PCMark Basic Edition disponibile gratis per il download

PCMark Basic Edition disponibile gratis per il download

Futuremark rende disponibile la versione d'ingresso, completamente gratuita, del proprio nuovo benchmark con il quale valutare le prestazioni del proprio sistema

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:21 nel canale Programmi
FuturemarkPCMark
 

Da quest'oggi è disponibile per il download la versione Basic del benchmark PCMark 10, ultima edizione della popolare serie di test di Futuremark specificamente rivolti al valutare le prestazioni velocistiche del proprio sistema in differenti scenari i produttività personale.

PCMark 10 è compatibile con i sistemi operativi Windows 7 con SP1, Windows 8.1 e Windows 10 a partire dalla versione 1607 (Anniversary Update). Il download del benchmark in versione Basic è disponibile a questo indirizzo.

La struttura alla base di questo benchmark è comune a quella di PCMark 8, la precedente release di benchmark, con alcune innovazioni a livello di pattern di applicazioni e scenari di utilizzo del PC che vengono utilizzati quale riferimento. PCMark 10 continua a proporre 3 differenti tipologie di test, indicati con i nomi Creative, Work e Home così come era in PCMark 8, ma sparisce la distinzione tra test conventional e accelerated con l'ultimo che sfruttava la presenza di una GPU per elaborazioni OpenCL. Futuremark è inoltre intervenuta a ridurre la durata di alcuni dei test: se per quello Home i tempi di fatto non cambiano rispetto a PCMark 8, con i test Creative e Work si registra una netta diminuzione dei tempi di elaborazione permettendo di eseguire più sessioni a parità di tempo.

Di seguito le principali caratteristiche delle 3 versioni di benchmark PCMark 10.

PCMark 10 Basic Edition: download gratuito

  • possibilità di eseguire un numero illimitato di benchmark del test principale di PCMark 10
  • possibilità di salvare e visualizzare i propri risultati online

PCMark 10 Advanced Edition: 23,99 dollari sino al 5 luglio, poi a 29,99 dollari

  • possibilità di eseguire tutti e 3 i differenti benchmark prestazionali
  • possibilità di configurare delle custom run, a discrezione dell'utente
  • generazione di grafici che analizzano in dettaglio il funzionamento del sistema
  • salvataggio dei risultati online in modo automatico

PCMark 10 Professional Edition: a partire da 1.450 dollari all'anno

  • licenza per l'uso sia business che commercial
  • installazione facilitata
  • possibilità di eseguire il benchmark da linea di comando, così da programmare delle attività in script
  • salvataggio di alcuni dei risultati dei benchmark in modalità privata, così che non siano pià visualizzabili
  • export dei risultati nei formati XML e PDF
  • supporto tecnico prioritario via email o telefono

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nickname8823 Giugno 2017, 10:30 #1
mi sono sempre chiesto l'utilità ma soprattutto l'indicatività di questo bench ......
Ciche23 Giugno 2017, 11:51 #2
Una volta i bench servivano a qualche cosa. Io mi ricordo per esempio il Bench di Final Fantasy 11. Se avevi un certo valore ci potevi giocare, sotto un certo valore era ingiocabile, sopra un valore era perfetto.
Ti dava veramente il "valore" del tuo PC.
Un tempo però la potenza del pc era data dalla velocità della ram, dalla potenza della cpu, dalla scheda video etc.
Ora il 90% della potenza "videoludica" di un pc è la scheda video, e il 10% il resto (sto parlando di pc normali ... è logico che se gioco con una 1080 e 1gb di ram ho qualche problema....).
Quindi ora basta dire il modello della scheda video per capire se puoi o meno giocare ad un gioco e in che qualità.

Ora sono solo esercizi di stile.

Mi ricordo che per un periodo le riviste di gaming (tipo TGM) mettavano anche il valore del bench di riferimento per giocare a quel gioco...
nickname8823 Giugno 2017, 12:05 #3
Originariamente inviato da: Ciche
Una volta i bench servivano a qualche cosa. Io mi ricordo per esempio il Bench di Final Fantasy 11. Se avevi un certo valore ci potevi giocare, sotto un certo valore era ingiocabile, sopra un valore era perfetto.
Ti dava veramente il "valore" del tuo PC.
Un tempo però la potenza del pc era data dalla velocità della ram, dalla potenza della cpu, dalla scheda video etc.
Ora il 90% della potenza "videoludica" di un pc è la scheda video, e il 10% il resto (sto parlando di pc normali ... è logico che se gioco con una 1080 e 1gb di ram ho qualche problema....).
Quindi ora basta dire il modello della scheda video per capire se puoi o meno giocare ad un gioco e in che qualità.

Ora sono solo esercizi di stile.

Mi ricordo che per un periodo le riviste di gaming (tipo TGM) mettavano anche il valore del bench di riferimento per giocare a quel gioco...


Calma, i bench interni dei giochi o degli applicativi sono indicativi, io mi riferivo a questi sintetici, ma in special modo a questo PCMark.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^