Avivo Video Converter: domande e risposte da ATI

Avivo Video Converter: domande e risposte da ATI

I vari problemi che hanno caratterizzato la prima release pubblica di Avivo Video Converter hanno spinto ATI a rilasciate una breve ma interessante FAQ

di pubblicata il , alle 11:45 nel canale Schede Video
ATI
 

Nelle scorse settimane ATI ha reso disponibile per il download la versione 8.12 dei propri driver Catalyst, release che ha visto tra le novità l'integrazione diretta del supporto ad ATI Stream. Con questa funzionalità i possessori di schede video ATI Radeon basate su GPU programmabile potranno sfruttare questo componente anche per elaborazioni di GPU computing, ovviamente a condizione che il software scelto possa beneficiare di questo tipo di funzionalità.

La prima applicazione in ambito consumer a sfruttare tale caratteristica tecnica è ATI Avivo Video Converter, software fornito gratuitamente ai possessori di schede video ATI Radeon al momento attuale compatibile con le schede delle serie Radeon HD 4800 e Radeon HD 4600.

Questo software, che effettua operazioni di conversione di flussi video in vari formati e risoluzioni, è pensato per sfruttare la GPU presente nella propria scheda video, che viene utilizzata per alcune delle operazioni richieste nelle fasi di conversione così da sgravare il processore di sistema. Alcuni test eseguiti con questo software ne hanno tuttavia evidenziato sia una forte dipendenza dal tipo di CPU utilizzata nel sistema, con scarsa incidenza circa il tipo di GPU adottata, oltre a vari problemi qualitativi nell'output video generato.

ATI ha reso pubblica una serie di domande e risposte incentrate su Avivo Video Converter, che evidenziano come l'attuale versione del software proposta per il download gratuito sia soggetta ad una estensiva fase di sviluppo che si protrarrà per i prossimi mesi, con la quale verranno implementate nuove funzionalità e risolti i bug presenti. Di particolare rilievo sia quelli qualitativi, con output video corrotti in alcune scene rispetto all'originale non convertito, sia l'incompatibilità con sistemi operativi a 64bit. Di seguito la lista di domande e risposte rilasciate da ATI:

Q: What are the specific issues users of ATI Video Converter may encounter?
A: Users running 32-bit software on 64-bit systems are encountering issues getting quality output from the encoder and 32-bit users have also experienced some anomalies in the playback. It was not released for support on 64-bit operating systems. Our engineering teams have been alerted of the 32-bit issues and are currently working to address them. We have a defined roadmap for the application and plan to add new baseline functionality, ease-of-use and stability in coming versions.

Q: Why are reviewers seeing so little GPU processing during transcoding?
A: The ATI Video Converter uses the GPU for only a portion of the video encoding. Specifically, the GPU currently offloads only the motion estimation portion of the encoding pipeline which is the most compute intensive part of the encoder. The GPU is particularly well-suited for this task. Given that a fixed workload is being offloaded to the GPU the load on the GPU may be relatively low or high based on the specific model of GPU.

Q: When will the stability and quality of the ATI Video Converter improve in a new release?
A: We have a defined roadmap for the application and plan to add new baseline functionality, ease-of-use and stability in coming versions. We are evaluating now when we can most quickly offer those improvements, and will update you as soon as we have more information.

Q: Why did AMD release such a buggy software application into the market?
A: The ATI Video Converter is a basic utility that introduces users of Catalyst to the capabilities of Stream processing on 32-bit operating systems. While it isn’t perfect, The level of functionality and quality is appropriate for maximizing the conversion speed on the most widely used video formats. Improvements are already being made and users can expect to have a much higher quality experience with future revisions.

Q: Why does ATI Video Converter not work on 64-bit operating systems when so many PCs are moving in that direction?
A: While the move to 64-bit is well underway, 32-bit OS’s satisfy the mainstream consumer and the ATI Video Converter was to fill that segment first. We are evaluating our roadmap for future improvements, including the possibility of offering a 64-bit solution

Al momento attuale Avivo Video Converter può beneficiare di tempi di conversione estremamente contenuti ma di una ridotta dipendenza dal tipo di GPU ATI adottata, risultando essere molto più sensibile alle variazioni nel tipo di CPU utilizzata. E' presumibile che nelle future evoluzioni di questo software verranno implementate varie innovazioni e risolti i problemi qualitativi attualmente presenti, ma al momento attuale questa applicazione ha più le sembianze di un prodotto in beta che di un tool pronto per l'utilizzo pubblico.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

45 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TheDarkAngel22 Dicembre 2008, 11:55 #1
Come inizio è stato proprio una schifezza, continuo a non vedere l'utilità di buttar fuori in fretta e furia feature quando sono incomplete, pessimo.
2012comin22 Dicembre 2008, 12:12 #2
Q: Why did AMD release such a buggy software application into the market?
A: The ATI Video Converter is a basic utility that introduces users of Catalyst to the capabilities of Stream processing on 32-bit operating systems. While it isn’t perfect, The level of functionality and quality is appropriate for maximizing the conversion speed on the most widely used video formats. Improvements are already being made and users can expect to have a much higher quality experience with future revisions.



[OT]
Q: Perchè metti in vendita il gelato alla salsiccia? Che è cattivo e si scoglie subito?

A: Il Gelato alla salsiccia ti introduce a nuovi formidabili gusti... finchè fa schifo puoi cmq mangiarlo lo stesso... tanto in futuro sarà più buono.

Q: Si ma perchè?

