In arrivo Citrix XenDesktop

In arrivo  Citrix XenDesktop

Citrix annuncia l'imminente disponibilità di Citrix XenDesktop, una soluzione che permette alle aziende di virtualizzare i desktop Windows nei datacenter e rilasciarli on-demand su qualsiasi postazione

di pubblicata il , alle 16:40 nel canale Programmi
WindowsMicrosoft
 

Citrix annuncia che la distribuzione della linea di prodotti Citrix XenDesktop partirà ufficialmente a fine maggio 2008, in concomitanza con Synergy 2008, la conferenza annuale di Citrix dedicata ai temi della virtualizzazione, application delivery e networking, che si terrà dal 20 al 23 maggio 2008 a Houston.

Promossa congiuntamente con Microsoft, Citrix XenDesktop è una soluzione che permette alle aziende di virtualizzare i desktop Windows nei datacenter e rilasciarli on-demand su qualsiasi postazione. La virtualizzazione dei desktop, come tecnologia, offre un primo passo importante grazie alla centralizzazione dei desktop che vengono “ospitati” su un’infrastruttura di macchina virtuale nel datacenter, e vengono rilasciati agli utenti finali attraverso l’infrastruttura di rete.

“La virtualizzazione del desktop si è dimostrata una delle grandi promesse nell’affrontare alcune delle principali sfide legate al deployment di desktop tradizionali. Tuttavia, i limiti delle tecnologie esistenti impedivano di rispondere appieno alle numerose sfide associate a un’infrastruttura desktop basata su server” ha affermato Michael Rose, associate research analyst di IDC. “Una soluzione di distribuzione del desktop efficace deve coniugare scalabilità, gestione del ciclo di vita e una maggiore esperienza utente per essere ampiamente applicabile nell’azienda”.

XenDesktop, al momento scaricabile nella versione beta da questo indirizzo, sarà disponibile a partire dal 20 maggio.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lo ZiO NightFall08 Maggio 2008, 17:00 #1
Personalmente con la virtualizzazione quando ho provato a implementarla per vedere se potesse rispondere ad alcune esigenze, ho sempre riscontrato problemi di prestazioni di rete. Con molte postazioni (una trentina) avevo problemi di banda su un ramo in fibra a 1gbit. Queste soluzioni sapete che prestazioni di rete necessitano?
Micene.108 Maggio 2008, 17:11 #2
uh pure noi in azienda abbiamo citrix...devo dire che lavora abbastanza bene...
Lo ZiO NightFall08 Maggio 2008, 17:50 #3
Che infrastuttura avete? Rame o fibra? Quante postazioni virtualizzate?
jekomac08 Maggio 2008, 18:19 #4
L'idea è ottima, per esempio col passare del tempo, invece di buttare via il vecchio pc, riduco le postazioni e aumento poteza. Oppure uso la potenza in più (di chi lavora part time o non è in sede) e la faccio fluire sulle postazioni utilizzate. A livello di connessioni non ne capisco granchè, quindi non mi esprimo...
A livello teorico però, secondo me, è il futuro!
demon7708 Maggio 2008, 19:27 #5
Hai voglia se è il futuro!!
Cavolo io davvero non vedo l'ora! Una comodità immensa ed un solo server per tutta casa ( o ufficio)..

Finalmente si sfrutterebbero i quad core!

C'è solo una questione ancora da risolvere e di importanza FONDAMENTALE:

MA QUANDO IMPLEMENTANO LE FUNZIONI 3D DELLE GPU NELLE VURTUAL MACHINES??????

E ci attacco pure: ma quando si decideranno a standardizzare l'uso delle GPU in tutte le applicazioni?? (ma qui è più difficile!)
!fazz08 Maggio 2008, 19:38 #6
Originariamente inviato da: demon77
Hai voglia se è il futuro!!
Cavolo io davvero non vedo l'ora! Una comodità immensa ed un solo server per tutta casa ( o ufficio)..

Finalmente si sfrutterebbero i quad core!

C'è solo una questione ancora da risolvere e di importanza FONDAMENTALE:

MA QUANDO IMPLEMENTANO LE FUNZIONI 3D DELLE GPU NELLE VURTUAL MACHINES??????

E ci attacco pure: ma quando si decideranno a standardizzare l'uso delle GPU in tutte le applicazioni?? (ma qui è più difficile!)


