CrossFire e frame pacing: a fine luglio i nuovi driver

CrossFire e frame pacing: a fine luglio i nuovi driver

AMD anticipa sul proprio canale Twitter il debutto, il prossimo 31 Luglio, di driver dotati di tecnologia di frame pacing grazie ai quali migliorare sensibilmente il comportamento delle configurazioni Crossfire

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Schede Video
AMDTwitter
 

E' previsto per il prossimo 31 Luglio il debutto di un nuovo set di driver AMD della famiglia Catalyst dotato di una serie di innovazioni che miglioreranno il comportamento delle configurazioni CrossFire ottenute sia abbinando due o più schede video della serie Radeon HD, sia con quelle schede che integrano due GPU sullo stesso PCB.

La notizia è stata ufficialmente confermata da AMD con un tweet pubblicato dall'account Twitter @AMDRadeon ed era del resto attesa da tempo. Con il debutto della scheda Radeon HD 7990, soluzione top di gamma dotata di due GPU della famiglia Tahiti montate sullo stesso PCB e collegate attraverso tecnologia CrossFire, sono emersi i limiti dei driver AMD quando abbinati a questa tecnologia, limiti che hanno spinto AMD a rivedere completamente l'approccio.

Con l'attuale implementazione il carico di lavoro gestito da ogni singola GPU in una configurazione CrossFire tende a minimizzare la latenza, spingendo ogni GPU a elaborare il frame di propria competenza nel minor tempo possibile. Questo ha quale contraltare un disallineamento nel comportamento dei frames, che vengono elaborati dalla scheda in modo alternato tra le due GPU ma spesso con tempi di elaborazione molto differenti tra di loro.

La conseguenza di questo è il fenomeno del microstutter, cioè di un andamento con micro-scatti dei frames che risulta essere particolarmente fastidioso per il videogiocatore pur a fronte di frames al secondo medi che sono molto elevati. E' proprio per evidenziare questo tipo di comportamento, non circoscritto alle sole configurazioni multi-GPU ma che si manifesta in modo particolare con queste ultime, che abbiamo iniziato ad utilizzare una metodologia di analisi delle schede video basata sul frame time, cioè sul tempo di elaborazione richiesto per generare ogni frame a video.

AMD ha già mostrato alcuni risultati concreti al debutto della scheda Radeon HD 7990 mettendo a disposizione una versione di driver Catalyst alpha che introduce tecniche di frame pacing, grazie alle quali la distribuzione dei tempi di elaborazione tra frames sequenziali viene livellata così da evitare l'insorgenza di fenomeni di microstuttering. Si tratta dello stesso approccio adottato da tempo da NVIDIA per i propri driver GeForce quando vengono utilizzati con configurazioni SLI.

Per un'analisi del comportamento della scheda Radeon HD 7990 con i driver attualmente a disposizione, oltre che un'anteprima di quanto potrà venir ottenuto con i driver previsti per fine Luglio alla luce dei risultati dei Catalyst alpha con frame pacing, rimandiamo alla recensione pubblicata a questo

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
qboy24 Giugno 2013, 08:44 #1
può solo migliorare in questo senso, grazie al cielo si sono datti una mossa

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^