HP e i pc con Linux preinstallato

HP e i pc con Linux preinstallato

HP potrebbe estendere il programma relativo a pc con Linux preinstallato anche ad altri Paesi.

di pubblicata il , alle 08:27 nel canale Programmi
HP
 

Solo poche settimane fa HP annuncio che in Australia avrebbe commercializzato pc con Red Hat Linux, OpenOffice.org e Firefox preinstallato. Arstechnica , citando fonti riservate, riporta che tale iniziativa potrebbe essere estesa anche ad altri Paesi, ad esempio gli USA.

Proprio in tale country Dell ormai da tempo commercializza alcune soluzioni Inspiron con Ubuntu Linux preinstallato. Va però rilevato che altre dichiarazioni di HP stessa invitano alla cautela, infatti, il reale interesse mostrato da parte degli utenti nei confronti delle soluzioni pc con Linux al momento non si è trasformato in acquisti.

Al di là dei possibili sviluppi della vicenda legata ad HP, è interessante notare come i prodotti con linux preinstallato stiano raccogliendo parecchio interesse anche da parte dei produttori: Dell ha scelto Ubuntu, HP propone Red Hat mentre Lenovo ha annunciato una partnership con Novell.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

37 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Puddus26 Settembre 2007, 08:32 #1
Molto bene, per una volta tanto si comincia la giornata con una buona notizia!
Fx26 Settembre 2007, 08:36 #2
in tale country? Fabio, scegli: o parli italiano, o parli inglese =)
Puddus26 Settembre 2007, 08:46 #3
"Va però rilevato che altre dichiarazioni di HP stessa invitano alla cautela, infatti, il reale interesse mostrato da parte degli utenti nei confronti delle soluzioni pc con Linux al momento non si è trasformato in acquisti."

Bè c'è da dire che la "forbice" di prezzo tra macchina Windows e macchina Linux è ancora troppo stretta...
Secondo me oggi, chi sceglie un sistema Linux lo fa perchè è consapevole della scelta che fa.
Un utente "ignorante" (messo tra virgoletta apposta, senza offesa) se vede che la stessa macchina, ma con SO Microsoft costa 50 euro in più, acquista quella.
Se la differenza fosse 150 euro vorrei vedere cosa succede, forse decide che il risparmio vale lo sbattimento di impare ad usare un nuovo SO
Motosauro26 Settembre 2007, 08:56 #4
Originariamente inviato da: Puddus
Molto bene, per una volta tanto si comincia la giornata con una buona notizia!

*
Originariamente inviato da: Puddus
"Va però rilevato che altre dichiarazioni di HP stessa invitano alla cautela, infatti, il reale interesse mostrato da parte degli utenti nei confronti delle soluzioni pc con Linux al momento non si è trasformato in acquisti."

Bè c'è da dire che la "forbice" di prezzo tra macchina Windows e macchina Linux è ancora troppo stretta...
Secondo me oggi, chi sceglie un sistema Linux lo fa perchè è consapevole della scelta che fa.
Un utente "ignorante" (messo tra virgoletta apposta, senza offesa) se vede che la stessa macchina, ma con SO Microsoft costa 50 euro in più, acquista quella.
Se la differenza fosse 150 euro vorrei vedere cosa succede, forse decide che il risparmio vale lo sbattimento di impare ad usare un nuovo SO


Ma anche no, secondo me 50€ sono già sufficienti come forbice. Il problema reale è la cortina di FUD
Fx26 Settembre 2007, 08:58 #5
a livello consumer/piccolo business il FUD non esiste.
DevilsAdvocate26 Settembre 2007, 08:59 #6
Originariamente inviato da: Puddus
Un utente "ignorante" (messo tra virgoletta apposta, senza offesa) se vede che la stessa macchina, ma con SO Microsoft costa 50 euro in più, acquista quella.
Se la differenza fosse 150 euro vorrei vedere cosa succede, forse decide che il risparmio vale lo sbattimento di impare ad usare un nuovo SO

Non è che puoi moltiplicarne il prezzo, Vista Home gli costa sui 50 euro ai
produttori di pc.....
Più che altro potresti partire dal vendere "Windows-free" le macchine di
fascia bassa, quelle che già ora costan meno di 300 eurozzi e con linux
andrebbero a costare meno di 250 (lì la differenza si nota meglio, pensa ad
un aziendina che deve comprare 20-30 pc per le segreterie, ad esempio).
DevilsAdvocate26 Settembre 2007, 09:01 #7
Originariamente inviato da: Fx
a livello consumer/piccolo business il FUD non esiste.

(ironic mode on)
Come no, infatti Novell ha parlato solo di aziende quando ha stretto
alleanza con Microsoft ed ha detto che i suoi "clienti" erano coperti!!!!
(ironic mode off)
Puddus26 Settembre 2007, 09:07 #8
Originariamente inviato da: DevilsAdvocate
Non è che puoi moltiplicarne il prezzo, Vista Home gli costa sui 50 euro ai
produttori di pc.....
Più che altro potresti partire dal vendere "Windows-free" le macchine di
fascia bassa, quelle che già ora costan meno di 300 eurozzi e con linux
andrebbero a costare meno di 250 (lì la differenza si nota meglio, pensa ad
un aziendina che deve comprare 20-30 pc per le segreterie, ad esempio).


Mi sa che hai ragione
Sai cosa mi piacerebbe?
Che i produttori di PC vendessero sistemi con l'HD partizionato in 2.
In una partizione: Windows vista con licenza 30gg
Nell'altra: una distro Linux.

Scommettiamo che dopo 30 giorni tutti diventano interessati a Linux
celimat26 Settembre 2007, 09:09 #9
"Va però rilevato che altre dichiarazioni di HP stessa invitano alla cautela, infatti, il reale interesse mostrato da parte degli utenti nei confronti delle soluzioni pc con Linux al momento non si è trasformato in acquisti."

il reale interesse tra "utonti" è e sarà sempre pari a zero...ma loro fanno il mercato, quello vero, e per me raggiungono 80-90% dell'utenza...
anche a 100 euro di differenza non cambierebbe nulla o quasi
danyroma8026 Settembre 2007, 09:14 #10
spero che il prossimo anno, quando ad occhio e croce cambierò il mio portatile, queste opzioni saranno disponibili anche in Italia. All'evenienza ho una licenza xp da installare in doppia partizione o addirittura in macchina virtuale visto che i nuovi processori intel e amd sono ottimizzati nella virtualizzazione a livello hardware.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^