IBM contro OOXML: la polemica continua

IBM contro OOXML: la polemica continua

IBM risponde a Microsoft: "non siamo noi ad ostacolare l'approvazione del vostro formato"

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 16:44 nel canale Programmi
MicrosoftIBM
 

Le polemiche intorno al nuovo formato OOXML proposto da Microsoft continuano e stentano a placarsi nel tempo: dopo le recenti dichiarazioni di Burton Group secondo cui la soluzione Microsoft sarebbe migliore di ODF, IBM torna all'attacco.

Al centro del contendere, ovviamente, vi è il confronto tra OOXML - supportato e voluto da Microsoft - e ODF, il formato XML aperto promosso da IBM, Sun e Novell. Come riporta ArsTechnica.com, negli scorsi giorni Microsoft ha apertamente accusato IBM di intralciare l'iter di approvazione del proprio formato da parte dell'ISO.

Big Blue, ovviamente, reagisce proponendo la propria versione dei fatti. Secondo IBM, il formato Microsoft non sarebbe adeguato e all'altezza delle altre soluzioni presenti sul mercato; sarebbero queste le motivazioni alla base dei ritardi nell'approvazione da parte dell' ISO. Microsoft fa sapere che tali restrizioni presenti nel proprio formato sono necessarie per permettere la retrocompatibilità con i precedenti formati.

ArsTechnica pone l'accento anche su un altro aspetto legato proprio ai ritardi nell'approvazione dello standard. Al momento la diffusione di Microsoft Office 2007 è elevata, questo è un dato di fatto, e l'utilizzo di OOXML in tale suite di produttività personale è destinato a crescere. Proprio questo crescente tasso di adozione potrebbe rappresentare per Microsoft un interessante punto a favore, infatti, la base di utenti è destinata a crescere, con o senza l'approvazione definitiva del formato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Garz05 Febbraio 2008, 17:28 #1
anche i formati come flash o docx sono molto diffusi, ma questo non ne fa un buon formato..
il punto fondamentale però non è questo. non si puo far concorrere per l'approvazione iso come standar aperto ooxml che in realtà non lo è!
altro che retrocompatibiltà, lo "standard" DEVE essere utilizzabile da chiunque in primis, poi deve essere migliore degli altri.
freeeak05 Febbraio 2008, 17:42 #2
sara anche il migliore ma se il mercato ti chiede di fare un formato open e tu tiri fuori na roba che ha molti lati oscuri e non si sa un giorno chi ne avra il controllo... sai dove lo puoi mettere?
speyer05 Febbraio 2008, 18:13 #3
Originariamente inviato da: Garz
anche i formati come flash o docx sono molto diffusi


per quanto ne so docx è l'estensione dei file word salvati come OOXML, non è un tipo di file alternativo a OOXML
Cimmo05 Febbraio 2008, 19:00 #4
standard iso prima dell'ooxml? non ha prezzo, per tutto il resto c'e' mastelcard!
YellowT05 Febbraio 2008, 19:15 #5
La cosa ironica è che microsoft introduce limitazioni a causa di limitazioni precedenti...
Se già il doc fosse stato aperto la retrocompatibilità sarebbe stata già garantita e il passaggio dai due formati sarebbe stato semplicissimo con una suite temporalmente intermedia con il supporto ai due formati.

In ogni caso MS no si degnanemmeno di ipotizzare di inserire ODF in office...
leptone05 Febbraio 2008, 19:59 #6
ot/
che bello ho letto commenti sensati e/o divertenti, nessuno ha detto castronerie, sembra hwugrade di anni fa
/ot

Spero che su certe cose serie, come gli standard aperti, la gente mantenga un minimo di serietà..... non si può pensare sempre alla "mastelcard"
Pr|ckly05 Febbraio 2008, 20:23 #7
Io continuo a non capire.
Ma questa organizzazione, perchè diavolo decide di approvare come standard più di un formato?
Ok, se ci sono dei requisiti ed entrambi i formati li rispettano è giusto che entrambi abbiano l'approvazione ma allora siamo, con qualche barriera in meno, al punto di partenza.
AFMcrime05 Febbraio 2008, 20:27 #8

...nessuno ha detto castronerie...

OOXML è uno standard aperto. Nel momento in cui ISO lo approva, lo potrete scaricare dal sito ISO; specifiche tecniche e tutto. No lati oscuri. IBM ha tirato fuori 'ste storie per rompere le palle a MS, ma è solo l'ennesima puntata di una battaglia di retroguardia. Quindi niente paura OOXML E' APERTO. Dal momento dell'approvazione ISO e SOLO ISO potrò variarne le specifiche. L'approvazione ISO non ha nulla a che vedere con al scelta OOXML-ODF. E' un'altra cosa, indipendente. Tra l'altro al momento OOXML e ODF sono praticamente due cose diverse.
andreas.troschka05 Febbraio 2008, 20:28 #9
Nessuno lo vuol dire apertamente ma stavolta M$ e' inciampata nell'ennesima gamba che si e' messa da sola.
Nessuno sente il bisogno di un altro formato ed infatti "il mercato" non glielo ha chiesto (come qualcuno qui ha affermato).

Nella sua corsa folle ed irrefrenabile di voler imporre sempre tutto vuole far standardizzare ad ISO un prodotto che non ha le caratteristiche per esserlo.
Quanto sia fandonia l'affermazione della presunta retrocompatibilita' lo dimostra il fatto che una delle recenti mosse di M$ in tal senso e' stata proprio quella di impedire di default l'importazione dei vecchi formati dei documenti con il nuovo pacchetto Office.
Cio' dimostra che la strategia di M$ e' decisamente quella di abbandonare i vecchi formati tanto che prende a calci nel sedere i propri clienti impedendogli di utilizzare i propri documenti redatti con i prodotti Office precedenti.

Una balla dopo l'altra. Azienda seria, si si!

Criceto05 Febbraio 2008, 21:32 #10
Originariamente inviato da: Pr|ckly
Io continuo a non capire.
Ma questa organizzazione, perchè diavolo decide di approvare come standard più di un formato?


Infatti non sarebbe possibile. Lo standard ISO è sempre uno solo per argomento.

Se ci fossero problemi con l'ODF le soluzioni sarebbero 2:
- miglioralo
- farne un altro migliore che lo sostituisce

M$ si lamenta che ODF non è sufficiente per il suo Office, ma ovviamente si guarda bene a volerlo migliorare per togliere gli eventuali limiti.

Ovviamente non è affatto interesse di M$ che ci sia uno standard per i documeti Office, ma sembra che un po' di governi iniziano a preferire i formati standard a quelli proprietari e per M$ questo potrebbe diventare un problema.

Quindi l'unico mezzo di M$ è far sì che lo "standard riconosciuto" (quindi ISO) sia il suo, ma che soprattutto sia impossibile da implementare dagli altri. E se qualcuno si azzarda a farlo notare, basta corromperlo per fargli tenere cucita la bocca, come è il suo stile...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^