ASUS annuncia un sistema rivale di Raspberry Pi con supporto ai video 4K

ASUS annuncia un sistema rivale di Raspberry Pi con supporto ai video 4K

ASUS entra in diretta competizione con Raspberry Pi, promettendo un sistema dalle stesse dimensioni e performance molto più elevate. La nuova Tinker Board può, infatti, renderizzare video anche in 4K

di pubblicata il , alle 17:36 nel canale Sistemi
ASUS
 

Basso consumo, dimensioni irrisorie e performance molto valide: queste le caratteristiche della nuova Tinker Board di ASUS, un sistema con processore ARM pensato nella fattispecie per finalità multimediali, oltre che per il fai-da-te. Il computer di ASUS promette quello che Raspberry Pi ha cercato di portare nelle nuove generazioni, ovvero maggiori performance nello stesso form factor di sempre, tuttavia lo fa aumentando sensibilmente il prezzo: circa 70 dollari al lancio.

ASUS Tinker Board

Il nome per l'esattezza è l'infinito Asus 90MB0QY1-M0EAY0 Tinker Board, ma all'estero è già stato ironicamente battezzato come ASUS Pi, per via della straordinaria somiglianza al celebre mini-computer rivale. Alla base troviamo un processore ARM con 4 core Cortex-A17 da 1,8GHz, supportato da 2GB di RAM LPDDR3 e una GPU Mali-T764 con supporto ad OpenGL ES 3.0 e DirectX 11. Per lo storage viene dedicato uno slot microSD e non manca il supporto a Wi-Fi e Blutooth 4.0.

Caratteristiche indispensabili, quelle per la connettività, se consideriamo il target di utenti a cui si rivolge ASUS: "Raspberry Pi è sul mercato da troppo tempo, e siamo intenzionati ad espandere la scelta degli utenti con ulteriori opzioni", ha dichiarato la compagnia in fase di presentazione. "Questa scheda ha supporto per i video 4K, performance superiori per il SoC, connessioni Ethernet più veloce, e flessibilità per il quantitativo di memoria".

Oltre alle finalità multimediali la nuova scheda può essere impiegata per progetti complessi ed avanzati per cui Raspberry Pi risulta inadeguato. Insieme alla piccola scheda ASUS ha preparato una versione di Linux Debian specifica che dovrebbe ottimizzare l'esperienza d'uso del dispositivo, proprio come Raspberry Pi OS sui sistemi concorrenti. ASUS ha anche annunciato che sta lavorando per offrire un supporto maggiore per altre distribuzioni Linux, come Ubuntu e OpenSUSE.

Previsto per il futuro anche il supporto per KODI, una delle piattaforme multimediali più celebri fra gli utenti appassionati. Il costo è indubbiamente più elevato tuttavia lo sono anche le capacità del nuovo sistema taiwanese che promette di abbattere i limiti più invalidanti di Raspberry Pi per utilizzarlo effettivamente come una macchina general-purpose.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

27 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7723 Gennaio 2017, 17:47 #1
Boh.. OK.
Di cloni del raspberry e più potenti del raspberry ce ne sono a tonnellate da un sacco di tempo.. praticamente da subito.
La baia straborda di ogni ben di dio in questo senso.

Asus si vede che visto che il mercato tira abbastanza ed è stabile ha voluto fare una sua proposta.. ala fine per una Asus che fa di tutto nel settore è uno scherzo fare una cosa del genere.
Mi sorprende piuttosto che altri produttori non facciano altrettanto..
HSH23 Gennaio 2017, 18:06 #2
bella news, chissà che la concorrenza porti all'abbassamento del prezzo, alcuni costano veramente troppo per quello che offrono
TheDarkAngel23 Gennaio 2017, 18:08 #3
Possono farne altri 1000 modelli, ma se non hai il supporto pari al rasp, sei nessuno
WarDuck23 Gennaio 2017, 20:00 #4
Mi piacerebbe conoscere su che SoC si baserà... e quale livello di documentazione avrà.

La distinzione tra queste board, per un uso un po' più serio, la fa appunto la documentazione.
Nui_Mg23 Gennaio 2017, 20:25 #5
Come già detto da altri, ci vuole dietro documentazione e soprattutto comunità, fattori che sono il punto di forza di raspberry, anche se io ho preferito Odroid (ho da tempo più C2, lo uso come dac, come serverino web, come riproduttore musica liquida attaccato all'ampli, ecc.), hardware più potente e comunità molto buona, per me attualmente il miglior compromesso.
banaz23 Gennaio 2017, 21:42 #6
Originariamente inviato da: WarDuck
Mi piacerebbe conoscere su che SoC si baserà... e quale livello di documentazione avrà.

La distinzione tra queste board, per un uso un po' più serio, la fa appunto la documentazione.


è un Rockchip RK3288, quadcore Cortex-A17 1.8gigapippe, con una gpu arm t760 mp4
Tedturb023 Gennaio 2017, 23:43 #7
uguale al raspberry ma dovrei pagarlo il doppio perche ha su un rockchip?
Dire scaffale sarebbe come dire che qualche rivenditore avrebbe il coraggio di stoccarlo
cdimauro24 Gennaio 2017, 06:05 #8
No, dovresti pagare il doppio perché si chiama Asus.
Gundam.7524 Gennaio 2017, 08:49 #9
Ho il rapsberry prima versione da 5 anni ormai. Un mulo, funziona perfettamente, non si è mai bloccato. Unico limite è la lan (lenta) ed il non poterci installare su Skygo, netflix e Amazon Video.
Per questo penso di affiancargli un mediacenter windows.
HSH24 Gennaio 2017, 09:37 #10
Originariamente inviato da: Tedturb0
uguale al raspberry ma dovrei pagarlo il doppio perche ha su un rockchip?
Dire scaffale sarebbe come dire che qualche rivenditore avrebbe il coraggio di stoccarlo


dici il rasp. 3 che ha cpu da 1.2 ghz e un solo GB di ram vs questo che è 1.8 ghz con 2 GB di ram? proprio uguali non mi sembrano

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^