A: Mangia e zitto
[OT]

scherzo, io li aspetto con fiducia i miglioramenti. In fondo, come anche le novità in casa Nvidia, sono tutte cose "relativamente nuove"
zuLunis22 Dicembre 2008, 12:12 #3
Posso capire i comunicati stampa con copia e incolla del discorso in lingua madre.. ma quantomeno le domande, che dovrebbero essere di fruizione pubblica per chi usa il programma, potreste tradurle per chi non macina inglese come fossero caramelle?

Grazie!
Swarionato22 Dicembre 2008, 12:14 #4
Ovviamente chi per lavoro o passione si interessa alla compressione video non userà mai i programmi di ATI o NVIDIA, ma di case con anni di esperienza alle spalle.

E' impensabile fare un buon prodotto senza nessun background.

L'ottimo TMPGEnc 4.0 XPress ha già aggiornato il suo programma per renderlo compatibile con CUDA ora bisogna aspettare che implementi anche le schede ATI.

Ciao!
gutti22 Dicembre 2008, 12:19 #5
Personalmente sono rimasto molto deluso dall'encoder... lo considero solo un pessimo DEMO dell'ATI stream... spero (anche se non ci credo molto visto la falsa partenza) nelle future release.
SwatMaster22 Dicembre 2008, 12:30 #6
Io non ho riscontrato bug di alcun tipo. Tanto sotto Vistax64 non funza, a quanto pare.
Mparlav22 Dicembre 2008, 12:30 #7
"...It was not released for support on 64-bit operating systems. "
Bastava scrivere un'avviso del tipo " questo programma non è testato sui 64bit" nella pagina del download dell'Avivo Package, ed avrebbero evitato di fare sta' figura.
Chi voleva provarlo, sapeva di avere a che fare sostanzialmente con una beta, e quanto meno, avrebbe avuto meno da lamentarsi.

Effettivamente l'ho provato su Vista x64 la conversione partendo dal VOB, ed a seconda dell'output scelto, o non avevo audio, o artefatti e difetti video tali da renderlo inutilizzabile.
Alienwar22 Dicembre 2008, 12:31 #8
Ati inizia a deludermi..eppure possiedo una 4850..ma il supporto driver e software Nvidia è decisamente superiore...quali cuda,physicx..e da non sottovalutare l'ottimo supporto all'opengl completo cosa che manca ad ati!basta provare software come mudbox, photoshop o after effets x notare la differenza!peccato perchè si tratta di una scheda video ottima ma poco sfruttata!
l'ati avivo video converter ha deluso ancora una volta....doveva già ai tempi della 19xx sfruttare la gpu ...per non parlare poi delle opzioni video e audio inesistenti e della pessima qualità finale!
la prossima scheda video sarà sicuramente una nvidia, dovrò spenderci qualcosina in + anche se le prestazioni sono comparabili(in realtà in media sono + veloci!)) ma il supporto a programmi, giochi e varie chicche tecnlogiche(cuda e physicx) ripaga della spesa in +

considerando il tutto credo che l'unica nota positiva di queste schede sia il prezzo + basso e l'ottime prestazioni nei giochi....per il resto lascia a desiderare(overclock praticamente zero...e supporto programmi, fisica, gpu per la conversione video ancora lontani!!)
Bhairava22 Dicembre 2008, 12:53 #9
Originariamente inviato da: TheDarkAngel
Come inizio è stato proprio una schifezza, continuo a non vedere l'utilità di buttar fuori in fretta e furia feature quando sono incomplete, pessimo.


Originariamente inviato da: 2012comin
Q: Why did AMD release such a buggy software application into the market?
A: The ATI Video Converter is a basic utility that introduces users of Catalyst to the capabilities of Stream processing on 32-bit operating systems. While it isn’t perfect, The level of functionality and quality is appropriate for maximizing the conversion speed on the most widely used video formats. Improvements are already being made and users can expect to have a much higher quality experience with future revisions.



[OT]
Q: Perchè metti in vendita il gelato alla salsiccia? Che è cattivo e si scoglie subito?

A: Il Gelato alla salsiccia ti introduce a nuovi formidabili gusti... finchè fa schifo puoi cmq mangiarlo lo stesso... tanto in futuro sarà più buono.

Q: Si ma perchè?

A: Mangia e zitto
[OT]

scherzo, io li aspetto con fiducia i miglioramenti. In fondo, come anche le novità in casa Nvidia, sono tutte cose "relativamente nuove"


MA che discorsi, non c'è niente in vendita perché il programma di conversione è GRATUTITO e non si suppone che faccia parte del software necessario a far funzionare bene una scheda video. E' una feature in più, ed è in fase di sviluppo, quindi non vedo perché lamentarsi come si vi avessero rifilato un pacco.
Lo sport nazionale rimare sempre il lancio della merda.
matteo122 Dicembre 2008, 12:54 #10
Sinceramente non comprendo chi spara a zero contro un software rilasciato gratuitamente e che nulla direttamente ha a che vedere con la VGA, dal momento che tendenzialmente uno si prende la VGA per giocarci o per un mediacenter ed in ambo i casi un encoder non è necessario.
Inoltre non si comprende come ogni volta si tirino in ballo i driver ATI che non mi pare abbiano nulla da invidiare alla controoparte NVIDIA (e avendo un muletto nvidia e una workstation ati parlo a ragion veduta).
L'Avivo è un software gratuito cosa non da poco che ha qualche limite (di certo non tanto nel mancato supporto al 64 bit usato da una piccolissima parte degli utenti "home", ma semmai nella possibilità di gestire dei parametri come risoluzione, fps e magari sarebbe auspicabile un bel 2-pass per migliorare la qualità dell'output.

Originariamente inviato da: Alienwar
considerando il tutto credo che l'unica nota positiva di queste schede sia il prezzo + basso e l'ottime prestazioni nei giochi....

e scusa se è poco; di base una VGA deve avere proprio queste features

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^