Windows 10: Spring Creators Update sarà il prossimo major update?

Windows 10: Spring Creators Update sarà il prossimo major update?

Microsoft potrebbe optare per un poco originale Spring Creators Update per il prossimo major update di Windows 10, divenendo così il terzo Creators Update

di pubblicata il , alle 17:41 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Microsoft annuncia il nome degli aggiornamenti di Windows 10 con mesi di anticipo rispetto al rilascio ufficiale. Fall Creators Update è stato annunciato ad esempio a maggio e rilasciato a settembre, mentre Creators Update è stato pubblicato a marzo 2017 ma il nome si conosceva già ad ottobre 2016. Stesso discorso per Anniversary Update, che è stato annunciato a marzo 2016 ma non è arrivato nelle mani degli utenti finali prima di agosto dello stesso anno.

Del prossimo sistema operativo di Redmond, che dovrebbe essere rilasciato nel giro di un paio di mesi, si sa solo il nome in codice: Redstone 4. Si potrebbe pertanto pensare che per il prossimo major update non avremo grandi stravolgimenti, né nelle feature, né nel nome. Windows 10 RS4 potrebbe prendere essere chiamato semplicemente come v. 1803 e, secondo gli ultimi indizi, in maniera poco originale rispetto alle due ultime versioni: Spring Creators Update.

Il nome è stato avvistato per la prima volta nel corso del fine settimana all'interno di una pagina Bug Bash, in cui si leggono i consigli della compagnia rivolti agli Insider per trovare in maniera più agevole i bug presenti nelle versioni preliminari del sistema operativo. In una delle "Quest" si fa riferimento a Windows 10 Home in S Mode, una potenziale nuova SKU del sistema operativo, e anche al nome del prossimo aggiornamento, proprio Spring Creators Update.

Se così fosse sarebbe il terzo Creators Update, con la scelta del nome che sarebbe un po' infelice e confusionaria visto che anche il primo Creators Update è stato rilasciato nello stesso periodo dell'anno, cioè in primavera. Una volta scoperto, Microsoft ha cancellato il riferimento alla nomenclatura sostituendolo con "R4 update", e pertanto non c'è ancora nulla di ufficiale e finalizzato, ma solo un possibile errore di distrazione da parte del team di revisione delle beta.

Il nome del prossimo aggiornamento verrà svelato durante la conferenza apposita in cui Microsoft svelerà tutte le maggiori novità dell'aggiornamento, la cui data non è stata ancora annunciata ma che dovrebbe essere molto presto. L'opzione più gettonata sembra al momento proprio Spring Creators Update, ma nulla è certo fino alla finalizzazione da parte della compagnia.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
al13505 Febbraio 2018, 17:59 #1
ma io nn' ho capito... ma sti nomi orribili chi li decide?
inited05 Febbraio 2018, 18:04 #2
Vorrei tagliare un po' con il passato nella prossima update semestrale, la precedente portò driver di rete realtek più vecchi che mandarono in bsod il sistema durante l'installazione, in combinazione con driver amd anch'essi da bsod per i quali dovette essere rilasciato un pacchetto beta davvero infelice...non ho avuto il tempo di buttare tutto una volta che riucscii a far funzionare l'ultimo tentativo di installazione sul fisso (da notare che invece un portatile non ha mai avuto problemi), ma farei volentieri un fresh install di una iso senza questi problemi.
tallines05 Febbraio 2018, 18:10 #3
Perchè il nome Spring Creators Update dovrebbe essere poco originale ?

I nomi delle altre Versioni, non è che siano da urlo ehhhh

O magari gli possono mettere il mese di uscita al posto di Spring .
Varg8705 Febbraio 2018, 19:14 #4
Vogliamo parlare de "El Capitan"?
emahwupgrade05 Febbraio 2018, 21:16 #5
A me questi update hanno solo incasinato tutto, ma non è possibile per loro rilasciare solo le patch di sicurezza e fare un vero major update ogni 3-4 anni?
sertopica05 Febbraio 2018, 21:46 #6
Purtroppo e' il nuovo approccio MS, un OS in continuo cambiamento, ovvero in continua beta.
Red Dragon05 Febbraio 2018, 23:44 #7
alla ms hanno sbroccato di brutto, e poi si lamentano che la gente non molla windows 7.

piano piano stanno trasformando il pc desktop in una macchina simile a degli smartphone e tablet, ancora non hanno capito che la maggior parte degli utenti desktop non vuole un os simile ad android.

in piu' con i casini che fanno con questi major update, un marea di utenti e' costretta a formattare il pc 3 o 4 volte all'anno, non esiste proprio.
Vash8806 Febbraio 2018, 01:13 #8
Quando tagli il supporto alle versioni vecchie e forzi gli aggiornamenti su quelle nuove, prima o poi Windows 10 lo ritrovi per forza.
Questa è la nuova politica di Microsoft e non si può dire che stia andando male visti i numeri da record che macina. La strada verso la morte dei file .exe e dei programmi in locale, per la maggioranza degli utenti, è tracciata.
Maddog197606 Febbraio 2018, 09:13 #9

Arrabbiato

Col mio Asus nessun problema di aggiornamenti mentre con quello della moglie (sempre Asus) sempre e solo problemi.
Già il passaggio da 8.1 a 10 è "andato" solo dopo mesi e svariati tentativi. Da quanto ho capito i drivers che usa "bisticciano" tra la GPU integrata dell'I5 e quella del Nvidia saldata onboard.
Spegnere la GPU integrata dell'I5 non è possibile mentre lo è per la scheda Nvidia, peccato che durante l'update Windows riattivi comunque tutto portando ad un inevitabile BSOD.
La fall creators update (tentato nuovamente l'ultimo weekend) per ora non passa. Non so che diamine di drivers si porti in dote in quanto al momento con quelli Nvidia e Intel aggiornati Windows è stabile (quasi, visto che il software a corredo di Nvidia non è installabile pena l'inevitabile BSOD).
Capirei se avessi comprato una cinesata sottocosto ma cappero è un Asus e non con la cpu più scrausa
zappy06 Febbraio 2018, 09:34 #10
Originariamente inviato da: Vash88
... La strada verso la morte dei file .exe e dei programmi in locale, per la maggioranza degli utenti, è tracciata.


vorrà dire che si passerà ai .ELF...
per fortuna esistono alternative, e si spera migliorino nel tempo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^