USB 3.0 in ritardo per motivi di certificazione e compatibilità

USB 3.0 in ritardo per motivi di certificazione e compatibilità

Ritardi e problemi di certificazione alla base della mancata diffusione in massa di USB 3.0

di pubblicata il , alle 09:10 nel canale Storage
 

Digitimes riporta un interessante aggiornamento sulla diffusione dell'interfaccia USB 3.0, non ancora adottata in massa dai produttori di schede madri. Si tratta di una empasse difficile da spiegare, complice anche la presenza sul mercato di chip compatibili già da molto tempo. Il motivo è da ricercarsi in diversi problemi di implementazione e certificazione che stanno riscontrando alcuni dei maggiori produttori di controller USB 3.0.

ASMedia Technology e VIA LAbs, consociate rispettivamente di Asustek Computer e VIA Technologies, Etron Technology e Fresco Logic avevano infatti inizialmente pianificato l'adozione in massa di controller USB 3.0 in massa per la fine del 2010, ma sussistono ad oggi problemi di implementazione, tanto da non aver ancora ottenuto la certificazione dell'USB Implementers Forum (USB-IF). La fonte sono ovviamente i produttori taiwanesi di schede madri.

Da cosa nascono queste difficoltà? Il nodo da sciogliere è Microsoft Windows 7, che nativamente non supporta USB 3.0 e per questo motivo ogni produttore deve sviluppare la propria soluzione con il proprio software. La difficoltà di trovare soluzioni perfettamente compatibili fra loro sta creando l'imbarazzante situazione di ritardare l'introduzione in massa di una tecnologia tutto sommato semplicissima.

Attualmente il maggiore distributore e produttore di chip USB 3.0 è NEC, che offre la propria soluzione a circa 3.0-3.5 Dollari USA ciascuna in lotti da 500,000. Gli altri produttori dichiarano prezzi differenti: Etron parla di 3.5-4.0 Dollari USA per una soluzione a 2 porte, VIA delle soluzioni a 2 e 4 porte con prezzi rispettivamente di 3.5 e 5.0 Dollari USA, mentre ASMedia si assesta su 1.7-1.8 Dollari USA, il più basso del lotto. Ricordiamo in ogni caso che, pur distribuendo i propri prodotti, questi ultimi non hanno ancora la certificazione USB-IF. Questi dunque i motivi per cui USB 3.0 non  è ancora presente in maniera massiva sul mercato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Luca6907 Settembre 2010, 09:14 #1
Ok per il controller che andrebbero montati sulle schede madri, ma che mi dite per quelli sui dispositivi? Come siamo messi?
AleLinuxBSD07 Settembre 2010, 09:23 #2
Windows 7 può integrare il supporto ai sistemi usb 3 con una patch (se Microsoft non deciderà di integrarlo in una futura versione così con la scusa gli utenti dovranno agg. il sistema operativo).
Non ci sono limiti tecnici solo strategie commerciali.
A me pare, dato che esiste la crisi, che molti produttori stiano tirando i remi in barca, procrastinando qualsiasi decisione il più al lungo possibile, provocando così ritardi a catena.
Speriamo che il tutto non ricada poi sull'utente finale, che faccia da beta tester pagante, per tutti i difetti dei prodotti che usciranno in fretta e furia quando i produttori si metteranno d'accordo con le specifiche.
ToroXp07 Settembre 2010, 09:28 #3


direi comunque male, oltre alla classica schedina da installare, che si assesta circa sui 30 euro, ho preso in offerta un seagate 2,5" al momento della scelta abbagliato dalla scritta usb3 ready.
Scopro solo dopo che tanto ready non è dato che devi comprare un pezzo extra, in pratica il cavetto usb3 con il relativo aggancio al drive.Costo del pseudo cavetto? solo 30 euro.

GG seagate.
keroro.9007 Settembre 2010, 09:45 #4
K pagliacciata abbiamo hardware da spavento e produttori di software handicapati che dopo due anni devono ancora supportare usb3.0...la solita micrisoft e i suoi OS
ezio07 Settembre 2010, 09:46 #5
Originariamente inviato da: AleLinuxBSD
Windows 7 può integrare il supporto ai sistemi usb 3 con una patch (se Microsoft non deciderà di integrarlo in una futura versione così con la scusa gli utenti dovranno agg. il sistema operativo).

Non penso che arrivino a tanto (anche se il mercato in questo senso riserva sempre sorprese...), oltretutto con la maggior modularità di Vista e 7 rispetto a XP non dovrebbero avere difficoltà. Speriamo bene.
Human_Sorrow07 Settembre 2010, 09:57 #6
Originariamente inviato da: keroro.90
K pagliacciata abbiamo hardware da spavento e produttori di software handicapati che dopo due anni devono ancora supportare usb3.0...la solita micrisoft e i suoi OS


Adesso perché le aziende di mobo non riescono a scrivere un driver rispettando uno standard la colpa è di Microsoft che non fa il lavoro per loro ...

eggià ...

Linux e MacOS come sono messi in proposito ?
Tsaeb07 Settembre 2010, 10:06 #7
anche XP non supportava la USB 2.0 prima dei service pack.
DemaMagna07 Settembre 2010, 10:18 #8
Io ho due porte usb 3.0 e driver nec sul portatile..funzionano normali con le periferiche usb 2, niente di straordinario..non ho periferiche usb 3 per provarne i vantaggi!
LeaderGL207 Settembre 2010, 10:47 #9
Da cosa nascono queste difficoltà? Il nodo da sciogliere è Microsoft Windows 7, che nativamente non supporta USB 3.0 e per questo motivo ogni produttore deve sviluppare la propria soluzione con il proprio software.


è dalla notte dei tempi che chi sviluppa un prodotto (memoria, controller, scheda di qualsiasi tipo) sviluppi anche dei drivers dedicati; che poi i vari sistemi operativi propongano dei drivers generici per far funzionare ugualmente il prodotto è un altro discorso, ma se una grande azienda del settore IT non è in grado di sviluppare il drivers (il firmware o qualsiasi altra software necessario) per far funzionare correttamente i proprio prodotto stiamo messi male.

questa è solo una scusa per nascondere motivazioni che non possono essere rese pubbliche.
zerothehero07 Settembre 2010, 11:37 #10
L’adozione del nuovo protocollo di comunicazione USB3 sta assumendo dei contorni paradossali, quasi kafkiani. Peccato perché in passato (passaggio AGP/PCI -> PC-EXPRESS) la policy da parte degli “attori di mercato dominanti ” (intel in primis) è stata diversa…solo AMD ha deciso di adottare velocemente l’USB 3.0 (integrando nativamente nel southbridge)
Peccato perché il superamento dell’USB 2.0 andrebbe effettuato il prima possibile, dato che è un collo di bottiglia in moltissimi campi di utilizzo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^