista con l'impossibilità di vedere per un certo periodo.

Secondo il medico che lo ha visitato, il ragazzo, avrebbe subito un infarto oculare ossia una rara occlusione delle arterie che conducono il sangue alla retina e che possono portare a malfunzionamenti temporanei dell'organo visivo e che a lungo andare creano anche danni permanenti. Solitamente questo tipo di situazione avviene nelle persone più anziane ma è probabile che una serie di coincidenze abbiano creato tale problematica al giovane.

Di fatto è riconosciuto come lo smartphone e la sua visione prima di coricarsi possa portare problematiche alla vista. Molti giovani lamentano sempre più spesso delle cecità "transitorie da smartphone" che sono riconosciute come disturbi legati all'uso di questi dispositivi proprio a letto, in posizione supina, con un solo occhio aperto e con una stanza del tutto buia. In questo caso per evitare tali situazioni è possibile abbassare la luminosità del device oppure evitare, chiaramente, l'uso dello smartphone durante le ore precedenti il sonno.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mattxx8829 Ottobre 2019, 18:24 #1
il problema della cecità giovanile esiste da tempo, lo smartphone ha solo aiutato e ampliato la fruibilità di quei "contenuti" che prima noi ragazzi di una volta guardavamo magari solo nei fine settimana e in 2a/3a serata
oggi li puoi fruire quando come e dove vuoi
... e questi sono i risultati
Nautilu$29 Ottobre 2019, 18:46 #2
non capisco una cosa..... ma perchè guardarlo "con un occhio solo"?
LukeIlBello29 Ottobre 2019, 20:52 #3
Originariamente inviato da: mattxx88
il problema della cecità giovanile esiste da tempo, lo smartphone ha solo aiutato e ampliato la fruibilità di quei "contenuti" che prima noi ragazzi di una volta guardavamo magari solo nei fine settimana e in 2a/3a serata
oggi li puoi fruire quando come e dove vuoi
... e questi sono i risultati


Qarboz29 Ottobre 2019, 21:54 #4
Originariamente inviato da: mattxx88
il problema della cecità giovanile esiste da tempo, lo smartphone ha solo aiutato e ampliato la fruibilità di quei "contenuti" che prima noi ragazzi di una volta guardavamo magari solo nei fine settimana e in 2a/3a serata
oggi li puoi fruire quando come e dove vuoi
... e questi sono i risultati


Anche io ho formulato la stessa... "diagnosi"
kamon30 Ottobre 2019, 02:17 #5
Originariamente inviato da: Qarboz
Anche io ho formulato la stessa... "diagnosi"


Era troppo facile, sembrava telefonata apposta dal titolo del thread... O forse lo era?
frankie30 Ottobre 2019, 08:34 #6
Nel titolo mancava la parola "Ecco cosa è successo"
gd350turbo30 Ottobre 2019, 08:54 #7
Originariamente inviato da: mattxx88
il problema della cecità giovanile esiste da tempo, lo smartphone ha solo aiutato e ampliato la fruibilità di quei "contenuti" che prima noi ragazzi di una volta guardavamo magari solo nei fine settimana e in 2a/3a serata
oggi li puoi fruire quando come e dove vuoi
... e questi sono i risultati


Mia noona diceva che si diventa ciechi, ma allora non c'erano smartphone
Eress30 Ottobre 2019, 09:51 #8
Sta storia dei giovani e gli smartphone è diventato un delirio. Vivono al di fuori della realtà e le conseguenze sulla salute sono inevitabili.
andbad30 Ottobre 2019, 10:30 #9
Originariamente inviato da: Eress
Sta storia dei giovani e gli smartphone è diventato un delirio. Vivono al di fuori della realtà e le conseguenze sulla salute sono inevitabili.


Il thread era divertentissimo fino al tuo intervento.

Poi ho visto il tuo nick e m'è venuto spontaneo aggiungerci "ione" e sono tornato a ridere.

By(t)e
domthewizard30 Ottobre 2019, 10:32 #10
Originariamente inviato da: andbad
Il thread era divertentissimo fino al tuo intervento.

Poi ho visto il tuo nick e m'è venuto spontaneo aggiungerci "ione" e sono tornato a ridere.

By(t)e


genio

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^