Surface Pro in versione da 256 Gbytes per il mercato giapponese

Surface Pro in versione da 256 Gbytes per il mercato giapponese

Il debutto del tablet x86 di Microsoft nel mercato italiano è questione di poche ore; nel frattempo in Giappone si prepara il lancio di una versione con una capacità di storage doppia rispetto al massimo ora disponibile

di pubblicata il , alle 08:19 nel canale Tablet
MicrosoftSurface
 

Dal prossimo 7 Giugno Microsoft proporrà in commercio in Giappone una versione del proprio tablet Surface Pro caratterizzata da una dotazione di memoria di storage pari a 256 Gbytes. Si tratta di una interessante evoluzione rispetto a quanto disponibile sino ad ora per questa tipologia di prodotto.

Microsoft propone infatti Surface Pro, in vendita nel mercato italiano a partire da questo fine settimana, in due distinte versioni con 64 Gbytes oppure 128 Gbytes di memoria di storage. La declinazione da 256 Gbytes di capacità sembra quantomeno al momento essere riservata al solo mercato Giapponese.

surface_pro_japan.jpg (29835 bytes)

Non è questa l'unica prerogativa dei consumatori della terra del sol levante. Surface Pro verrà infatti proposto con Microsoft Office 2013 Home e Business in bundle, con la possibilità di abbinarvi 3 differenti modelli di touch cover con design sviluppati da artisti giapponesi.

Resta ora da capire se questa versione troverà spazio anche in altre nazioni, oppure se rimarrà una prerogativa del Giappone. Una capacità di storage locale superiore a 128 Gbytes rappresenta una caratteristica molto interessante, soprattutto per quegli utenti che vogliono utilizzare Surface Pro quale alternativa ad un tradizionale PC portatile.

Per la fine del mese di Giugno, in concomitanza con la conferenza Build, Microsoft dovrebbe anticipare quelle che saranno le caratteristiche tecniche della seconda generazione di device della famiglia Surface, basati crediamo su un nuovo design e abbinati a processori Intel della famiglia Haswell.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bluknigth30 Maggio 2013, 10:04 #1
Ho visto la versione americana e devo dire che non è male.
Comunque la misura dell'HDD dovrebbe essere minimo 256GB, dato che 30GB se li mangia già l'os.

Se avesse un disco così e un prezzo intorno ai 900€ per me farebbe il botto...
In tanti sostituirebbero il note tradizionale in questo travestito da tablet.

invece la versioneda 128 oltre che cara è troppo limitante..
calabar30 Maggio 2013, 11:01 #2
Spero che questa versione sia un preambolo ad un aggiornamento di tutta la gamma, con l'eliminazione della versione da 64GB che è eccessivamente limitante per un tablet che mira ad essere come un PC.
Spectrum7glr30 Maggio 2013, 11:28 #3
@Bluknigth

1) il SO non prende 30gb...li prende se consideri la partizione di ripristino che può essere spostata o ricreata su chiavetta o disco esterno con poche semplici mosse usando procedure guidate previste da windows 8.
2)puoi sempre comperare una micro sd e gestirla in maniera trasparente per l'utente usando i junction point (64gb a prezzo basso e supporto teorico per tagli molto più grandi)
3)onestamente con 120gb ci fai tutto...al limite per lo storage ti organizzi con drive esterni.

tolto lo storage di file multimediali mi spieghi a cosa ti servirebbero 250 e + GB ?
Bluknigth30 Maggio 2013, 11:47 #4
L'ottica, almeno in azienda è quella di sostituire il notebook.
Cos ache con l'Ipad non puoi fare. E neppure con i tablet Android per quanto siano più flessibili.

Il valore aggiunto del Tablet pro è che è alla fine proprio un PC e ci puoi installare applicazioni da PC. Ti garantisco che il taglio da 128GB ultimamente gira stretto. Il problema è che le applicazioni aziendali hanno spesso i dati offline per poter lavorare.
Onestamente affidarmi a una SD per mettere il lavoro mi sembra alquanto dleterio sia per la vita del supporto, la facilità di smarrimento e la sicurezza.
Se ho tutto su disco e cripto mi sento meglio.

Onestamente in ambito consumer questo prodotto lo vedo troppo caro e con poco appeal rispetto alle soluzioni concorrenti. Tant'è che l'RT non se le filato nessuno.
Ribadisco in ottica aziendale.
Kernel3230 Maggio 2013, 12:25 #5
Ma perchè queste distinzioni?
Vogliamo il 256 anche noi!
Spectrum7glr30 Maggio 2013, 19:00 #6
Originariamente inviato da: Bluknigth
L'ottica, almeno in azienda è quella di sostituire il notebook.
Cos ache con l'Ipad non puoi fare. E neppure con i tablet Android per quanto siano più flessibili.

Il valore aggiunto del Tablet pro è che è alla fine proprio un PC e ci puoi installare applicazioni da PC. Ti garantisco che il taglio da 128GB ultimamente gira stretto. Il problema è che le applicazioni aziendali hanno spesso i dati offline per poter lavorare.
Onestamente affidarmi a una SD per mettere il lavoro mi sembra alquanto dleterio sia per la vita del supporto, la facilità di smarrimento e la sicurezza.
Se ho tutto su disco e cripto mi sento meglio.

Onestamente in ambito consumer questo prodotto lo vedo troppo caro e con poco appeal rispetto alle soluzioni concorrenti. Tant'è che l'RT non se le filato nessuno.
Ribadisco in ottica aziendale.


sarà ma proprio in ottica aziendale continuo a ritenere che la percentuale di utenti che necessita di più di 100gb per programmi e dati sia ridotta...ovviamente tra i possibili utenti di ultrabook o ibridi (rappresentanti/dirigenti/consulenti per le loro esigenze di lavoro in mobilità.
Per le altre categorie già il notebook è un ripiego (ma per questioni di schermo: non puoi pensare di stare 8 ore davanti ad uno schermo da 15"...figuriamoci 13 o 11) e non è certo a questi che si rivolge il surface secondo me.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^