Una domanda ma una soluzione di virtualizzazione desktop aziendale che se ne fà dell'accelerazione 3d delle virtual machine? nel 99% dei casi aziendali in cui viene utile la virtualizzazione (no la grafica 3d e il gaming non sono in queste) la grafice 3d è inutile come pure i quad core e che cosa intendi per la standardizzazione dell'uso delle gpu in tutte le applicazioni?
Nenco08 Maggio 2008, 20:00 #7
Originariamente inviato da: Lo ZiO NightFall
Personalmente con la virtualizzazione quando ho provato a implementarla per vedere se potesse rispondere ad alcune esigenze, ho sempre riscontrato problemi di prestazioni di rete. Con molte postazioni (una trentina) avevo problemi di banda su un ramo in fibra a 1gbit. Queste soluzioni sapete che prestazioni di rete necessitano?


Noi ad esempio con citrix presentation server abbiamo una ventina di postazioni e tutto passa attraverso un canale wifi da 13 mbps effettivi
ShadowThrone08 Maggio 2008, 21:02 #8
Originariamente inviato da: demon77

MA QUANDO IMPLEMENTANO LE FUNZIONI 3D DELLE GPU NELLE VURTUAL MACHINES??????


vmware con fusion ci sta lavorando, l'ultima beta usa anche gli shader 2.0 delle gpu ed ha anche supporto multi monitor...
avvelenato08 Maggio 2008, 23:02 #9
Originariamente inviato da: Nenco
Noi ad esempio con citrix presentation server abbiamo una ventina di postazioni e tutto passa attraverso un canale wifi da 13 mbps effettivi


ho dei dubbi sulle prestazioni, onestamente. Fermo restando che le mie esperienze di controllo remoto si limitano a Ultravnc, Dameware MRC e "connessioni desktop remoto", anche sulla FE (non impegnata per altre cose) ho visto artefatti e rallentamenti grafici, minimo minimo temo che per avere un'usabilità senza compromessi bisognerà avere una gigabit. A meno che non ci sia qualche tecnologia dietro che riesca a tamponare.
idem gli artefatti grafici e la risposta, sono numerosi. Cosa risolta?


Poi più che altro mi domando:
a: i thin client che verranno usati, oramai hanno potenza computazionale a sufficienza per la stragrande maggioranza delle operazioni di office automation. Questa cosa del desktop remoto virtualizzato, è fatta giusto per sfizio tecnico, o ha dei vantaggi tangibili? dove per tangibili intendo dire che, lo capisco che se su un megaserverone ci sono connessi 2 dipendenti su 10 la potenza computazionale a disposizione dei 2 è molto maggiore della media, quindi si sfrutta anche quanto in disuso dagli altri utenti. Ma il vantaggio? Excel che si apre in 2ms prima? No seriamente.
b: non è possibile invece integrare un'ambiente ibrido, distribuito, dove le applicazioni non critiche vengono eseguite in locale e invece quelle computazionalmente impegnative, scalate sul megaserver, in totale trasparenza all'utente finale?
c: anche se b fosse realizzato, mi domando quanto esigua possa risultare la nicchia di interesse.... come disse quel tale, il problema della nicchia è che ce ne è sempre troppo poca!
PAP40009 Maggio 2008, 01:56 #10
Originariamente inviato da: avvelenato
... minimo minimo temo che per avere un'usabilità senza compromessi bisognerà avere una gigabit.

Falso: Il successo del protocollo ICA è dovuto soprattutto all'esiguo impegno di banda. Ho gestito tra le altre (setup, tuning e business continuity) una piccola farm Citrix (una decina di server) cui si collegavano decine di sedi remote e ti assicuro che con i 64K di una ISDN riescono a lavorare decentemente anche una dozzina di postazioni, con le più disparate applicazioni (SAP GUI, Lotus Notes, Autocad, etc.)

Questa cosa del desktop remoto virtualizzato, è fatta giusto per sfizio tecnico, o ha dei vantaggi tangibili?

E' meglio centralizzare un applicazione front-end o farne un deploy?
E' meglio lavorare sulla banda o sulla remotizzazione?
E' meglio sbattersi sul printing redirect o abbatterne i costi con il document management?

... potenza computazionale a disposizione ...

La potenza computazionale è spesso un vantaggio decisamente secondario (se non addirittura una rogna da afffrontare per il buon bilanciamento del carico) e di rado rientra nel novero dei vantaggi.


PAP400 ... dedicato a chi si ricorda il tremendo "Citrix Winframe" su Windows NT 3.51

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^