Crescita annua oltre il 30% per gli SSD con interfaccia PCI Express

Crescita annua oltre il 30% per gli SSD con interfaccia PCI Express

Sono i modelli più veloci dell'attuale produzione, adatti al consumatore più esigente ma che troveranno ampio spazio di crescita nell'ambito enterprise: le stime di vendita sono decisamente in rialzo per i prossimi 5 anni

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Storage
 

Il settore delle soluzioni SSD ha conosciuto nel corso degli anni una crescita di interesse esponenziale: del resto aggiornare il proprio PC passando da un hard disk meccanico ad un SSD ha permesso in numerosi casi di dare nuova linfa ad un PC considerato ormai antiquato e non più al passo con i tempi.

Gli SSD rappresentano ormai una vera e propria commodity, cioè un componente la cui presenza viene data per scontato all'interno di un sistema. Sussistono ovviamente differenze tra i vari modelli, ma queste emergono in misura maggiore quando si passa ad utilizzare soluzioni basate su interfaccia PCI Express che supera i limiti di quella SATA permettendo di sfruttare al meglio i benefici dell'architettura SSD.

Research and Markets ha rilasciato, a questo indirizzo, la propria analisi sull'andamento previsto delle vendite delle soluzioni SSD basate su interfaccia PCI Express. Che questi dispositivi stiano conoscendo un interesse di mercato molto elevato è confermato da questi dati, che prevedono una crescita annua media del 33,24% nel periodo dal 2016 al 2020.

Il report sengala come la domanda di installazioni server in colocation da parte delle aziende enterprise porterà ad un consistente impatto positivo sulle vendite di soluzioni SSD con interfaccia PCI Express. Queste strutture di elaborazione e calcolo richiedono latenze di accesso ai dati molto contenute e questo spinge nella direzione di una costante evoluzione tecnologica degli SSD PCIe: quella in scrittura può venir mascherata utilizzando un approccio di tipowrite-back, ma tale tecnica non è invece disponibile per i dati in lettura.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pingalep26 Settembre 2016, 10:11 #1
io l'ho preso per la velocità ma soprattutto per i cavi in meno in giro per il case. con i dischi ssd da 2,5 che sono leggeri potrebbero mettere degli slot per montarli sulla scheda senza bisogno di cavi sata e di alimentazione, basterebbe un minimo rinforzo ma tanto appunto son leggeri non stressano la mobo.
Giouncino26 Settembre 2016, 10:45 #2
pingalep, con gli SSD su slot m2 è già così: nessun cavo in giro...
polaris.ax26 Settembre 2016, 11:33 #3
commodity.....colocation ...... :|
poveri "cruscotti"
Teen Cool26 Settembre 2016, 11:37 #4
L'articolo e' di Corsini non di Nino. Svegliati.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^