offerte prime day amazon

Gigabyte e Asus al top tra i produttori di schede madri

Gigabyte e Asus al top tra i produttori di schede madri

Vendite di oltre 3 milioni di schede madri per ciascuno dei due produttori taiwanesi nei primi 2 mesi del 2010

di pubblicata il , alle 10:11 nel canale Schede Madri e chipset
ASUSGigabyte
 

Gigabyte e Asustek sembrano essersi ricongiunte su un elemento comune: il numero di schede madri commercializzate nel corso dei primi due mesi dell'anno 2010. Il sito web Digitimes, infatti, segnala con questa notizia come Gigabyte ha raggiunto un numero di schede madri prodotti nei primi 60 giorni del 2010 compreso tra 3,1 e 3,3 milioni di pezzi; per Asustek la stima è di una quota tra 3,2 e 3,3 milioni.

Asustek è storicamente il primo produttore di schede madri a livello globale, forte di una presenza nel mercato retail con soluzioni a brand Asus che si può definire come la principale tra i produttori taiwanesi presenti a livello globale.

Stando alle informazioni rilasciate da Digitimes, Asustek avrebbe in programma di ridurre i prezzi delle proprie schede madri così da riconquistare un certo margine di vantaggio sulla diretta concorrente. Una mossa di questo tipo, se confermata, potrebbe portare ad una nuova politica commerciale da parte dei principali produttori di schede madri taiwanesi basata su riduzioni dei prezzi.

Asustek avrebbe confermato di essere allineata ai propri obiettivi di vendita per il primo trimestre 2010, fissati su circa 5 milioni di schede madri. Ricordiamo come il mese di Febbraio sia tipicamente caratterizzato da produzione inferiore alla norma per le aziende asiatiche, complice la settimana di festività del capodanno cinese. Per questo motivo, anche a fronte di una domanda non così sostenuta come quella ciclica del primo trimestre dell'anno, l'obiettivo indicato da Asus sembra raggiungibile.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Marcodj8510 Marzo 2010, 10:15 #1
sono contento per gigabyte, con la serie ultra durable ha saputo riconquistare tutti gli appassionati, veramente dei prodotti eccelsi e se vogliamo a un buon costo rispetto ad altre proposte tipo le dfi ultime o le stesse asus...gigabyte deve migliorare solo nel supporto clienti
g.dragon10 Marzo 2010, 10:16 #2
penso che questo lo sapevano tutti...(intendo che asus e gigabyte fossero le schede madri + diffuse)
simocr910 Marzo 2010, 10:21 #3
già infatti ho una asus
Simedan198510 Marzo 2010, 10:22 #4
è qual'è la novità??
leddlazarus10 Marzo 2010, 10:28 #5
Originariamente inviato da: Simedan1985
è qual'è la novità??


per asus nessuna

per gigabyte una bella conquista
elfonero10 Marzo 2010, 10:35 #6
Io ho gigabyte, ma devo dire che ho avuto un po' tutte la nota dolente è il servizio clienti.
sna69610 Marzo 2010, 11:11 #7
notare che non si parla di ASRock... forse perchè è ancora ASUS...
però mi suona strano che ASRock pur essendo la 'faccia entry level' di ASUS abbia un servizio clienti migliore della ASUS stessa.
longhorn768010 Marzo 2010, 11:11 #8
Beh la concorrenza sta dando i suoi frutti, secondo me Gigabyte e ancora uno scalino sotto ad Asus pero sta portanda la stessa a considerare una riduzione dei prezzi, e visto che negli ultimi tempi le Mobo hanno prezzi spropositati, visto che ormai i chipset sono piu che altro dei controller I/O e non capisco perche costino tanto, cioe un X48 era molto piu complesso e costoso di un X58, ma questo costa quasi il doppio!
FroZen10 Marzo 2010, 11:24 #9
allora vado di MSI al prossimo giro!!!!!
Marci10 Marzo 2010, 11:35 #10
eh beh; Asus, Gigabyte....le altre sono sparite tutte XD
Abit, Epox, DFI, la MSI che annaspa un po.... un tempo c'era una bella concorrenza!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^