Fusion-io, in arrivo un SSD ultraveloce ... per slot PCI Express

Fusion-io, in arrivo un SSD ultraveloce ... per slot PCI Express

In arrivo nel primo trimestre dell'anno prossimo un nuovo Solid State Drive, realizzato però scegliendo come interfaccia lo slot PCI Express

di pubblicata il , alle 10:37 nel canale Storage
 

La notizia è di quelle in grado di stupire anche gli appassionati, sebbene un'attenta riflessione porti alla nascita di alcuni dubbi non certo trascurabili. I fatti: stando a quanto riportato da TechReport, l'azienda Fusion-io sarebbe in procinto di presentare una nuova versione di Solid State Drive estremamente veloce, tanto da far impallidire il più performante disco Solid State attualmente in commercio.

La fonte parla infatti di flussi dati (senza specificare di preciso lettura e scrittura, quindi) compresi fra i 500MB/s e 700MB/s, valori quasi tripli rispetto a quelli dichiarati da Intel per i propri SSD e otto-dieci volte superiori a quelli tradizionali a piatti rotanti. Viene da pensare che Fusion-io abbia realizzato un controller particolarmente ottimizzato per il raggiungimento di velocità così elevate, in grado di gestire in contemporanea un gran numero di chip. Come fare però a "scaricare a terra" tutta questa potenza?

Ecco quindi che arriviamo al primo dubbio. Fusion-io sceglie come interfaccia la PCI Express 4x (SATA troppo limitante per queste velocità), tanto che tale SSD prende il nome di ioXtreme card. L'aspetto dovrebbe quindi essere quello di una scheda video molto semplice, più che l'atteso parallelepipedo tipico dei dischi. Al momento non è stato possibile rintracciare una foto del prodotto specifico, motivo per il quale rimaniamo nel campo delle ipotesi.

La capienza dell'unità è di 80GB ed è attesa per l'inizio dell'anno prossimo ad un prezzo inferiore ai 1000$ USA, che di fatto vuol dire poco. Nasce a questo punto un secondo dubbio, ben più importante del primo. E' possibile il boot da tale periferica? Alcune voci non confermate dicono di no, sebbene sia allo studio un firmware per permetterlo. E' bene sottolineare però che tale unità nasce per il mondo server, motivo per il quale la presenza di un altro disco dedicato al solo sistema operativo non deve stupire. Queste unità ultra-performanti sono destinate alla massimizzazione delle prestazioni a regime e non certo all'avvio della macchina.

ioXtreme nasce insomma per prendere il posto dei dischi SAS a 15000 giri, sebbene nasca un altro dubbio. Quanti slot PCI-Express 4x abbiamo su una scheda madre da server? Pochi, e non ci risulta esista un "controller" dedicato per l'espansione. Entusiasmo e dubbi quindi si rincorrono, sebbene l'arrivo di nuovi prodotti con soluzioni innovative sia sempre benvenuto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

51 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
GByTe8707 Ottobre 2008, 10:45 #1
L'immagine veramente gira da tempo, è presente anche sul sito ufficiale...

http://www.fusionio.com/Products.aspx
demon7707 Ottobre 2008, 10:52 #2
Ok, diciamo che è ancora da rifinire ma l'idea è molto buona..
La maggioranza degli utenti che ha un po' le mani in pasta organizza sempre il proprio disco in due partizioni o preferibilmente due dischi differenti di cui uno per SO e programmi e l'altro per i "fatti propri"!

Una soluzione simile renderebbe molto più veloce e preformante un pc non solo nell'avvio ma in tutte le operazioni.. spesso è l'hdd il vero collo di bottiglia dell'intero sistema!
Seguo con interesse gli sviluppi!!

Vorrei si trovassero più facilmente (e soprattutto a buon prezzo) le soluzioni per creare un ramdisk su cui mettere il so ( con adeguata batteria tampone per quando il pc è spento).. anche con delle memorie sacadentissime e super lente si avrebbero performance allucinanti..
john85elettro07 Ottobre 2008, 10:53 #3
Spero si possa risolvere il problema del boot perchè un SSD del genere migliorerebbe le prestazioni anche del sistema operativo in maniera considerevole..
share_it07 Ottobre 2008, 10:57 #4
Se c'è il driver per linux, diventa possibile installare il kernel e il bootloader su una chiavetta e fare il resto del boot da lì.
~efrem~07 Ottobre 2008, 10:57 #5
Se l'indirizzo di un simile oggetto è il mercato server, il tempo di boot non è assolutamente un parametro qualificante, dando un occhiata alle specifiche espresse sul sito è un oggetto notevole, per macchine che hanno carichi di DB con un numero molto alto di accessi, e con una velocità del degnere, puoi permetterti di utilizzare un backup cadenzato ogni ora per metterti al riparo dagli eventuali rischi degli SSD.
OEidolon07 Ottobre 2008, 10:59 #6
Il problema del PCI-ex 4x non dovrebbe porsi se si ha una qualsiasi mobo che supporta il crossfire o lo sli.
PsYcHo 2307 Ottobre 2008, 11:06 #7
tanto il prossimo anno asce anche la SATA 3 quindi già dovrebbero sviluppare soluzioni con velocità di trasferimento doppie rispetto quelle attuali
Human_Sorrow07 Ottobre 2008, 11:10 #8

500MB/s e 700MB/s

stica... vanno fortissimi!!

super-sbav
D3stroyer07 Ottobre 2008, 11:14 #9
in un sistema casalingo signicherebbe avere il collo di bottiglia solo nella cpu e ram
Fibo07 Ottobre 2008, 11:18 #10
I dati riportati sul sito sono addirittura superiori con 600mb/s in scrittura e 700 in lettura.
Non credo sia pensato per il mondo server anche perché servirebbe almeno una 10GbE per sfruttare il disco.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^