Brexit: addio al Roaming Zero. Cosa succederà per chi viaggia in Gran Bretagna?

Brexit: addio al Roaming Zero. Cosa succederà per chi viaggia in Gran Bretagna?

La Gran Bretagna è ufficialmente fuori dall'Unione Europea. In molti si chiedono cosa succederà ora per i viaggi e cosa accadrà anche al Roaming Gratuito che siamo soliti utilizzare in viaggio. Ecco alcune risposte in merito.

di pubblicata il , alle 16:21 nel canale Telefonia
 

Il Regno Unito è ufficialmente uscito dall'Unione Europea. Dallo scorso 31 gennaio 2020 non fa parte più dell'Europa e questo significa che non avrà più agevolazioni economiche in merito e non potrà dunque fare affidamento a tutto quello che riguarda il continente "blu". Di fatto dopo mesi di negoziati, la Gran Bretagna ma anche la Scozia, il Galles e l'Irlanda del Nord, perfezioneranno durante tutto l'arco di questo 2020 gli accordi che erano fino ad oggi presenti con gli altri paesi.

Uno dei più importanti chiaramente sarà quello di chi dovrà entrare o uscire dal paese come visitatore. In tal caso è probabile che venga istituita la necessità di un visto proprio come accade nei paesi extra europei. In molti però si chiedono anche cosa accadrà al Roaming Zero ossia alla possibilità di utilizzare il proprio bundle dati e chiamate nazionali anche all'estero. Finora nessun problema visto che chiunque può navigare o chiamare con la medesima tariffa utilizzata in Italia o nel proprio paese europeo. Dal prossimo 1 gennaio 2021 tutto questo potrebbe non essere più disponibile e i cittadini che soggiorneranno a Londra, o in una qualche città della Gran Bretagna, probabilmente dovranno pagare un extra per navigare o chiamare.

Roaming Zero in Gran Bretagna: cosa cambierà?

La data di inizio anno 2021 dovrebbe essere la data di fine Roaming Zero in Gran Bretagna. Abbiamo visto come da tempo la battaglia dei cittadini europei sia stata vinta con l'introduzione del cosiddetto "Roaming Like at Home" ossia la possibilità di usare la medesima offerta presente nel paese di residenza anche all'estero, con una piccola limitazione per quanto concerne il traffico dati. Un vantaggio non indifferente per chi spesso si trova a viaggiare in Europa non dovendo più acquistare, come un tempo, specifici pacchetti di dati o chiamate, a prezzi importanti.

Questo, fino alla fine dell'anno, sarà possibile anche in Gran Bretagna ma è già ufficiale che tutto cambierà con l'introduzione delle novità regolamentari che il paese inglese discuterà con l'Unione Europea. Si dovrà trovare una soluzione a questa situazione con la volontà da parte dell'Europa di mantenere attivo il "Roaming Like at Home" vantaggioso proprio per gli europei. Una strada che sembra risultare particolarmente difficile da percorrere a causa del clima non proprio roseo tra Europa e UK. Se non dovesse esserci l'accordo per un Roaming Zero è chiaro che gli operatori potrebbero dover creare appositi pacchetti per il soggiorno in Gran Bretagna.

Da sottolineare il fatto che per proteggere i propri cittadini, il Governo inglese, ha pensato bene di obbligare gli operatori UK ad informare tramite notifica quando viene superata la soglia di 45 sterline di traffico dati all'estero. Di fatto ancora nulla è dato sapere sulle decisioni specifiche che saranno effettuate appunto in Europa per i viaggi in Gran Bretagna.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

42 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Grizlod®06 Febbraio 2020, 17:07 #1
Immagino sia così anche per loro, quando verranno in continente.
pinomaffei06 Febbraio 2020, 18:33 #2
Sembra di no, io vivo in Inghilterra e sembra che molti operatori siano orientati a mantenere il roaming gratuito in Europa. Non so se questo accadeva anche in Italia, ma qui alcuni operatori ("3" per esempio) lo offrivano gia', prima che diventasse obbligatorio per legge, nella maggior parte dei paesi europei.
aldo87mi06 Febbraio 2020, 19:44 #3
Io uso Giffgaff per chiamare amici in Italia e in più ho un'altra sim Vodafone che uso qui in Uk.
Comunque i costi di roaming - se pure ci saranno dopo il 1 gennaio 2021 - sono il male minore. L'importante è che ci siamo liberati dal quarto reich teutonico-mittelUEeuropeo.
Si spera che anche l'Italia trovi un domani il coraggio di uscire dall'europa ma ne dubito, asservita com'è a bruxelles
Ginopilot06 Febbraio 2020, 20:39 #4
Originariamente inviato da: aldo87mi
Io uso Giffgaff per chiamare amici in Italia e in più ho un'altra sim Vodafone che uso qui in Uk.
Comunque i costi di roaming - se pure ci saranno dopo il 1 gennaio 2021 - sono il male minore. L'importante è che ci siamo liberati dal quarto reich teutonico-mittelUEeuropeo.
Si spera che anche l'Italia trovi un domani il coraggio di uscire dall'europa ma ne dubito, asservita com'è a bruxelles




