Adobe: a MAX 2019 nuovi strumenti basati sull'Intelligenza Artificiale

Adobe: a MAX 2019 nuovi strumenti basati sull'Intelligenza Artificiale

Durante l'evento globale di Adobe (MAX) sono stati mostrati una serie di strumenti chiamati Sneaks che promettono di rivoluzionare il mondo dell'editing di immagini e video. Il tutto ovviamente anche grazie all'Intelligenza Artificiale.

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Software
Adobe
 

Durante l'Adobe MAX 2019 sono state messe in mostra diverse novità nel mondo dell'editing di immagini e video che dovrebbero, in teoria, semplificare la vita degli utenti. Ovviamente l'Intelligenza Artificiale è stata al centro dell'attenzione grazie a una serie di nuovi strumenti automatizzati chiamati Sneaks.

adobe max 2019

Per esempio Adobe è stato mostrato Project All In che consente ai fotografi di creare autoscatti anche quando non c'è un cavalletto e quindi una persona deve tenere la fotocamera in mano. In questo caso il software, tramite l'Intelligenza Artificiale (il motore si chiama Adobe Sensei), analizza due fotografie a trova chi manca aggiungendolo automaticamente. fotografo designato o non hai un treppiede e una fotocamera con un timer.

Anche Project Sound Seek sfrutta Adobe Sensei per migliorare la qualità del girato. Se in un video c'è un discorso è possibile trovare in maniera automatica momenti in cui l'oratore si interrompe pronunciando suoni specifici ("ahm" per esempio). Il software automaticamente scoverà quei punti e potrà correggerli.

Con Project Image Tango consente di unire un disegno realizzato "a mano" con fotografie reali. Questo permetterà di "dare vita" alle immagini realizzate dall'utente in maniera più realistica e con minore sforzo rispetto a quando lo si fa manualmente.

Non poteva mancare poi Project Sweet Talk che realizza in maniera automatica video a partire da disegni (sempre sfruttando l'Intelligenza Artificiale) permettendo di animare alcune parti dei soggetti.

Infine con Project Pronto è possibile realizzare scenari adatti per la visione in realtà aumentata aiutando l'utente sia per la parte video che per la parte dedicata all'AR. Quello che è emerso dall'evento è che l'AI cambierà (e in parte esistono già strumenti di questo tipo) il modo in cui chi utilizza questi software, più o meno esperti, potrà agire sulle immagini.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^