DFI: 2 milioni di pezzi previsti per il 2004

DFI: 2 milioni di pezzi previsti per il 2004

DFI si prefigge l'obiettivo di ben 2 milioni di pezzi per il 2004, incoraggata dai dati del 2003

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 08:19 nel canale Schede Madri e chipset
 

Diamond Flower Electric Instrument Company (DFI), produttore di schede madri taiwanese appartenente al gruppo dei produttori "minori", si è prefissa l'obiettivo di raggiungere i 2 milioni di pezzi venduti per l'anno 2004, forte di un 2003 che ha portato la casa a produrre più di 1 milione e 500.000 schede.

DFI ha probabilmente solidi motivi per preventivare una produzione del genere: dichiarando che il 30% della produzione sarà costituito da schede dedicate al settore ACP (applied computing platform, per computer telephony, Internet, network e light industrial applications) fa intuire che qualche contratto importante è già stato siglato.

Le modalità di produzione e lo spostamento della produzione stessa anche in ambito PC verso soluzioni più specifiche (come per esempio schede madri per modding/overclock al posto di schede per PC entry level all on board) permetterà all'azienda di raggiungere un ottimo utile del 20-30%.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
lasa10 Febbraio 2004, 10:39 #1
E' sicuramente un marchio in crescita, forse il più interessante in prospettiva futura per mobo dedicate all'OC....
Helstar10 Febbraio 2004, 14:57 #2
Se fanno una mobo per socket 939 sarebbe molto interessante
Visto10 Febbraio 2004, 16:55 #3
Bene, abbiamo bisogno di aziende che pensino in grande, tutto ciò rafforza la concorrenza e favorisce noi consumatori.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^