Multithreading anche per i driver video

Multithreading anche per i driver video

NVIDIA si prepara a introdurre supporo attivo per architetture multiprocessore all'interno delle future revision dei driver Forceware

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 17:06 nel canale Programmi
NVIDIA
 

Il sito web americano Techreport ha pubblicato, a questo indirizzo, un interessante approfondimento su quelle che saranno le prossime evoluzioni dei driver NVIDIA Forceware. Queste informazioni provengono direttamente da NVIDIA e sono state in buona parte anticipate in occasione dell'Editor's Day, tenutosi circa 2 settimane fa a San Francisco in preparazione del lancio delle schede G70.

L'utilizzo di driver che permettano di beneficiare della presenza di un secondo processore nel sistema, soluzione che nei prossimi anni diventerà estremamente popolare grazie alla diffusione delle architetture Dual Core, dovrebbe permettere di ottenere incrementi prestazionali quantificabili, con applicazioni 3D, tra il 5 e il 30% a seconda del tipo di applicazione.

NVIDIA si prepara a introdurre la revision di driver nota come Forceware 75, in concomitanza con il debutto delle schede video di fascia alta note con il nome in codice di G70.
A seguire, verranno rilasciati i driver della famiglia Forceware 80, i primi che introdurranno supporto miltithreading diretto.

Quali saranno i possibili benefici di driver con supporto multitasking? NVIDIA indica potenziali benefici in termini di vertex processing, operazione che potrà essere effettuata in una sorta di load balancing tra GPU e CPU nel momento in cui il chip video fosse occupato interamente e non si rendessero disponibili risorse.

La disponibilità di driver con supporto ad architetture multicpu apre ampio spazio allo sviluppo di applicazioni che possano beneficiare della presenza di due processori. In particolare, si attendono i primi giochi 3D che possano avantaggiarsi proprio del multithreading in modo massiccio, stante la rapida diffusione che è attesa per i sistemi dual core nei prossimi anni.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
raptus21 Giugno 2005, 17:38 #1

Non ci credo!

.. al 30% ???

perchè il driver dovrebbe essere al più basso livello del S.O., che è quello che fa "vedere" un sistema multitasking (in maniera rasparente: io nn so quante CPU ci sono).
Se una delle due CPU del mio sistema dual viene sfruttata dal GIOCO allora questa si impadronisce della risorsa (CPU) saltando il S.O.
Inosmma OK per i giochi, ma per altre applicazioni penso si rimanga ad un più risicato 5-10%. E solo in particolari punti/applicazioni.
Già una applicazione come CAD può usare bene un sistema a doppia CPU, ma non vedo come possa un DRIVER di una scheda grafica possa sfruttare così tanto una seconda CPU: meno si "intacca" la CPU, meglio è per il driver!
O sbaglio?
zuLunis21 Giugno 2005, 17:38 #2
QUESTA è una bella notizia per chi prenderà un dual core
stefy8721 Giugno 2005, 17:41 #3
ecco come saturare il pci-express !!!
era ora
ciolla200521 Giugno 2005, 17:53 #4
Interessante anche per chi ha l'Hyper threading
!ce21 Giugno 2005, 18:11 #5
Interessante anche per chi ha una macchina smp da una vita.
freeeak21 Giugno 2005, 19:38 #6
saturare il pci-express? siam ben lontani...
fukka7521 Giugno 2005, 19:56 #7
NUove tecnologie, nuovi driver. Ci sarà da divertirsi, ancora pollice su per nVidia
JohnPetrucci21 Giugno 2005, 20:03 #8
Molto interessante.
Finalmente si prospetta un "vero" salto di prestazioni nel prossimo futuro.
jappilas21 Giugno 2005, 21:05 #9
Originariamente inviato da: zuLunis]QUESTA è
[QUOTE=ciolla2005]Interessante anche per chi ha l'Hyper threading

oltre che per l' ovvia implicazione del più efficiente sfruttamento dei sistemi HT/SMP/DC, la notizia è interessante se la si guarda da un certo punto di vista...

si considerano gli abbinamenti scheda grafica + driver perchè a meno di mod, solitamente il driver è utilizzabile solo con uno specifico pezzo di hardware o famiglia di pezzi di hardware
il che implica l' acquisto della scheda grafica più costosa per avvantaggiarsi di quello che magari solo il driver o solo la scheda, ha in più rispetto alla versione gaming... che per quel che ricordo, si tratta di:
-eventuali peculiarità che aumentino la qualità visiva in utilizzo professionale (qualche tempo fa era il caso dell' antialiasing per linea in wireframe, appannaggio delle versioni firegl/quadro... oppure maggiore precisione interna a livello della render pipeline)
- appunto la certificazione opengl dei driver, il che dovrebbe portare a un debug esaustivo
- ma anche prestazioni opengl "ottimali" (o comunque migliori), il che riporta a driver più curati già a livello di progettazione, di modo che tecniche quali appunto il multithreading (che a livello di opengl serve sostanzialmente per tenere aperte più viste non fullscreen senza perdita prestazionale eccessiva) siano implementate in maniera safe...

riassumendo, magari altri mi smentiranno ma per ora lo vedo come un assottigliarsi delle differenze tra l' HW game-oriented e quello della nicchia professionale...
krokus21 Giugno 2005, 23:36 #10
Originariamente inviato da: jappilas
- ma anche prestazioni opengl "ottimali" (o comunque migliori), il che riporta a driver più curati già a livello di progettazione, di modo che tecniche quali appunto il multithreading (che a livello di opengl serve sostanzialmente per tenere aperte più viste non fullscreen senza perdita prestazionale eccessiva) siano implementate in maniera safe...


Ti riferisci al cosiddetto Unified Back Buffer?

In realtà la differenza tra versioni game e versioni professionali è già molto sottile, per quello che riguarda le schede nVidia e Ati. Ormai è noto a tutti che tra GeForce e Quadro o tra Radeon e FireGL le differenze siano ridotte a pochi pin che danno l'"identità" al chip grafico.
Il vero punto debole di una Quadro o di una FireGL, rispetto ad esempio alle Wildcat vecchio tipo, sta nel fatto di non supportare al 100% le chiamate OpenGL. Mi spiego: fate eseguire un rendering OpenGL a una Quadro e a una Wildcat. magari entrambe hanno le stesse prestazioni, ma se osservate la percentuale di occupazione della CPU troverete 85% per la Quadro e 15% per la Wildcat. In sostanza, le schede Quadro e FireGL si appoggiano comunque alla potenza della CPU per eseguire il loro lavoro, quindi secondo me lo sviluppo di driver specifici per smp va nell'ottica di fornire maggiore potenza per quella parte di lavoro che la scheda video non è in grado di svolgere.
Comunque, ottima iniziativa: sapevo che con l'avvento dei processori dual core, ci sarebbe stata nuova linfa anche per i classici sistemi biprocessore!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^