Link ad immagine (click per visualizzarla)
canislupus06 Febbraio 2020, 21:25 #5
Originariamente inviato da: aldo87mi
Io uso Giffgaff per chiamare amici in Italia e in più ho un'altra sim Vodafone che uso qui in Uk.
Comunque i costi di roaming - se pure ci saranno dopo il 1 gennaio 2021 - sono il male minore. L'importante è che ci siamo liberati dal quarto reich teutonico-mittelUEeuropeo.
Si spera che anche l'Italia trovi un domani il coraggio di uscire dall'europa ma ne dubito, asservita com'è a bruxelles


Non si tratta di essere asserviti.
Gli UK rappresentevano il 13% del PIL Europeo (non proprio bruscolini), hanno una delle borse più importanti in Europa, moneta proprietaria e relativa banca.
Debito pubblico all'86%, mentre noi siamo al 135% del PIL.
Insomma non siamo proprio nelle stesse condizioni per fare questa scelta.
Poi non mi vorrei sbagliare, ma la Brexit non è stata fatta in 5 minuti e soprattutto non ho visto tutta questa gioia da una parte della popolazione del Regno Unito.
maxsy06 Febbraio 2020, 21:55 #6
Originariamente inviato da: aldo87mi
Io uso Giffgaff per chiamare amici in Italia e in più ho un'altra sim Vodafone che uso qui in Uk.
Comunque i costi di roaming - se pure ci saranno dopo il 1 gennaio 2021 - sono il male minore. L'importante è che ci siamo liberati dal quarto reich teutonico-mittelUEeuropeo.
Si spera che anche l'Italia trovi un domani il coraggio di uscire dall'europa ma ne dubito, asservita com'è a bruxelles


uscire dall' europa? l'Italia?
ma ti rendi conto?

ma cosè, la settimana delle cazzate?
Therinai06 Febbraio 2020, 21:55 #7
Originariamente inviato da: aldo87mi
Io uso Giffgaff per chiamare amici in Italia e in più ho un'altra sim Vodafone che uso qui in Uk.
Comunque i costi di roaming - se pure ci saranno dopo il 1 gennaio 2021 - sono il male minore. L'importante è che ci siamo liberati dal quarto reich teutonico-mittelUEeuropeo.
Si spera che anche l'Italia trovi un domani il coraggio di uscire dall'europa ma ne dubito, asservita com'è a bruxelles


Come mai verbo impersonale? Dai toni usati sembra ti trovi bene in UK, perché speri ancora in qualcosa nell'italia? Su su, torna a lavorare nelle campagne e nelle cucine inglesi, qui da buoni fascisti ti aspettiamo, quando ti cacceranno sarai accolto calorosamente come un traditore e uno straniero allo stesso tempo, solo un master da 25K alla bocconi e delle ottime raccomandazioni potranno salvarti
Su una cosa almeno ci hai visto giusto, il roaming sarà il male minore
aldo87mi06 Febbraio 2020, 22:07 #8
Originariamente inviato da: Therinai
Come mai verbo impersonale? Dai toni usati sembra ti trovi bene in UK, perché speri ancora in qualcosa nell'italia? Su su, torna a lavorare nelle campagne e nelle cucine inglesi, qui da buoni fascisti ti aspettiamo, quando ti cacceranno sarai accolto calorosamente come un traditore e uno straniero allo stesso tempo, solo un master da 25K alla bocconi e delle ottime raccomandazioni potranno salvarti
Su una cosa almeno ci hai visto giusto, il roaming sarà il male minore


Guarda, non ti rispondo nemmeno.
Facciamo rispondere ai moderatori quando leggeranno il tuo messaggio
aldo87mi06 Febbraio 2020, 22:12 #9
Originariamente inviato da: canislupus
Non si tratta di essere asserviti.
Gli UK rappresentevano il 13% del PIL Europeo (non proprio bruscolini), hanno una delle borse più importanti in Europa, moneta proprietaria e relativa banca.
Debito pubblico all'86%, mentre noi siamo al 135% del PIL.
Insomma non siamo proprio nelle stesse condizioni per fare questa scelta.
Poi non mi vorrei sbagliare, ma la Brexit non è stata fatta in 5 minuti e soprattutto non ho visto tutta questa gioia da una parte della popolazione del Regno Unito.


non ho mai visto tanta gente in vita mia quanta ce n'era la sera del 31 gennaio a Londra: strade piene di gente, pub e locali stracolmi di gente. Tutti a festeggiare l'uscita dall'europa. Nessuno triste o depresso. E' stata la più grande festa collettiva a cui abbia assistito finora
Therinai06 Febbraio 2020, 22:19 #10
Originariamente inviato da: aldo87mi
Guarda, non ti rispondo nemmeno.
Facciamo rispondere ai moderatori quando leggeranno il tuo messaggio

Dai ma come, sei partito in quarta col quarto reich bla bla evviva siamo liberi bla bla, e poi? Facciamo (ma chi?) rispondere a qualcun'altro? Haha, che carino, devi essertela proprio sudata la tua libertà

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^