Hitachi-Maxell, disco ottico da 12 cm da 1 Terabyte

Hitachi-Maxell, disco ottico da 12 cm da 1 Terabyte

Hitachi-Maxell mostrano un modello funzionante di supporto Stacked Volumetric Optical Disc (SVOD), con una capacità prossima al Terabyte

di pubblicata il , alle 15:48 nel canale Storage
 

L'alleanza Hitachi-Maxell, nello sviluppo di soluzioni storage del futuro, ha portato alla realizzazione di un prototipo di Stacked Volumetric Optical Disc (SVOD), grande come un comune DVD ma in grado di ospitare quasi un Terabyte di dati. La tecnologia alla base, almeno per quanto riguarda il supporto fisico di registrazione, è semplice: siamo di fronte alla sovrapposizione di 100 layer dei comuni DVD Double side. A darne la notizia sono diverse fonti on-line, fra el quali segnaliamo CDRInfo.

La natura flessibile del supporto risultante ha ovviamente comportato l'adozione di una cartuccia per contenerlo, fatto che rende necessario l'utilizzo di uno speciale lettore/masterizzatore per poterne godere i vantaggi. Presi dunque i canonici 9,4 GB di capienza di un comune DVD a doppia faccia, è facile dedurre una capacità complessiva di circa 940 GB, ovvero prossima al Terabyte. Hitachi-Maxell inoltre fa notare come sarà possibile in futuro utilizzare layer dei supporti DH-DVD, portando così la capienza a ben 10 TB circa .

Uno dei problemi principali per l'utilizzo di queste unità risulta essere la stabilità in fase di rotazione. Se e quando tali problemi verranno risolti, Hitachi-Maxell annuncia che sarebbe concreto attendersi un utilizzo di tali dischi anche nei comuni DVD. La risposta finora trovata al problema consiste nell'utilizzo, all'interno del lettore/masterizzatore, di un supporto in matreriale vetroso dello spessore dei comuni layer dei DVD (0,6 mm) da posiozionare sia sopra che sotto la pila dei 100 layer DVD.

Tirando le somme: si inserisce la cartuccia contenente i layer impilati e successivamente, all'interno dell'unità di lettura/scrittura, un congengo meccanico estrae i layer per poi posizionargli sopra e sotto, in stile sandwich, due layer vetrosi. A questo punto l'unità di lettura/scrittura potrà trattare il supporto come un normale DVD. Il sistema è in effetti molto articolato, motivo per il quale si stanno cercando alternative più convincenti. Qualora si trovassero, la strada per la produzione in massa di tali supporti dovrebbe essere, almeno sulla carta, in discesa.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

41 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
liviux04 Ottobre 2006, 15:58 #1
Che accrocchio! Lo vedo molto debole meccanicamente. Nulla a che vedere con lo storage olografico, dove il disco è effettivamente uno e non questa specie di millefoglie trasparente.
schizzobau04 Ottobre 2006, 16:02 #2
in pratica sarà un floppy da 1TB...
BlueKnight04 Ottobre 2006, 16:03 #3
secondo me ne potrebbe uscire un prodotto addirittura più economico del BluRay di Sony, con una capienza infinitamente superiore e retrocompatibile coi vecchi standard..alla facciazza loro e alle loro idee del cavolo che poi non si posson attuare per carenza di componenti primari.
nudo_conlemani_inTasca04 Ottobre 2006, 16:05 #4
Oh era ora...!

Finalmente abbiamo trovato 1 supporto per contenere Windows Vista!

Ratatosk04 Ottobre 2006, 16:08 #5
Tecnologia interessante...
DevilsAdvocate04 Ottobre 2006, 16:10 #6
Originariamente inviato da: BlueKnight
secondo me ne potrebbe uscire un prodotto addirittura più economico del BluRay di Sony, con una capienza infinitamente superiore e retrocompatibile coi vecchi standard..alla facciazza loro e alle loro idee del cavolo che poi non si posson attuare per carenza di componenti primari.


Dubito che possa diventare un supporto economico, 100 layers (che e'
poi la parte piu' impegnativa da realizzare di ogni DVD) e 1Tb di tasse
per l'iniquo compenso....
Pinko704 Ottobre 2006, 16:14 #7
Ma perchè sempre più capienti e sempre più delicati??(meno protetti, meno robusti) ???
ronthalas04 Ottobre 2006, 16:22 #8

TB-DVD SVOD

Mah, e fare una cartuccia coi due layer in vetro - magari vetro ottico Karl Zeiss piuttosto che Swarowski (non ridete, oltre ai soprammobili fa anche ottiche di puntamento militari) - già incorporati e una bella etichettona "FRAGILE!" ? Meno macchinoso, sicuramente più fragile... (specie se li spedisci per posta), ma di più facile protezione: basterebbe inventare una specie di cartuccia-jewel che si possa interfacciare a uno slot-in.
Priapo04 Ottobre 2006, 16:24 #9
pare che l'unico apparecchio in grado di leggerlo sia il lettore disco del Commodore C=64
Genesio04 Ottobre 2006, 16:30 #10
Io metterei TUTTI i dischi in cartucce, la vita REALE di un cd-dvd è bassissima, e con il blu-ray dovrebbe peggiorare parecchio dato lo spessore minimo dello strato protettivo.

Sono ben disposto ad avere un disco (in cartuccia) spesso 4 millimetri anzichè uno, se ciò significa che non devo aver paura di tenerlo in mano perdendo tutti i dati.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^